La guida per aprire un centro massaggi di successo 5/5 (2)

Aprire Azienda è il blog per imprenditori, aspiranti tali, e sognatori in generale che non credono nel destino ma nel duro lavoro.

Il blog è pieno di articoli dettagliati per molte attività imprenditoriali in settori in espansione. Oggi, con l’aiuto degli amici di Massaggi e Lavoro, voglio presentarti un video corso innovativo e risolutivo per aprire un centro massaggi in Italia.

Come sai l’intento del mio sito è quello di darti tutte le informazioni possibili per aprire un’azienda, e quindi aiutarti a lavorare con le tue passioni e diventare imprenditore di stesso. Eccomi quindi oggi a darti perle preziose per aprire un’attività di massaggi di benessere in Italia.

Prima di passare alla guida, ricorda che esistono migliaia di possibilità di inventarsi un lavoro dalle proprie passioni ma per farlo i sogni non bastano. Qualasiasi tipo di business tu abbia in mente, hai bisogno di tre fattori fondamentali: passione, determinazione e competenza.

Se solo una di queste viene a mancare, il tuo sogno non si realizzerà mai.

La passione è quel desiderio ardente che ognuno di noi ha per qualcosa, qualsiasi cosa. La passione credo sia qualcosa di innato, non si impara dui banchi di scuola nè ce lo insegna i nostri genitori; la passione non è un semplice interesse ma un ardente desiderio impossibile da spegnere. Certo, potrai soffocarle per un periodo di tempo, ma prima o poi ritorneranno più forti e prepotenti di prima.

Se hai una passione forte, la determinazione nel portarla avanti è direttamente proporzionale alla fiducia che hai in te stesso: solo una persona consapevole dei propri mezzi avrà la forza necessaria di portare avanti un’idea.

Se per la passione e la determinazione posso fare ben poco, per le competenze io posso aiutarti.

Per acquisire la professionalità necessaria, devi investire tempo e denaro nello studio e nella formazione. Per questo motivo, ho ospitato i ragazzi di Massaggi e Lavoro per dare loro la possibilità di presentarti il loro corso educativo per farti entrare nel fantastico mondo dei massaggi.

Il settore è in crescita, sia in Italia che all’estero, e la professionalità in questo ambito è molto ricercata. Molte volte c’è la necessità di reinventarsi per sopravvivere alla crisi.

Ci sono persone che si arrendono e riversano le proprie frustazioni con il mondo esterno, ci sono altri invece che si rimboccano le maniche e iniziano a studiare e formarsi per trasformarsi in professionisti seri e capaci. Tu di che pasta sei fatto?

Come aprire un centro massaggi in Italia

aprire un centro massaggiLascio la parola a Francesco e al suo articolo per presentarti il miglior corso in Italia per aprire un centro massaggi in Italia di successo. Buona lettura!!!

Si può lavorare con i massaggi di benessere in Italia?

Solitamente quando si vuole aprire un’attività, si passa direttamente alla parte burocratica , fiscale e legale. E’ così se vuoi aprire un bar, una pizzeria, una sala giochi o un’attività da webmaster libero professionista per esempio.

Ma non ci si domanda: “lo posso fare oppure no?”

Con un’attività di massaggi di benessere, a prescindere da quale essa sia, accade l’esatto contrario!

Sono anni che molti fisioterapisti od estetiste, e varie associazioni, considerano il massaggio di benessere come una loro esclusiva qualifica, che i semplici operatori di massaggi benessere non possono avere. E in passato sono stati proprio messi dei divieti in alcune regioni per questo.

Molti altri invece, compresi ovviamente le associazioni di categoria che formano e tutelano gli operatori di massaggi, sono anni che spingono verso la riconoscenza ufficiale di questa figura e sostengono che questi possa effettuare massaggi di benessere anche in proprio e con la qualifica di operatore olistico, senza avere per forza un diploma di estetista, di massofisioterapista o laurea triennale in fisioterapia.

CHI HA RAGIONE E CHI HA TORTO?

In questo argomento dibattuto ci sono stati casi in cui regioni italiane abbiano emesso ordinanze per vietare l’apertura di qualsiasi attività di massaggi, a chi non fosse estetista, fisioterapista o avente titolo equivalente, e successivamente questi divieti, sono stati scardinati perché ritenuti anti-costituzionali.

In altri casi invece, è successo il contrario: regioni dove non ci fossero divieti emanati tramite ordinanze, quindi divieti scritti su carta, si è provveduto a condannare attività olistiche, ma poi a scagionarle completamente successivamente!

COME STANNO LE COSE IN TAL SENSO IN ITALIA?

Ora come ora, arrivati al 2015, possiamo dire che un po’ più di chiarezza è stata fatta e si può affermare a norma di legge, che dove non ci siano ordinanze di divieto è sempre possibile aprire attività di massaggi benessere senza titoli specifici.

Nelle regioni, come la Lombardia, dove ci siano leggi che permettono l’apertura di attività di massaggi, senza essere fisioterapista o estetista, ma svolgendo un corso specifico indetto proprio dalla regione, si va a rispettare proprio la legge senza problemi.

E invece nelle regioni ove ci siano divieti assoluti di apertura attività massaggi se si è solo operatori di massaggi, si può fare appello alle sentenze esistenti e valide a livello nazionale, che difendono gli operatori di massaggi.

COME SI APRE QUINDI UN’ATTIVITA’ DI MASSAGGI?

Per capire quale delle situazioni sovraesposte, sia quella relativa alla zona dove vogliamo aprire la nostra attività, bisogna innanzitutto rivolgersi al comune dove si andrà ad aprire e alla Usl, sezione distaccata della ASL. Capita così la situazione si dovrà scegliere la tipologia di attività che si vuole aprire:

  • Libero professionista presso strutture?
  • Aprire un centro massaggi al pubblico?
  • Aprire uno studi privato di massaggi da libero professionista?

A seconda della tipologia esistono determinati requisiti igienico sanitari, fiscali e burocratici.
Asl e comune quindi, in questa seconda fase, ti daranno tutte le indicazioni e ti sapranno delucidare su quali siano tutti gli adempimenti da seguire.

MA COME CI SI MUOVE PER BENE E IN ANTICIPO PER LAVORARE AUTONOMAMENTE CON I MASSAGGI IN ITALIA?

La bella notizia è che Massaggi & Lavoro, una realtà specializzata in tutto questo, , ha svelato dal 2009, la prassi esatta per muoversi in questo campo e sapere così tutto, dalla A alla Z per lavorare, anche in proprio con i massaggi di benessere.

Prima con 1 ebook, poi successivamente con la trasformazione di questo in videocorso, Massaggi & Lavoro ha permesso a centinaia di persone di saperne di più e risolvere qualsiasi problema legale, fiscale sull’apertura di attività di massaggi.

IL MASSAGGIATORE PROFESSIONISTA- COME APRIRE UN’ATTIVITA’ DI MASSAGGI IN ITALIA NEL 2015, è il videocorso messo a punto da poco, che raccoglie l’esperienza di anni e anni! E ti permetterà di conoscere:

  • Tutte le tipologie di attività di massaggi esistenti
  • Tutti i requisiti indispensabili per aprirle
  • Come lavorare da massaggiatore autonomo occasionale, senza partita iva, ma in maniera legale
  • Come muoversi con i requisiti legali e fiscali, per non incorrere in sanzioni amministrative
  • Tutta la parte fiscale relativa alle tasse
  • Gli adempimenti burocratici da adempiere
  • I cambiamenti fiscali per chi apre un’attività di massaggi nel 2015
  • La questione previdenziale di un operatore che lavora da libero professionista o da vero imprenditore dei massaggi.

Se vuoi saperne di più, Massaggi & Lavoro, ti da l’opportunità di visionare 4 video gratuiti che oltre a presentarti il suddetto video corso, ti mostreranno anche le sentenze che hanno scritto la storia legale della figura del massaggiatore in Italia negli ultimi anni, i requisiti indispensabili per essere un massaggiatore professionista, e i motivi per cui ancora non esiste un albo nazionale degli operatori di massaggi.

Quindi approfittane subito, perché se vuoi seriamente lavorare con i massaggi, anche in proprio, o capire se questa sia la strada giusta per te, puoi immergerti subito in un full immersion di informazione di qualità.

Clicca qui per visionare il video corso innovativo e risolutivo per aprire un centro massaggi in Italia.

Grazie mille ai ragazzi di Massaggi e Lavoro.

Aprire un centro massaggi in Italia: considerazioni finali

Prima di salutarci, voglio indicare a mio parere i vantaggi di aprire un centro massaggi in Italia. Un centro massaggi è anche un centro estetico, e grazie alla struttura, può tranquillamente diventare un centro fisioterapico professionale.

I massaggi sono un business reddittizio perchè non ci sono grossi costi fissi ma il costo finale di vendita è elevato. Ti faccio un esempio: aprendo un ristorante ad esempio, tu spendi circa 5 euro per la realizzazione di un piatto (compreso affitto, personale, materie prime, utenze) per rivenderlo a 10 euro se va bene.

Nel settore dei massaggi è diverso, un’ora di lavoro è facilmente rivenduta per 50 euro, quando i costi fissi difficilmente raggiungono i 5 euro. Se diventi un bravo massaggiatore (leggi la storia di Giampaolo a Londra), puoi guadagnare molti soldi.

Come dico sempre nei miei articoli, ogni grande cambiamento inizia da una singola azione, in questo caso l’acquisto di questo ottimo corso.

Difficilmente promuovo corsi non miei, ma conosco Francesco e i ragazzi di Massaggi e Lavoro personalmente e garantisco per loro. La professionalità e la qualità del video corso è assolutamente indiscutibile.

Clicca qui per visionare il video corso innovativo e risolutivo per aprire un centro massaggi in Italia. “


aprire un centro massaggi

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *