Come fare un curriculum nel 2014. Le esperienze non bastano.

Come fare un curriculum nel 2014. Ripensare al modello esperienza.

Prima di entrare nel dettaglio su come fare un curriculum nel 2014, voglio chiarire il contesto mondiale attuale, secondo il mio modesto punto di vista, per definire bene quali difficoltà dobbiamo prepararci ad affrontare per ottenere un lavoro.

Ascoltando le notizie, è facile capire che l’umanità sta attraversando un momento storico cruciale per la sua sopravvivenza. Con una popolazione mondiale superiore a 7 miliardi, e una crisi economica senza precedenti, pensare di continuare ad agire con modelli vecchi senza rinnovarsi è deleterio in tutti i campi.

Dalla salute, allo sviluppo sociale alla sfera privata di ogni cittadino, dobbiamo confrontarci con una realtà quotidiana sempre più difficile e tormentata. In un contesto competitivo come quello moderno, dobbiamo reinventarci nuovi schemi per differenziarci. Altrimenti rischiamo di rimanere immobili in situazioni di stallo che non hanno nessun sbocco.

Milioni di posti di lavoro tradizionali sono spariti, creando un surplus di lavoratori. La forte immigrazione e la crisi dei paesi del Mediterraneo hanno provocato una crescente difficoltà nell’ ottenere un posto di lavoro anche nei paesi storicamente avanzati come i paesi nord europei e Stati Uniti. Non è raro incontare notizie come 5000 domande a fronte di poche decine di posti di lavoro.

Se in Italia e altri paesi simili l’aggancio personale è diventato all’ ordine del giorno, anche nei paesi meritocratici dobbiamo scontrarci con una concorrenza agguerrita proveniente da tutto il mondo.

Se è vero come è vero che paesi come la Germania e il Regno Unito offrono ancora una relativa sicurezza per avanzare professionalmente, per riuscire a creare un futuro migliore per noi e i nostri figli, dobbiamo diventare o rimanere competitivi sul mercato del lavoro.

Scrivere un curriculum, magari formato europeo, e inviare la nostra candidatura è diventato pressochè inutile, se non per lavori altamente specifici e professionali. Il nostro Cv si aggiungerà alla fila di altri Cv senza ottenere nessun scopo. Ecco perchè in un mondo che cambia, anche noi dobbiamo cambiare, iniziando dal nostro rapporto con il Cv e il mondo del lavoro. Dobbiamo scoprire un metodo efficace per evidenziare le nostre qualità e differenziarci dalla folla. Per farlo abbiamo mille risorse davanti a noi, iniziando ad esempio dal modello di CV che abbiamo intenzione di creare.

Come fare un curriculum: rivoluzione del concetto di esperienza.

come-fare-un-curriculum-nel-2014Immagina di recarti in un negozio per acquisti di merce usata e il commesso inizia ad elencarti le virtù passate del televisore usato che vorresti comprare: ha fatto il suo dovere per anni, rallegrando le felici serate del vecchio proprietario. Purtroppo ora non è più funzionante. Tu saresti propenso all’ acquisto? Non credo, nonostante il glorioso passato tu non sei interessato per via del dubbio utilizzo dell’ apparecchio.

Forse potresti ritenere offensivo il paragone, ma tu devi considerarti come quel vecchio televisore: il datore di lavoro non è assolutamente interessato al tuo passato. La sola cosa che interessa all’ azienda è quello che tu puoi dare a loro, no quello che hai dato al tuo veccio datore di lavoro.

Devi ripensare al tuo CV da capo: visto che il 90%  sono incentrati sul passato, tu devi fare il curriculum incentrato sul futuro. Concentrati sui vantaggi dell’ azienda a scegliere te piuttosto che il tuo concorrente. Attualmente sto lavorando e non ho bisogno di farlo, ma se lo dovessi fare, il prossimo Cv che dovrò fare sarà senz’altro così.

Come fare un curriculum: 5 consigli.

Per fare un curriculum competitivo, devi rivolgerti al selezionatore in una maniera efficace e vantaggiosa per loro. Le esperienze passate sono solo uno degli aspetti da considerare quando sei alla ricerca di un lavoro. Per avere un’idea del concetto e per facilitare il tuo compito, prova a seguire questi 5 consigli:

1.Usa la rete;

Ho già parlato dell’ importanza di aprire un blog personale e dell’ uso dei social network come Linkedin per trovare lavoro. Il mondo si sta sempre più spostando in rete e non essere aggiornati ti esclude automaticamente da una bella fetta di mercato del lavoro. Dividi i profili della tua vita privata con quelli professionali. Sei giovane, non perderti queste opportunità: continua a seguire fra i tanti anche il blog Aprire Azienda.

2.Emergi dalla massa;

Incentrare il tuo Cv con il metodo del futuro discusso in precedenza, focalizzandoti sui vantaggi dell’ azienda ad assumerti, ti darà una marcia in più, garantito.

3.Presentati;

Il tuo Cv è e rimane comunque un semplice pezzo di carta. Forse anche un pò noioso da leggere per chi vede Cv tutti i giorni. Datti una faccia: crea un video per presentarti, con i contatti magari del tuo blog e dei tuoi profili online pubblici.

4.Dai un assaggio del tuo talento;

Invia una prova di quello che sai fare. Sei un cuoco? Invia una ricetta elaborata da te. Sei un grafico? Invia il tuo lavoro. Ogni professione ha qualcosa da mostrare, la tua fantasia è il limite.

5.Persevera.

Applicando questo metodo probabilmente troverai lavoro ma non subito. La perseveranza è l’arma più difficile ma anche la più importante. E non dimenticare di pensare positivo.

Che ne dici di questo approccio su come fare un Curriculum nel 2014? Lo trovi utile? Spero di si. Se apprezzi l’aiuto che offro gratuitamente al pubblico più giovane ti chiedo solamente di condividere il mio blog con i tuoi amici, di rimanere in contatto sulla pagina facebook e magari un bel +1 sul tasto google plus sottostante. Non ti ho chiesto molto vero?

Se invece l’articolo ti è risultato inutile, ti sarei grato di conoscere il perchè tramite un tuo commento. Le critiche costruttive sono sempre ben accette. Grazie a presto.

Forse ti interessa anche:


Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

5 Comments

  1. margherita Lug 22, 2014
    • Alessandro Nicoletti Lug 22, 2014
  2. Luigi Ott 14, 2014
  3. Massimo caldarelli Feb 29, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *