Come cambiare vita: la parabola della cicaformica 5/5 (2)

Vuoi cambiare vita e non sai come fare?

Bene, allora devi leggere qui.

In questo articolo voglio dare la mia visione definitiva e completa a tutte quelle domande che ogni giorno mi vengono poste qui sul blog o nel gruppo Facebook di Aprire Azienda:

  1. Come cambiare vita visto che non sono felice?
  2. Sono stanco della mia situazione, come posso fare per cambiare paese?
  3. Vorrei aprire un’attività xxxxy nel paese xxxxy, secondo te può funzionare?
  4. Ho un’attività in Italia che non funziona e dei bambini piccoli ma vorrei cambiare, che mi consigli?

Iniziamo subito con una precisazione: anche se mi piacerebbe averla, io non ho la sfera magica e non posso prevedere il futuro di nessuno, tanto meno il mio.

Ogni storia personale è unica e ognuno dovrebbe avere la risposta giusta dentro di se.

La vita è un dono che ci è stato donato ma che nasconde al suo interno tutta una serie di sfide da superare: dalla mia esperienza ho capito che l’aiuto definitivo difficilmente arriverà dall’esterno, siamo noi e solo noi coloro che dobbiamo prepararci al cambiamento.

Fatte le dovute precisazioni, andiamo al nocciolo della questione andando a vedere come cambiare vita secondo il mio modesto parere.

La vita è fatta da pochi grandi eventi e tante anonime giornate

Non so quanti anni hai ma credo che ormai te ne sei reso conto anche tu come me: la vita è fatta da tante giornate anonime che non lasciano nessun segno indelebile nella nostra memoria e ogni tanto sono intervallate da grandi eventi.

Per grandi eventi non mi riferisco ai matrimoni, comunioni, battesimi, eccetera ma a tutte quelle giornate memorabili che lasciano un ricordo vivo e lucente dentro la nostra mente.

Chi più, chi meno, credo che ognuno di noi ne abbia almeno una decina di questi grandi eventi ben freschi dentro la propria mente.

Ora fermati un attimo a riflettere, quando è stato l’ultimo giorno di tale portata?

Un anno fa?

Ieri?

Non lo ricordi più?

Bene, la risposta a questa domanda è importante perché se la vita è degna di essere vissuta è proprio per via di questi giorni memorabili che ci ricordano che la vita è un dono importante da valorizzare.

Questi giorni memorabili non devono per forza di cose essere degli eventi di grande portata come il lancio con il paracadute o il viaggio in Alaska alla ricerca del Magic Bus di Christopher McCandless.

Questi giorni grandi possono essere ricordati anche per eventi piccoli come la vista di un tramonto

Ed è qui la grandezza di coloro che riescono a cambiare vita senza grandi sforzi, carpire l’immensità nelle piccole cose di tutti i giorni.

Se è da tanto che non vivi un giorno da ricordare, domandati cos’è che non va, perché qualcosa che non va ci deve essere per forza.

Ma come fare per raggiungere questi giorni importanti?

Il segreto dipende dalle azioni compiute negli altri giorni, quelli anonimi.

E già, ogni giorno è un’occasione unica per mettersi a lavorare verso i propri obiettivi così da costruire su solide fondamenta il proprio progetto (ricordi la metafora della casa?) così da non doversi più ritrovare con le spalle al muro.

Queste considerazioni finalmente ci aprono le porte alla migliore strategia per cambiare vita: la storia della cicaformica

Leggi anche: come cambiare vita a 20 anni

Come cambiare vita: la storia della cicaformica

come cambiare vitaNon dirmi che non conosci la storia della cicala e della formica perché non ci credo. Questo racconto ha accompagnato intere generazioni di bambini di tutto il mondo, Italia compresa.

Anche se non la conosci, non preoccuparti, la voglio comunque introdurre così da aiutarci nella comprensione della strategia per cambiare vita ( e anche perché ogni tanto mi piace ricordare l’infanzia).

C’era una volta, in una giornata di calda estate, una cicala che beatamente cantava sopra un ramo mentre sotto di essa un’operosa formica che lavorava senza sosta.

Tra un canto e l’altro, la cicala si rivolgeva alla formica dicendole in modo quasi scherzoso: ma perché lavori così tanto, vieni qui a goderti queste belle giornate di sole con me. 

E la formica, senza fermarsi, rispondeva: non posso, devo preparare le provviste per l’inverno prima che sia troppo tardi.

E la cicala ribatteva: suvvia, l’estate è ancora lunga e c’è tutto il tempo per godersela!!!

I giorni passavano e la situazione non cambiò, la formica a lavorare e la cicala a cantare. I giorni passavano velocemente e un giorno tutti gli alberi persero le foglie e arrivò il freddo.

La cicala tremolante scese dall’albero in cerca di calore e di cibo ma non trovo altro che neve e gelo. Nella campagna innevata, si intravedeva un piccolo lumicino e speranzosa la cicala si diresse verso di lei, era la tana della formica.

La cicala bussò e la formica si affacciò: cosa vuoi, chiese la formica? La cicala disse: ho freddo e fame, aiutami per favore. La formica, senza titubare rispose: hai cantato per tutta l’estate, ora balla.

Che ci insegna questa storia?

Semplice, che per avere un futuro sereno dovremmo sgobbare i giorni migliori della nostra vita (l’estate) così da avere tutto il necessario per quando ne avremmo bisogno.

Questo è il modello che regna la nostra società: da giovani dobbiamo lavorare come muli (o in questo caso formiche) così da avere quelle risorse necessarie nei momenti più duri.

Il risultato: persone stressate che perdono i migliori anni della propria vita dietro un progetto lontano di sicurezza che forse nemmeno vivremo mai.

E allora che fare?

Trasformarsi nella cicala che si gode spensierata i migliori anni della propria vita senza preoccuparsi per il futuro ma che inevitabilmente lo porterà alla sconfitta?

Io ho la mia modesta soluzione: lasciarsi indietro i due estremi cicala-formica ed evolversi in una nuova forma più evoluta, sto parlando di diventare una cicaformica.

Ma chi è la cicaformica?

La cicaformica è un individuo che conosce bene le difficoltà della vita, sa che deve preoccuparsi del futuro ma non per questo sacrificare il presente.

La cicaformica è intelligente perché, senza dimenticare il dovere quotidiano, compie piccole azioni quotidiane da formica senza dimenticarsi di godere dei momenti unici che ogni giorno offre proprio come farebbe la cicala.

Tutta la serie di giornate anonime che intervallano i grandi eventi della vita devono essere vissuti proprio come farebbe la cicaformica, una parte dedicata al dovere e una dedicata al piacere senza che i due estremi prendano il sopravvento.

I piaceri della vita sono facili da trovare nella quotidianità, basta alzare lo sguardo al cielo e carpire l’immensità che ci sovrasta.

Che ci piaccia o no, noi non siamo fatti di cemento e smog, siamo qualcosa di più grande anche se ogni giorno ci sforziamo di dimenticarlo.

Sia che tu faccia parte del gruppo delle formiche o delle cicale il risultato non cambia, non puoi vivere felice seguendo i modelli che sin da piccoli ci hanno imposto.

E’ arrivato il momento di cambiare, è arrivato il momento di capire che la vita è una e solo una e che per cambiare veramente serve prima di tutto cambiare se stessi e il proprio modo di pensare.

Leggi anche: come cambiare vita a 30 anni

Prima di cambiare vita, cambia te stesso

Allora che ne pensi della storia della cicala e della formica e della naturale evoluzione in cicaformica?

Forte non è vero? (per i posteri, l’idea della cicaformica è mia e ne voglio i diritti 🙂

Quindi, se ti ritrovi in una delle situazioni descritte dalle 4 domande iniziali, devi trasformarti in cicaformica e metterti subito al lavoro.

Non è difficile cambiare vita una volta capito il sistema.

La lunga strada verso la realizzazione del proprio obiettivo è fatta di step ben precisi:

  1. Domandati chi sei e cosa vorresti essere (non vergognarti ad essere sincero, io ad esempio mi ispiro al grande Bertrand, non so se ce la farò ma sicuramente ci proverò);
  2. Fai un piano d’azione concreto (ci possono volere anni se non decenni come nel mio caso);
  3. Inizia a lavorare tutti i giorni (quando dico tutti, significa tutti) proprio come farebbe la formica;
  4. Ogni giorno non dimenticarti di essere anche un po’ cicala, canta e godi della bellezza che la vita ci offre;

Ti garantisco che se prendi questa strada fatta di lavoro ma anche piacere, alla fine riuscirai in tutti i tuoi progetti di vita.

Quindi, per riassumere, se vuoi cambiare lavoro, vita o paese, sappi che non ci sarà nessuno al di fuori di te che potrà conoscere la risposta, né io né i tanti guru che si fanno strapagare per risolvere i problemi degli altri.

Il percorso verso il traguardo va fatto quotidianamente con la consapevolezza che non si ha scelta se non quella di seguire i propri desideri senza dimenticare mai che la vita è un dono che va vissuto giorno dopo giorno con leggerezza e felicità.

Se vuoi cambiare paese, fallo, ma non prima di studiare la lingua del posto e di effettuare più e più viaggi ricognitivi. Se vuoi cambiare vita e lavoro, fallo, ma non prima di aver ottenuto le competenze necessarie.

Non rischiare mai quello che non puoi perdere, una cicaformica sa bene come gestire il suo tempo e le sue risorse.

Leggi anche: come cambiare vita a 40 anni

Come cambiare vita: considerazioni finali

Quando scrivo articoli sulla crescita personale sono particolarmente felice perché so che da qualche parte in giro per il mondo qualcuno leggerà queste parole e penserà: ma lo sai che questo sconosciuto forse forse ha ragione?

Io sono sicuro che la vita vada vissuta con impegno e leggerezza allo stesso tempo perché è il solo modo per raggiungere grandi risultati degni di nota.

Se vuoi vivere una vita degna di tale nome, inizia ora. Non rimandare.

Vi saluto con un ricordo di un grande attore, mi riferisco a Robin Williams:

Per favore, non preoccupatevi tanto. Perché alla fine, a nessuno di noi è dato soggiornare a lungo su questa Terra. La vita è fugace e se per caso sarete in difficoltà, alzate lo sguardo al cielo d’estate con le stelle sparpagliate nella notte vellutata. Quando una stella cadente sfreccerà nell’oscurità della notte, trasformando la notte in giorno con il suo bagliore, esprimete un desiderio e pensate a me. Fate che la vostra vita sia spettacolare. Io so di averlo fatto.
(Robin Williams)

Se ti piace Aprire Azienda, iscriviti alla newsletter ma soprattutto vieni sul gruppo Facebook MAI ARRENDERSI e presentati agli altri. Se hai una domanda, il gruppo è il miglior posto dove farla.

Grazie, Alessandro

Leggi anche: ITS, Idea Traffico Soldi

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *