Come aumentare le visite al sito: pianificazione e costanza

Vuoi aumentare le visite al sito e non sai come fare?

Magari sono mesi che produci contenuti su contenuti e la linea di Google Analytics è piatta come l’encefalogramma dello zombie di Resident Evil e non sai come rialzarla?

Ti capisco perché ci siamo passati tutti, specialmente agli inizi.

Infatti, anche se molti non vogliono ammetterlo, aumentare le visite ad un sito internet non è affatto facile.

Per incrementare il numero di visitatori, e con essi il numero delle vendite, serve un periodo di formazione dove si studiano le fondamenta del web leggendo diversi manuali e facendo dei test.

Viviamo in un’epoca dove vogliamo tutto e subito ma il traffico sul web ha i suoi tempi, che sono lunghi, distruggendo i tanti sogni di gloria ai tanti aspiranti imprenditori del web.

Solo pochissimi fortunati possono permettersi il lusso di non avere un sito internet trafficato che converte visitatori in clienti.

Magari sei un politico, oppure un ricco ereditiero, e pertanto puoi tranquillamente continuare con la tua bella vita e ignorare le strategie per aumentare le visite al sito.

Se hai questa fortuna, lascia perdere il web e continua con la tua meravigliosa vita.

Se invece fai parte del restante 99,99% della popolazione mondiale, non puoi più ignorare il web, non hai altra scelta che metterti a studiare e creare la tua presenza online.

Sia che tu sia un ristoratore o un fornaio, devi metabolizzare che la nuova società in cui lavori è fatta di recensioni online e di visite al sito prima di effettuare una scelta di acquisto.

In verità potresti anche ignorare il cambiamento e continuare come hai sempre fatto, cioè pagando degli specialisti Seo che ti costruiscono il sito e pensano alla visibilità e al resto, ma come fai a distinguere un vero professionista da un venditore di fumo se non hai i mezzi per valutarlo?

Aumentare le visite al sito: la situazione tipo

aumentare le visite al sitoMolti proprietari di sito seguono una via che non porta risultati.

Normalmente, la persona non esperta di web, dopo aver letto un paio di articoli circa il grande sviluppo delle vendite online, decide di contattare diversi web designer chiedendo il preventivo per aprire un negozio online.

Dopo la fase preliminare, nel 90% dei casi si sceglie il preventivo più economico pensando che tanto i siti sono tutti uguali.

Dopo aver speso alcune migliaia di euro, il proprietario si rende conto di aver fatto un buco nell’acqua perché, a fronte dell’investimento, il sito non vende neanche un prodotto.

Dopo aver speso soldi in un sito che non funziona, nel 99% dei casi ci si arrende credendo che non sia possibile guadagnare online e che la maggior parte delle offerte siano delle truffe o delle perdite di tempo.

Questo accade perché si sottovaluta l’importanza di avere una conoscenza globale del mondo di internet e delle sue componenti.

Per avere successo online non basta avere un sito, serve un’idea precisa e degli obiettivi, serve una strategia atta per portare traffico qualificato sul sito e soprattutto serve una strategia atta a far crescere i visitatori e creare una community intorno al progetto.

Non basta aprire un e-commerce e fare degli annunci pubblicitari per vendere, serve pianificare tutta una serie di attività che facciano aumentare le visite al sito per poi convertirli in clienti paganti e soprattutto felici.

Aumentare visite sito: le fonti di traffico

Prima di aumentare le visite al sito, è utile conoscere le varie fonti di traffico.

Se hai un sito internet, probabilmente conoscerai già Google Analytics, lo strumento gratuito che Google mette a disposizione a tutti i gestori di sito per monitorare e controllare le visite al sito.

Se non lo hai ancora installato, corri a farlo perché averlo è il primo passo per aumentare le visite al sito.

Insieme ad Analytics, installa Google Search Console, l’altro strumento gratuito di Google che ti aiuta a gestire il traffico in entrata sul sito.

Prima di qualsiasi altro lavoro sul sito, prendi familiarità con questi due strumenti.

Non è difficile capire le varie opzioni, io non ho mai avuto particolari doti informatiche ma ho imparato a leggere i dati dopo pochi giorni di utilizzo.

Questo è il pannello dal quale analizzare le varie fonti di traffico che arrivano sul tuo sito.

aumentare visite sito

Grazie ad Analytics è possibile conoscere quanti visitatori in totale, quante pagine viste, tempo di permanenza e molto altro.

Le fonti di traffico principali sono quelle provenienti dai motori di ricerca e dai social network mentre le altre minori sono quelle provenienti da newsletter e link diretti.

Dal menu di sinistra, se clicchi su Panoramica vedrai quali sono le fonti di traffico sul tuo sito.

Il traffico organico è quello a mio avviso più importante in una strategia di aumento di visite al sito perché è quello più stabile nel tempo e il solo che garantisce una visibilità duratura.

Per aumentare il traffico organico devi pianificare un calendario editoriale creando dei contenuti di valore che ruotano intorno alla tua idea di business.

Il traffico da referral è quello proveniente da link diretti verso il tuo sito come citazioni in altri siti e pagine web.

Il traffico diretto è il traffico proveniente dal motore di ricerca ma solamente dalle ricerche effettuate digitando direttamente il nome del tuo sito.

Il traffico diretto è il vero metro di successo del tuo sito, più persone digitano il nome del tuo sito e più stai facendo un ottimo lavoro.

Qualsiasi sia la fonte di traffico, il solo modo per aumentare le visite al sito è quello di creare dei contenuti validi che aiutino il lettore a rispondere alla sua domanda. Qualsiasi sia la strategia, concentrati sulla qualità e sulla specificità dei contenuti.

Come incrementare le visite dai motori di ricerca

In Italia, quando parliamo di motori di ricerca, in realtà di riferiamo a Google perché domina il mercato delle ricerche online superando tranquillamente il 90% dell ricerche effettuate nel nostro paese.

Google decide i posizionamenti dei siti sulle serp tenendo conto di circa 200 fattori di ranking dove tra i più importanti troviamo velocità del sito, qualità degli articoli e struttura del sito internet.

Per aumentare le visite, devi studiare i 200 fattori e applicarli sul tuo sito.

All’interno della guida ITS trovi la selezione dei più importanti e di come gestirli nel tuo progetto online.

Dalla mia esperienza con Aprire Azienda, posso affermare che il miglior metodo per aumentare le visite al sito è quello di preparare un calendario editoriale e produrre dei contenuti sempre freschi e aggiornati per la tua nicchia di riferimento.

Un concetto importante è quello della long tail, cioè quello di creare degli articoli dove la parola chiave in realtà è una sequenza di parole così da creare un contenuto specifico in grado di rispondere in dettaglio alla domanda dell’utente.

Leggi anche: come guadagnare online

Un altro aspetto molto importante è la qualità degli strumenti che usi.

Se produci dei buoni contenuti editoriali, ma poi li fai girare su un blog lento di bassa qualità, allora Google non ti prenderà in seria considerazione.

Tra i 200 fattori infatti c’è anche la velocità di caricamento del tuo sito-blog.

E se ci rifletti capisci anche il perché: cosa fai quando arrivi su un sito lento da caricare?

Lo abbandoni, giusto?

Se tu abbandoni i siti lenti, gli altri faranno lo stesso con il tuo.

Per avere un sito veloce devi installare un template di qualità, togliere i plugin inutili e acquistare un hosting performante.

Leggi anche: miglior hosting per WordPress

Aumentare le visite dai social network

I social network, Facebook su tutti, è forse la principale fonte di traffico per molti siti internet. Intorno ai social sono nate molte figure professionali come il social media manager che aiutano l’imprenditore nella gestione della propria presenza online.

Il beneficio principale di questa fonte di traffico è la potenziale viralità che possono generare, ma dall’altro lato è una fonte variabile fatta di grandi alti e grandi bassi in quanto nessuno può prevedere quanto saranno condivisi i tuoi contenuti.

Un sito internet deve creare una pagina Facebook e possibilmente un gruppo Facebook dove condividere i propri contenuti. Molto importante inoltre è frequentare i gruppi degli altri per farsi conoscere all’interno della propria nicchia.

Oltre a Facebook, puoi usare Twitter, Linkedin, Medium, Google Plus, Pinterest e Instagram.

Aumenta le visite grazie alle collaborazioni

In Italia siamo abituati a competere piuttosto che a collaborare, vediamo il sito simile al nostro come un avversario da battere e non un amico con il quale condividere il nostro lavoro.

Se fai parte di questo gruppo di individualisti, sono lieto di annunciarti che non avrai mai successo su internet perché il vero segreto per aumentare le visite al sito è collaborare con gli altri citando i loro lavori quando questi sono di qualità.

Il sito simile al tuo può aiutarti a raggiungere un pubblico che altrimenti non ti avrebbe mai conosciuto e viceversa.

Non siamo invincibili, non possiamo sapere tutto, collabora con le persone con i tuoi stessi interessi così da beneficiarne entrambi.

Infatti, uno dei metodi per aumentare le visite al sito è proporsi come articolista in un blog simile al tuo ma per farlo devi offrire questa possibilità anche nel tuo.

Io ho beneficiato molto nell’ospitare altri imprenditori online perché tutti sono felici di condividere il proprio articolo sui propri social così da diffondere il brand di Aprire Azienda.

Rimani chiuso nel tuo orticello, costruisciti una torre d’avorio, ma attento, rischi di rimanere solo.

Leggi anche: come guadagnare con un blog

Canali aggiuntivi di traffico su internet

Oltre ai social e ai motori di ricerca, puoi aumentare le visite al sito aprendo un canale YouTube dove creare o semplicemente condividere video.

YouTube è uno dei siti più famosi al mondo, ogni giorno milioni di video vengono caricati a fronte di miliardi di visualizzazioni.

Se hai un sito, potrai beneficiare immensamente dal potere che i video hanno.

Immagina di avere un sito di prodotti per animali, immagina quanta visibilità potrebbe avere il tuo sito se inizi a creare una serie di video dove spieghi come pulire il cane, come curare malattie semplici e molto altro.

Ovviamente per fare questo servono competenze, ma qui nessuno ha detto che fare soldi online sia facile e alla portata di tutti.

L’altra fonte di traffico è la newsletter, una delle colonne portanti di un sito internet. Se un visitatore decide di lasciarti l’indirizzo email significa che è interessato al tuo sito e vuole rimanere informato.

Non esagerare con le email, non stancare chi ti segue, non cercare di vendere a tutti i costi, tratta il potenziale cliente come un amico da aiutare.

Grazie alla newsletter, puoi fare dell’email marketing moderata che ti aiuterà a promuovere i tuoi prodotti o servizi.

Se vuoi conoscere la procedura completa per creare un sito capace di attrarre visitatori e di trasformarli in clienti, scarica la guida ITS Idea Traffico Soldi, il metodo passo passo per guadagnare sul web.

Aumentare le visite al sito: considerazioni finali

Se hai un sito che non ha visite, significa che stai sbagliando strategia.

Gli errori comuni sono quelli di non avere un obiettivo specifico e di non aver pianificato un calendario editoriale atto a creare dei contenuti per la tua nicchia di riferimento.

Molti siti non hanno successo perché vogliono parlare di tutto e per tutti, non hanno deciso chi è il cliente ideale, si cerca di accontentare tutti per finire a non accontentare nessuno.

Il business online non è formato solo da una componente ma da molteplici fattori che devono lavorare in armonia tra loro. Prima di pagare per un sito da 5000 euro, studia il mondo del web, formati, leggi quanti più libri e blog possibili così da avere un’idea di quello che ti aspetta.

Non è un caso che la maggior parte dei siti non hanno successo, si vogliono risultati immediati per poi scoprire che non è tutto oro quello che luccica.

Se vuoi aumentare le visite al sito, ti consiglio di leggere la guida ITS Idea Traffico Soldi, il metodo passo passo per guadagnare sul web dove troverai le basi per creare un sito in grado di attirare traffico e soprattutto di convertire in vendite.

Alessandro

 

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

2 Comments

  1. bernardo Gen 11, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *