Come combattere la depressione. 10 umili consigli.

come-combattere-la-depressione

Come combattere la depressione

Generalmente come combattere la depressione non fa parte dell’ archivio di argomenti su cui il blog Aprire Azienda si basa. Solitamente tratto temi basati sul migliorare la propria vita, come ad esempio sul come trasferirsi all’ estero o come aprire un’ attività all’ estero.

Però qualsiasi sia l’ argomento discusso sul blog, per avere il coraggio di lottare per realizzare i propri sogni, qualunque essi siano, il principio di fondo  passa dall’ avere fiducia in se stessi ed essere felici. Nei miei articoli cerco di dare un punto di vista obiettivo, cercando di dare uno strumento valido al lettore per realizzare il suo progetto.

Questo blog non ha nessuna intenzione di coltivare false speranze ma piuttosto cerca di dare un punto di vista pragmatico della situazione. Non troverai mai elogi sulla vita all’ estero nè quanto sia facile vivere in Australia. Ogni esperienza è a se, la felicità difficilmente si trova nelle situazione esterne. Per questo motivo, cercando di rimanere con il tema del blog, oggi voglio parlare di un argomento ostico e molto difficile da trattare. Purtroppo ho letto in rete articoli di una banalità disarmante sul tema della depressione; lista delle 5 cose da fare per combattere la depressione: mangiare sano, ballare e dormire tanto. Oppure, scopri come vincere la depressione in 5 giorni.

Purtroppo il lato bello o brutto di Internet è proprio questo. Tutti possono dire la sua, lasciando a volte la parola a persone poco affidabili. Comunque è pur vero il contrario. Si riesce a trovare ottimi articoli online sul delicato tema della depressione. Non mi voglio certo elevare a guru del sapere nè tantomeno darmi delle arie. Cercherò, con il massimo del rispetto per le persone che soffrono, di dare dei consigli che spero siano utili o per lo meno di regalare 5 minuti di speranza a chi soffre in silenzio.

Cosè la depressione.

come-combattere-la-depressioneInnanzittutto chiariamo una cosa. La depressione è una malattia. La depressione non è uno stato di tristezza passeggero. Quella appunto si chiama tristezza. La tristezza forse si può combattere con del buon cibo e una bella passeggiata nei boschi, la depressione no. La depressione va combattuta come una malattia vera e propria. Negativismo, sfiducia, disistima, disinteresse alla vita, isolamento sociale, fobie, abbandono. Ovviamente la depressione ha diversi gradi di gravità.

Da un leggero malessere facilmente superabile, a gravissime forme di autodistruzione. Ogni caso è a se stante. Per questo motivo difficilmente si avrà una soluzione che sia valida per tutti. La depressione è una malattia invalidante, distrugge le abitudini, gli affetti, le famiglie e a volte  anche le vite. Purtroppo non sono rari i casi di suicidio.

Come combattere la depressione: conoscere le cause.

Quanti fra di noi avranno pensato che a noi non succederà mai qualcosa del genere. Forse sarà vero, forse no. Purtroppo le cause della depressione sono diverse e varie. Cause biologiche, sociali, psicologiche ed addirittura genetiche. Si crede che la depressione è causata dal mix di tutti questi fattori.

Soggetti predisposti al male che si trovano in particolari situazioni sono più propense a sviluppare la malattia. Eventi tragici, abusi e maltrattamenti possono causare la nascita della depressione. Uso di farmaci, alcol e droghe possono a loro volta peggiorare la situazione. Ogni caso è unico e particolare. Vista la serietà delle cause che possono causarla, combattere la depressione è un processo lungo e articolato.

Come combattere la depressione: riconoscere i sintomi

Vista la natura mutevole della depressione, con diversi gradi di sviluppo, i sintomi ad essa legata sono assolutamente personali e di diversa entità. Se nei casi più lievi i sintomi possono essere limitati ad una leggera sensazione di tristezza, malinconia, basso umore e sfiducia in se stessi, nei casi più gravi si possono presentare dei deliri, atti violenti, allucinazioni, insonnia, innappetenza e addirittura l’ atto estremo del suicidio. Riconoscere la malattia nei stati precoci può rivelarsi di notevole importanza.

Come combattere la depressione: i miei 10 umili consigli

Premetto NON SONO UNO PSICHIATRA. Nè UNO PSICOLOGO. Sono un biologo, ho studiato il funzionamento del cervello ma NON SONO ASSOLUTAMENTE UN MEDICO.Ho vissuto in diversi paesi all’ estero, ho conosciuto molte persone, ho letto molti articoli, scientifici e non, ho letto forum sul tema ma non ho nessuna conoscenza medica al riguardo.

I miei sono solo i consigli di una persona nella norma che riesce ad essere felice solamente con una leggera autoterapia. Non ho mai subito abusi di nessun genere e ho sempre avuto una famiglia che mi ha amato. Non ho mai sofferto situazioni al di fuori della norma. Come tutti ho avuto, e ho tuttora, momenti di malinconia e sconforto però assolutamente non comparabili con uno stato depressivo. Per questo motivo prendi i miei consigli con le pinze; prendili come una piacevole lettura e niente più. Premesso ciò, spero troverai piacevoli i miei 10 umili consigli per combattere la depressione.

1. Accettazione del problema; forse la parte più difficile. Ammettere di avere un problema non è mai di facile attuazione. Riconoscere di stare male può essere una liberazione, mettersi di fronte allo specchio e avere il coraggio di confessare a se stessi di essere depressi è il primo passo per sconfiggere la depressione. Forza e coraggio. Ogni cambiamento inizia da un piccolo passo.

2. Condivisione con gli altri; lottare con male più grande di noi non può essere fatto da soli. Parla del tuo malessere con le persone che ti fidi veramente. Se purtroppo non hai nessun conoscente cerca fra i vari gruppi di supporto della tua zona. Se invece non sei ancora pronto di condividere la tua depressione con gli altri di persona, inizia online. Ti dico questo perchè conosco l’ esistenza di una comunità online di persone serie ed affidabili dove puoi esporre il tuo problema. Si chiama Forum Niente Ansia.

3. Chiedi aiuto; online, di persona, qualsiasi persona, non avere timore di chiedere aiuto. La sola condivisione non è sufficiente. Chiedi aiuto sempre. Non rimanere solo per orgoglio o paura.

4. Consulta un medico; lo so forse non tutti sono nella posizione economica di consultare uno specialista e a volte ottenere un medico della mutua non è sempre immediato. Se hai la disponibilità di frequentare un medico, meglio il parere di più medici, non esitare di farlo. Non mi sento di consigliare nè sconsigliare l’ uso di farmaci psicoattivi. Ogni caso và curato a se. Ovvio che se una cura priva di farmaci è praticabile meglio provarla.

5. Parla con il bambino che cè in te; ognuno di noi ha un bambino dentro di sè pieno di sogni e speranze. Cercalo, vedi se riesci a ritrovarlo e parlaci. Questo è consiglio che sento di dare a tutti.

6. Guarda la parte del bicchiere pieno; se credi che le star di Hollywood siano privi di problemi, beh fidati che sbagli. Nessun essere umano ha il bicchiere della vita totalmente pieno. Tutti hanno delle mancanze, sta a te decidere se focalizzare le tue attenzioni sulla parte vuota o sulla parte piena.

7. Ritrova una ragione di vita; se non si ha uno scopo di vita si muore prima del dovuto. Un amico, un nipote, un figlio, un ideale. Ritrova la tua ragione di vita e lotta per lei.

8. Coltiva la speranza; la speranza è l’ ultima a morire. Coltivala tutti i giorni. Cerca il bello delle cose e non smettere di sperare nel cambiamento. Nessuno è nato per soffrire.

9. Datti un aiuto fisico; anche se non hai fame, sforzati a mangiare cose sane. Anche se non hai assolutamente voglia di alzarti dal letto per aprire le finestre, sforzati di farlo. Anche se non hai voglia di uscire, sforzati a farlo. Un passo alla volta ma fallo.

10. Non smettere di lottare.

Combattere la depressione è difficile. Il risultato non è garantito. Però ti auguro di riuscirci.  E quando avrai sconfitto il male di vivere, ritorna qua sul blog Aprire Azienda per farci un saluto. In bocca al lupo.

Comments

  1. Guido says

    Certo, tutto bello, giusto ed espresso con la giusta prudenza ma…
    …quando uno si trova in queste condizioni cambia la percezione della vita!!
    Tutto questo vale in condizioni ‘normali’ ma quando ci si trova in depressione cambia la valutazione di sé, ci si sente inadatti e inetti a qualsiasi nuova situazione, lavorativa, sentimentale, relazionale, fisica, ecc.
    Il mondo e la vita diventano una montagna impossibile da affrontare al punto che si desiste in partenza, vuoti di ogni energia, senza vedere alcuno stimolo in grado di avere un valore superiore all’immane sforzo che ci si sente di dover affrontare.
    E si resta immobili, sospesi tra impossibilità di decidere di prendere in mano la situazione, l’evidenza che diventa chiaramente insostenibile e il terrore delle energie che risalire dal pozzo costerebbe.
    Si vorrebbe solo che gli altri ci prendessero e si occupassero di noi sollevandoci da ogni decisione, caricandosi il peso di riportarci a nuova vita.
    E in tutto questo cosa ci si sente suggerire come soluzione? Azioni che costano nuove energie!! Ma uno da dove potrebbe prenderle??!
    È un circolo vizioso che non vedo come poter risolvere!

    • Nicoletti AlessandroNicoletti Alessandro says

      Ciao Guido, grazie per riportare il tuo pensiero. Io generalmente non tratto argomenti delicati come la depressione, mi sono sentito in dovere di scrivere l’articolo per via della spazzatura che gira in internet, dove si vuol far credere che per uscire dalla depressione basti andare a fare una passeggiata nel bosco. Se cerchi, forse capisci di che tipo di articoli parlo.
      Se ti interessa di lavoro estero, consigli per migliorare se stessi e la propria situazione lavorativa, ti invito a seguire il blog. A presto.
      Alessandro.

  2. sconosciuta says

    punto 1- superato, ammetto di avere il problema, “sconosciuta” perchè mi guardo allo specchio e stento a riconoscermi
    2- difficile; parlarne con le persone di cui mi fido vorrebbe dire parlare con le persone che amo e farle soffrire
    3- come sopra
    4- questo lo farò se non ne esco da sola
    5- è su questo punto che mi sto concentrando, ma quella bambina è ben nascosta, non la trovo
    6- davvero impossibile, il mio bicchiere è COMPLETAMENTE vuoto
    7- incomprensibile
    8- se sto qui a leggere e scrivere è perchè la speranza di “guarire” ce l’ho
    9- occorrono energie e forza di volontà, davvero uno sforzo sovrumano, ma ce la sto mettendo tutta
    10-è questo il punto che più mi fa paura, la tentazione di lasciarsi precipitare è grande, se lottare mi fa soffrire tanto, perchè continuare a farlo ? non è più comodo lasciarsi andare ?

    • Alessandro Nicoletti says

      Un percorso ad ostacoli che devi fare. Trovo una contraddizione in quello che scrivi. Sul punto due trovi difficile far soffrire chi ti ama e nel punto dieci affermi di trovare comodo lasciarti andare quando in verità lasciarsi andare significa far soffrire chi ti vuole bene. PArla con i tuoi cari e passagli un pò della tua tristezza, ti aiuta a non lasciarti andare del tutto. Sarebbe molto peggio per tutti. Buon lavoro Alessandro

      • sconosciuta says

        Grazie Alessandro, mi sei più d’aiuto te di chiunque altro.
        Si, lasciarsi andare sarebbe la cosa più semplice e a volte la tentazione è tanta, se non lo faccio è proprio per le persone che amo. Soffrono tanto nel vedermi cosi, ma se mi lasciassi andare sarebbe peggio.
        L’impegno ce lo sto mettendo tutto e prego Dio perchè continui a darmi la forza di lottare.
        Anzi, la prima richiesta che faccio a Dio è questa: “Non permettermi di far soffrire i miei cari”
        Pensa, in passato ho avuto a che fare con persone depresse e ho sempre pensato di essere immune da questa malattia.
        Non ti conosco, ma ti sono grata per la delicatezza con la quale hai trattato l’argomento e per avermi risposto, grazie, grazie, grazie… infinite.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *