Come aprire un Bed and Breakfast in Spagna 4.75/5 (12)

Questo articolo descrive le azioni da compiere per aprire un Bed and Breakfast in Spagna.

Il farlo potrebbe essere un’idea ottima per differenziare il proprio reddito in quanto la Spagna è una delle mete preferite dai turisti.

La bellezza dei luoghi, le tradizioni millenarie della Spagna e i costi ridotti rispetto ad altri paesi attirano infatti milioni di turisti ogni anno.

La crescita continua delle presenze in terra iberica non è dovuta solamente alle sue bellezze e ai prezzi contenuti, le persone che scelgono la Spagna come meta aumentano sempre di più anche per via dell’instabilità politica delle altre mete storiche per il turista europeo.

Se fino a pochi anni fa i vacanzieri si dividevano tra Italia, Grecia, Spagna, Portogallo, Tunisia, Marocco, Egitto, Marocco e Turchia, oggi molte di queste nazioni sono caratterizzate da problemi socio-politici che tengono a distanza le masse di vacanzieri.

Questa serie di fattori fanno sì che la Spagna sia ormai la terza nazione più visitata al mondo con 68 milioni di arrivi annui, alle spalle solamente di Stati Uniti e Francia. La crescita del 2015 rispetto all’anno passato è stata del 5%.

L’Italia, nonostante il patrimonio artistico più bello al mondo, è solamente 5° con 50 milioni di visitatori.

Perché investire in Spagna

I grandi numeri del turismo spagnolo non sono il solo motivo per investire in Spagna.

I costi degli immobili infatti sono inferiori rispetto all’Italia e la tassazione sui profitti pure.

Se per caso dovessi decidere di trasferirti in Spagna, considera inoltre il minor costo della vita quantificabile con un meno 20% rispetto all’Italia.

Ovviamente devi considerare la spesa media, vivere e acquistare casa al centro di Barcellona ha un costo diverso al vivere in una piccola cittadina del sud dell’Andalusia ad esempio.

Per farti un’idea dei prezzi, puoi fare un giro su Fotocasa.

Per chi volesse approfondire il discorso sugli affitti, la burocrazia necessaria, le pratiche per acquistare casa in Spagna e le tasse da pagare può farlo leggendo la guida Spagna Facile.

All’interno della guida troverai le informazioni necessarie per fare il grande passo verso la Spagna.

Dove investire in Spagna

aprire-un-bed-and-breakfast-in-spagnaLa Spagna è un territorio vasto formato da ben 17 provincie autonome.

Ognuna di esse ha le sue peculiarità, le sue tradizioni, clima diversi e molto altro ancora. Ognuna di essa inoltre ha leggi regionali autonome diverse una dall’altra.

Prima di decidere dove vivere, si dovrebbe innanzitutto conoscere le regioni e le città principali e valutare di conseguenza a seconda dei nostri gusti e obiettivi.

Se l’obiettivo è quello di aprire un Bed and Breakfast dedicato ai turisti, allora si dovrà partire da una valutazione delle attrattive e delle località più visitate.

Esistono diverse zone turistiche in Spagna, alcune prettamente stagionali, altre che richiamano durante tutto l’anno.

A seconda dell’entità dell’investimento, si potrà decidere il luogo migliore dove investire. La raccomandazione è quella di non farsi prendere dalla fretta e valutare attentamente l’offerta e la domanda.

Dico questo perché, se da una parte l’offerta è cresciuta a dismisura, dall’altra la domanda è molto ben strutturata e senza una vera proposta commerciale si rischia di fallire.

Per quanto riguarda le zone prettamente stagionali, ricordiamo le Isole Baleari e le zone circostanti Valencia. Altre zone interessanti sono la Galizia e i Paesi Baschi.

Da menzionare ovviamente l’Andalusia, fatta eccezione per le città principali, il turismo stagionale estivo è molto accentuato nei paesi costieri, mentre in inverno le presenze si riducono.

Le città più visitate di Spagna sono Granada (L’Alhambra è il monumento più visitato di Spagna), Barcellona, Madrid, Valencia, Siviglia, Cordoba, Santiago di Compostela, Malaga e Bilbao. Altre città molto visitate sono Salamanca, Saragozza, San Sebastian e Toledo.

Le città sopracitate non conoscono stagioni, le attrattive culturali attirano turisti durante tutto l’anno.

Discorso a sé sono le Isole Canarie, con Tenerife e Gran Canaria che attirano vacanzieri durante tutto l’anno. Tuttavia, le due isole principali hanno delle leggi regionali che regolamentano fortemente l’apertura di strutture turistiche.

Le altre isole come Fuerteventura e Lanzarote ospitano un turismo di nicchia, ma date le dimensioni ci sono ancora delle interessanti opportunità di investimento.

Le altre isole come La Palma, Gomera e El Hierro sono delle perle nascoste che verranno scoperte molto presto, i problemi attuali sono solo i collegamenti, ma sempre più persone si avventurano alla ricerca di angoli nascosti ai più.

Leggi anche: dove vivere in Spagna

Le strutture turistiche in Spagna

Nel caso specifico degli Bed and Breakfast, non esiste una formula identica, ma una serie di varianti simili per natura dell’attività.

Come per l’Italia, esistono diverse tipologie di strutture commerciali dedicate al turismo.

La prima, la più ovvia, è la categoria degli hotel.

Gli hotel in Spagna sono del tutto simili agli hotel italiani, si differenziano per stelle che vanno da 1 a 5 che in teoria riflettono la qualità dell’alloggio.

Sotto per categoria, troviamo la Pensiòn, struttura simile agli hotel ma generalmente con meno servizi e più economico. Spesso le pensioni hanno il bagno condiviso.

Sempre in Spagna sono presenti gli ostelli, qui chiamati Hostal, strutture a basso costo per il turista che spesso dorme in camere condivise.

Scendendo per entità di investimento, ci avviciniamo alle formule più simili al B&B.

In Italia, il B&B è una struttura turistica particolare dove il cliente viene ospitato nella casa del proprietario.

Questa formula prevede delle regole a sé, come ad esempio il numero massimo di stanze da condividere e l’obbligo del proprietario di vivere nella struttura. Ci sono poi regole sulla planimetria della casa e l’accessibilità per i disabili.

Il vero vantaggio di aprire un B&B è quello di non essere considerato un’attività commerciale vera e propria, con tutti i vantaggi che ne derivano come la burocrazia e le tasse.

Questo purtroppo non trova un gemello identico nella legislazione spagnola.

Quello che più si avvicina al B&B sono la casa rurale e la casa emblematica.

Per rientrare in questa categoria, si dovrà cercare un immobile con le caratteristiche richieste. Per compiere con i requisiti, la casa dovrà avere una certa antichità, essere situata in zone particolari e tutta una serie di caratteristiche come posti letto minimi e accesso alle utenze.

Discorso a parte per l’affitto della propria casa attraverso i portali come AirBnB. Alcune regioni infatti permettono l’affitto di case private, mentre altre regioni lo impediscono.

Come aprire un B&B in Spagna

Il governo spagnolo ha regolamentato il settore turistico attraverso numerose leggi rilasciate nel tempo.

La regola principale è che ogni provincia autonoma ha il suo proprio regolamento in vigore e pertanto andrà visionato a seconda della zona di interesse.

Per aprire una struttura turistica classica, tipo hotel o ostello, si dovrà procedere con la serie di azioni burocratiche per le attività commerciali, per approfondire leggi la guida Spagna Facile.

Anche la formula di casa rural deve compiere i passi burocratici, il gestore dovrà aprire una posizione Iva o un’azienda vera e propria.

Esistono delle facilitazioni solamente per chi affitta la propria casa ai turisti per brevi termini. Tuttavia, ogni regione ha le sue regole, alcune lo vietano, altre lo regolamentano con il risultato di non avere un equivalente giuridico di B&B in Spagna.

Il primo consiglio per aprire un Bed and Breakfast in Spagna è quello di rivolgersi alla camera di commercio e all’ufficio comunale del comune di residenza e prendere nota dei regolamenti regionali.

In alcune zone esistono i B&B, alcuni italiani hanno aperto l’attività attraverso delle lacune legislative o dei specifici casi comunali.

Dopo aver preso visione delle regole, iniziare con la ricerca dell’immobile adatto. Se possibile, io consiglio di iniziare con una struttura in gestione o un immobile in affitto.

Strategie per un B&B di successo

L’offerta di strutture turistiche in Spagna è ampia a fronte di una domanda altrettanto grande.

Che fare quindi, per avere successo imprenditoriale?

Se è vero come è vero che la posizione è strategica – non affittare stanze vicino all’Alhambra di Granada o alla sagrada Familia di Barcellona è impossibile – non tutti i budget permettono investimenti importanti.

Che fare se il budget è limitato?

Il segreto è la qualità del servizio e la personalizzazione dell’offerta.

Dando per scontato che la pulizia della struttura e la cordialità siano d’obbligo, per ritagliarsi una fetta di mercato serve specializzarsi ed offrire un servizio aggiuntivo unico.

Molte strutture sono identiche, non fanno il salto di qualità, offrono solamente il servizio minimo di pernottamento e colazione senza dare un’impronta personale al progetto.

Un B&B per differenziarsi dovrà specializzarsi in un segmento di mercato specifico. 

Esempi?

Creare un B&B per gli amanti del trekking, oppure uno per i ciclisti, o ancora per chi ha un cane al seguito.

Molto importante inoltre è l’immagine che dai alla struttura.

Un B&B di successo deve avere carattere,  un arredamento che faccia parlare di sé unico nel suo genere, un motivo per sceglierlo rispetto alla concorrenza.

Un altro aspetto molto importante è offrire dei servizi aggiuntivi per accompagnare il turista in un’esperienza completa e non limitata al pernottamento.

In un mondo sempre più competitivo, non si deve mai smettere di sperimentare nuove formule.

Aprire un Bed and Breakfast in Spagna: considerazioni finali

In questo articolo abbiamo visto alcuni dei suggerimenti necessari per aprire un Bed and Brekfast in Spagna.

Qualsiasi sia il tuo progetto, stabilisci con calma gli obiettivi, non partire subito al massimo per poi realizzare che la tua nuova vita non è quello che immaginavi.

Ecco perché, prima di investire in un nuovo paese investi in conoscenza ed esperienza diretta, per capire se il posto è quello giusto devi prima viverci e crearti una vita che va al di là del progetto imprenditoriale, questo l’ho imparato sulla mia pelle.

Detto ciò, le leggi sul tema del turismo spagnolo stanno cambiando, la direzione futura è quella di una standardizzazione con le altre nazioni europee e non è escluso che la normativa B&B venga stabilita dall’Unione Europea.

Nel frattempo, ti consiglio di leggere Spagna facile dove troverai informazioni necessarie per il tuo trasferimento in Spagna.

Leggi Spagna Facile, clicca qui

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *