Andare a vivere in Germania. Tutto quello che devi sapere. 4.53/5 (17)

Se vuoi andare a vivere in Germania sei capitato nel posto giusto.

Obiettivo del blog Aprire Azienda (dove ti trovi ora) è aiutare tutti quelli che vogliono migliorare la propria vita, personale e affettiva. Scrivere guide gratuite è il mio hobby. Amo fare ricerche, indagare e scoprire cose nuove. E mi fa piacere pensare che i miei articoli siano di aiuto.

Ovviamente l’ultimo passo, quello più duro devi farlo da solo, però raccogliere informazioni prima della partenza ti aiuterà a risolvere in maniera rapida i problemi che dovrai affrontare.

Questa guida si aggiunge alle altre scritte in precedenza. Se sei interessato ad altri paesi non ti resta che partire dalla home page e navigare nel menu finché non trovi il paese di tuo interesse.

In questo articolo parliamo di Germania.

Dove andare a vivere in Germania

vivere-in-germaniaLa Germania è il paese più ricco in Europa e quarto al mondo per PIL (prodotto interno lordo).

Dietro a giganti come Usa, Cina e Giappone, la Germania è leader in molti settori industriali: auto, chimica, elettronica, ambiente, siderurgia e innovazione.

Sede di importanti marchi conosciuti in tutto il mondo (solo per citarne qualcuno: Bosh, Mercedes, Bayer, Tyssenkrupp), la Germania offre ogni anno centinaia di migliaia di posti di lavoro.

Dopo la crisi del 2009, la Germania è stato il solo paese europeo a riprendersi istantaneamente. Se è vero che le politiche europee sono dominate e incentrate sullo sviluppo tedesco, i fatti dimostrano che il paese presenta livelli di corruzione praticamente nulli ed un’efficienza della classe politica enormemente maggiore dei vicini paesi europei.

La meritocrazia e il know how produttivo è il motore dell’ economia tedesca e noi italiani siamo apprezzati per le nostre capacità. Per questo motivo ogni anno la Germania è considerata l’eldorado dei giovani in cerca di fortuna.

Essendo un paese europeo, gli italiani intenzionati a trasferirsi in Germania non necessitano di particolari permessi di lavoro.

Se avete intenzione di rimanere in Germania per un periodo superiore ai 3 mesi, dovrete registrare la vostra presenza e richiedere il permesso per rimanere.

Per ottemperare alla pratica, dovete recarvi all’ufficio locale Einwohnermeldeamt, generalmente presente in centro città, con il passaporto e il contratto d’affitto. Presso l’ufficio avrai accesso a tutte le informazioni necessarie per vivere in Germania.

Con le giuste competenze, trovare lavoro in Germania è ancora possibile. Per ridurre le brutte sorprese, come ad esempio essere sottopagati, la chiave del successo è la conoscenza della lingua tedesca.

Il tedesco è difficile. Purtroppo è necessario un impegno e una grande motivazione per riuscire nell’intento.

Per facilitare lo studio della lingua, ho scritto un articolo dedicato a coloro che vogliono imparare il tedesco prima di partire.

Studiare prima di partire riduce i tempi di ambientamento e le difficoltà iniziali. Dopo uno studio preliminare iniziale, è poi possibile praticare e perfezionare la lingua una volta arrivati in Germania. La scelta della città è un passo molto importante e va valutato attentamente.

Berlino, con i suoi 3.400.00 milioni di abitanti, è la capitale amministrativa e seconda città più popolosa d’ europa dopo Londra. Porta d’ingresso di migliaia di italiani ogni anno, Berlino offre diverse opportunità lavorative, soprattutto nel settore dell’ innovazione e delle start up.

Se volete avere un’idea della situazione e parlare con italiani già inseriti, vi consiglio il gruppo Facebook DigItaly Berlin. Qui trovate giovani italiani che vivono a Berlino e lavorano nel comparto digitale.

Un errore comune di molti giovani in cerca di fortuna all’estero è focalizzarsi solo sulle capitali. Infatti, molte altre sono le città tedesche importanti sotto il punto di vista lavorativo, che verranno descritte singolarmente nei prossimi articoli.

Per un’idea dei luoghi dove trasferirsi basta consultare la lista delle città tedeschi più importanti.

Leggi anche: come guadagnare online

Economia e mercato del lavoro in Germania.

Come detto in precedenza, la Germania occupa le primissime posizioni di tutte le classifiche mondiali per produzione industriale, competizione e sviluppo.

Il Global Competitiveness Report piazza la Germania al 4° posto dopo solo a Svizzera, Singapore e Finlandia.

La Germania offre condizioni di lavoro nettamente superiori ai vicini paesi europei. Salari medi elevati e servizi al cittadino efficienti fanno della Germania una metà ambita da molti stranieri. Per non parlare delle aziende tedesche famose in tutto il mondo.

In questo contesto è facile capire che si dovrà affrontare una concorrenza agguerrita per aggiudicarsi un posto di lavoro. Se non sai da dove iniziare, ho scritto un articolo per aiutarti a scrivere il Curriculum in modo di farti notare.

Concentrati sulle tue competenze, se non le hai createle, e cerca di costruirti la tua nicchia e diventare appetibile sul mercato del lavoro.

Figure professionali specifiche non hanno problemi di inserimento anche se non eccellono nella lingua tedesca. Ovviamente l’ inglese è d’obbligo.

Vivere in Germania: trovare alloggio

Per vivere in Germania avrete chiaramente bisogno di un alloggio. Per iniziare potete decidere di vivere in ostello mentre ricercate il vostro appartamento, condiviso o meno.

Per trovare casa in Germania potete consultare gli annunci sui giornali locali oppure, più facilmente, i portali web del settore. I maggiori e più utilizzati siti internet per cercare casa in Germania sono:

Trovare lavoro in Germania

Le parole d’ordine per trovare lavoro in Germania è competenza e professionalità. Vista la ripresa economica che sta attraversando la Germania, è possibile trovare lavoro anche per figure meno specifiche, anche se dovrete competere con molti più lavoratori.

Le zone con tassi minori di disoccupazione sono le zone della Germania dell’Ovest, dove sono concentrati i grandi gruppi industriali.

Per iniziare a muovere i primi passi nel mercato del lavoro tedesco, un buon punto di partenza è l’ufficio dell’impiego Arbeitsagentur.

Nella malaugurata ipotesi che non riusciate a trovare subito lavoro, potete inoltre richiedere degli aiuti statali presso i loro uffici. Per i stranieri inoltre è presente l’ufficio Zav dedicato a loro.

Alcuni dei portali web e giornali dove ricercare gli annunci di lavoro sono i seguenti:

Investire in Germania.

Nella classifica per facilità di impresa, la Germania occupa le prime posizioni (21°). Se non amate il lavoro dipendente e volte provare la vostra avventura imprenditoriale in prima persona, la Germania offre snellezza burocratica e possibilità di sviluppo di diversi business.

Potete scegliere diverse forme giuridiche, dalla Ltd alla partita Iva. La scelta idonea è strettamente legata al tipo di business, al numero di capitali e al numero di collaboratori coinvolti.

Il ministero del lavoro tedesco Existenzgruender fornisce online una serie di informazioni accessibili per coloro che vogliono avviare un’ attività in Germania.

I step necessari per diventare imprenditore sono i seguenti:

  • Capire se la nostra attività necessita permessi;
  • Realizzare un business plan
  • Registrare la company;
  • Richiedere eventuali aiuti statali e supporti;
  • Gestire la propria attività.

Tutte queste informazioni possono essere facilmente trovate sul sito del ministero tedesco linkato in precedenza.

Vivere in Germania: vantaggi

Il paradiso non esiste. Un viaggiatore americano dopo aver visitato tutti i paesi del mondo ha realizzato che l’eldorado è per morti. Affermazione che mi trova d’accordo al 100%.

Comunque, nonostante tutto, la Germania presenta diversi vantaggi per gli italiani.

  • Bassa disoccupazione;
  • Mercato del lavoro vivace;
  • Possibilità di usare l’ italiano come valore aggiunto;
  • Relativa vicinanza con l’Italia;
  • Poca burocrazia;
  • Salari medi elevati;
  • Possibilità di carriera;
  • Ambiente vivace per le start up innovative;

Vivere in Germania: svantaggi

Se i fattori positivi per vivere in Germania sono molti, purtroppo dobbiamo valutare i svantaggi di vivere in un paese straniero.

Non è tutto oro quello che luccica e farsi trovare pronti dalle difficoltà ci aiuterà ad affrontare le avversità che inevitabilmente troveremo, soprattutto agli inizi della nostra avventura.

  • Difficoltà della lingua tedesca;
  • Clima freddo continentale;
  • Vita sociale limitata per via della lingua.

Personalmente non riesco a trovare altri svantaggi nel vivere in Germania. Credo che la difficoltà maggiore sia proprio la lingua tedesca, oggettivamente ostica e dura da imparare.

Questo sconveniente può essere la causa di altri problemi derivanti dalla scarsa interazione con i locali e altre difficoltà pratiche.

Leggi anche: vivere in Inghilterra

Vivere in Germania: considerazioni finali.

Trasferirsi a vivere e lavorare in Germania è ancora possibile. Ultime notizie (2015) hanno definitivamente decretato che la ripresa economica europea è iniziata passando ovviamente per il motore industriale tedesco. La società tedesca è meritocratica.

Comunque, visti i tempi comunque difficili, non sottovalutate l’importanza del networking.

Conoscere quanta più gente possibile, usare la rete per intraprendere nuove relazioni professionali e rimanere aggiornati nella propria professione è un vantaggio che vi aiuterà nella ricerca.

Inoltre, non sottovalutate l’importanza dello studio delle lingue straniere. La Germania basa la sua fortuna soprattutto con le esportazione estere.

Conoscere italiano, francese, spagnolo, russo e cinese vi aprirà porte che altrimenti sarebbero sbarrate. Non sottovalutate l’importanza di intraprendere un discorso del genere.

Se avete apprezzato l’impegno di reperire informazioni che quotidianamente faccio, le sole richieste (gratuite) che vi chiedo è quello di rimanere in contatto con il blog Aprire Azienda tramite la pagina Facebook, condividere l’articolo con i vostri amici e votare l’articolo con il tasto +1 di Google plus sottostante.

Se avete bisogno di chiarimenti o consigli, non esitate a contattarmi attraverso il gruppo Facebook MAI ARRENDERSI.

Grazie a presto, Alessandro

 

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

12 Comments

  1. elisa Set 16, 2014
  2. Scuffet Ott 14, 2014
  3. Gianluca Piermattei Ott 25, 2015
  4. Stefano Mar 9, 2016
    • Alessandro Mar 9, 2016
  5. Hoxha Arben Apr 18, 2016
  6. Maria Giu 23, 2016
  7. veli Ott 2, 2016
  8. Luigi pinto Ott 17, 2016
  9. Martino Nov 20, 2016
  10. Sony Nov 22, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *