5 motivi per cui gli americani sono migliori degli italiani (a creare lavoro).

5 motivi per cui gli americani sono migliori degli italiani (a creare lavoro).

[dropcap]italia america[/dropcap]Gli americani hanno mille difetti. Sono guerrafondai, hanno una dieta alimentare da vomito e hanno venduto l’anima al capitalismo. Non tiratemi fuori il caso dell’amico da New York, del pacifista di Seattle o del cugino di Los Angeles.  Sto generalizzando lo sò, ma ogni tanto va bene farlo. Sto parlando del popolo americano in generale, non parlo di persone ma di popolo. Per intenderci, lo stereotipo che corre al supermercato nel Venerdi Nero. Guardate il video per avere un’ idea.

Premesso questo, io non sono un amante degli Stati Uniti. Non ho mai inseguito il sogno americano, nè voglio iniziare ora a seguirlo. Però ho il dono di riconoscere i pregi degli altri e ammetterlo. Quando mi rendo conto di essere in torto ammetto la verità. In parole povere non sono orgoglioso e mi piace ammettere i miei limiti. E loro sono meglio di noi in molte cose. Detto questo, oggi voglio criticare il popolo italiano, voglio criticare me, te, voi, noi. Permettetemelo. E discutiamone.

Come da titolo, voglio elencare i 5 motivi per cui gli Americani sono meglio di noi a fare business.

1.Onestà intellettuale;

Quando un americano crea un servizio, un’ azienda, un lavoro, hanno l’onesta intellettuale di riconoscere il valore altrui. Noi no. NOi cerchiamo sempre la maniera per criticare l’altro, cerchiamo di oscurare l’altrui valore con il nostro stupido ego. Qualcuno scopre la cura del secolo e stai sicuro che arriva l’idiota di turno che deve dire la sua, deve aprire la bocca e dar fiato. Sempre.

2.Fiducia;

Un nuovo servizio online è stato creato, crea valore aggiunto alla comunità. Noi cosa facciamo? Lo guardiamo sospettosamente, indaghiamo in cerca della truffa, dell’ imbroglio. In verità, cerchiamo negli altri i nostri propri difetti. Forse è ora di avere fiducia nel prossimo un pò di più. E non girarci dall’altra parte quando dobbiamo denunciare gli imbroglioni.

3.Consapevolezza;

Gli americani sanno il loro valore e ne sono consapevoli. I nostri antenati hanno costruito il Colosseo e noi non riusciamo a finire un’autostrada. Abbiamo perso la fiducia in noi stessi. Diamo la colpa agli altri (politica, banche, ladri ecc) anche per cose che in verità è solo colpa nostra. Dobbiamo ritornare ad amare noi stessi ed apprezzare il nostro valore. Ho girato il mondo, ho visto molti paesi, noi abbiamo creatività da vendere ma non lo sappiamo.

4.Patriottismo;

Siamo sempre pronti a criticare la nostra terra, i nostri connazionali. Basta leggere i commenti in rete. Pensate veramente che voi siate molto diversi dalle persone che criticate? Sventolare una bandiera italiana non significa essere fascista. Non devo aspettare il mondiale di calcio per dire che amo l’Italia. Smettetela di dire che odiate gli italiani. Posso dire che lo dica un tedesco o un francese, ma quando lo sento da un italiano mi viene da ridere. Ammetto che in passato ho provato sentimenti simili. Poi con l’età ho realizzato che devo essere il cambiamento che voglio vedere e non devo sputare sul piatto che mangio. Anche se siete costretti a fuggire all’ estero, ricordate che se avete successo fuori dall’ Italia è grazia anche alla vostra italianità e dalla cultura che avete.. Non dimenticatelo.

5.Visione del futuro;

Aspettiamo sempre che la novità arrivi dall’ esterno, dall’ America. Se lo crea un italiano in Italia sarà sicuramente una truffa o altro. E invece non è così. La realtà è che esistono milioni di italiani in gambia, i migliori al mondo. In Italia abbiamo il passato, la storia, non vedo perchè non possiamo avere anche un pò di futuro.

Cosa possiamo fare per cambiare?

Spero di aver dato la mia visione. Dobbiamo lasciarci alle spalle gli attritti, i fantasmi del passato, i sbagli e tutte le cose negative che il popolo italiano ha fatto. Ritorniamo ad amare la nostra italianità, diamo fiducia agli altri, denunciamo i farabutti, alziamo la testa e riprendiamoci il posto che ci appartiene nel mondo. Possiamo e dobbiamo farlo. Ma non aspettiamo il salvatore della patria. Non è mai esistito e mai esisterà. Siamo noi gli italiani, siamo noi che dobbiamo cambiare. Se diventiamo tanti, allora forse, un’ ultima speranza ci rimane. E visto il giorno, Buon Natale a tutti gli italiani onesti che amano la propria cultura.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *