Come pubblicizzare un blog e convertire i visitatori in clienti

Hai ceduto alla moda di questi anni e finalmente hai un blog tutto tuo ma gli unici che ti leggono sono i tuoi parenti.

Non preoccuparti, ci siamo passati tutti, le statistiche di Analytics sono piatte da mesi e non sai come pubblicizzare un blog, forse forse stai anche meditando di chiuderlo e passare ad altro.

Bene, se questa è la tua situazione attuale, ti consiglio di non mollare, o almeno non prima di aver letto tutto l’articolo.

Il blog è uno degli strumenti più utilizzati in questi ultimi anni per promuovere dei prodotti commerciali, ma solo pochissimi riescono a trarne vantaggio reale perché la maggior parte delle persone non ha ancora capito come usarlo.

Un blog ha bisogno di traffico, ha bisogno di essere letto e i suoi articoli di essere condivisi così da far conoscere le varie offerte commerciali.

Un blog ha anche bisogno di convertire i visitatori in clienti felici che ritornano, che parlano bene del blog, che promuovano direttamente e indirettamente il sito internet.

Se vuoi differenziarti dalla massa e vuoi far emergere il tuo blog, devi utilizzare delle strategie che pochi conoscono, devi avere delle competenze che non tutti sono disposti ad apprendere, devi osare in zone dove gli altri non vanno.

Sei convinto di voler trasformare il blog in un tuo lavoro?

Vuoi vendere online grazie alla scrittura?

Vuoi imparare tutte le tecniche per pubblicizzare il blog ed emergere?

Se si, allora mettiti comodo e arriva fino in fondo all’articolo. Il blog è uno strumento eccezionale grazie al quale è possibile vendere online, promuovere la propria azienda, trovare nuovi clienti e addirittura trovare un lavoro ben pagato.

Negli anni che verranno sarà molto importante avere uno spazio web tutto nostro dove dimostrare le proprie competenze non solo ai potenziali clienti ma anche ad eventuali datori di lavoro.

Non perdere le opportunità che il web sta offrendo, non fermarti alla prima stazione dove la maggior parte dei blog si fermano, lavora seriamente per pubblicizzare il blog e le statistiche presto esploderanno in positivo.

Perché pubblicizzare un blog che fa schifo?

Grazie ai contatti generati con Aprire Azienda, mi ritrovo a dover valutare alcuni progetti online non miei.

Difficilmente sbaglio le previsioni, nei primi cinque minuti mi rendo subito conto se un blog ha futuro oppure no.

Da cosa lo capisco?

In primis dalla passione e dall’impegno che traspare dal blog.

Vedo blog aggiornati ogni due settimane con articoli scopiazzati qua e là da altri siti, vedo siti lenti da caricare con caratteri illeggibili, vedo blogger che non hanno personalità perché copiano lo stile altrui, vedo insomma un grande parlare di blog ma pochi affrontano il tema seriamente.

Infatti, prima di pensare a come pubblicizzare un blog, è necessario riflettere sul perché tale blog dovrebbe essere famoso?

Che valore aggiunto apporta il blog al lettore?

Quale esigenza affronta, e soprattutto come la risolve?

Qual è la ragione per cui un lettore dovrebbe appassionarsi al tuo blog?

Il blog parla di una tematica sola e bene, oppure divaga dalla cucina vegetariana ai viaggi sub?

Queste domande devono trovare risposta immediata molto prima di registrare il dominio internet e acquistare l’hosting, in più occasioni ho suggerito che aprire un blog è facile e alla portata di tutti, ma un conto è aprirlo e un conto è portarlo al successo.

Quindi, per riassumere, la prima domanda da porsi su come pubblicizzare un blog è: il blog è utile oppure fa semplicemente schifo?

Leggi anche: miglior hosting WordPress

Il blog ha successo solo se utile a chi legge

come pubblicizzare un blogSe quello che scrivi sul blog apporta un beneficio, seppur piccolo, a chi legge, scoprirai che non avrai bisogno di promuoverlo perché lo farà da solo.

Sin dagli albori del marketing, il passaparola è lo strumento più potente che un’azienda che ha a sua disposizione.

Se riesci a creare un blog che aiuta le persone in maniera onesta e trasparente, se riesci a mettere come principio l’onestà e la trasparenza, saranno i lettori a promuovere il blog: tutto avverrà come per magia senza un tuo intervento diretto.

Il lato tecnico del blog come qualità del server, look grafico e velocità di caricamento sono importanti, ma da soli non servono a nulla.

La creazione di un blog di qualità non è immediata, prima bisogna formarsi e diventare esperti altrimenti non riuscirai a creare i tuoi contenuti.

Come capire se stiamo andando nella direzione giusta oppure no?

Semplicemente dai primi commenti che riceverai: a volte basta anche una sola email di ringraziamento per capire che stiamo lavorando nella giusta direzione. Generalmente servono almeno sei mesi prima di avere un corredo di contenuti sufficientemente ampio per poter risultare utile e quindi ricevere i primi complimenti.

Se hai aperto il tuo blog da ormai sei mesi e hai già scritto 50 articoli e non hai ricevuto nemmeno un’email di ringraziamento, forse dovresti correggere il tiro e capire dove e come stai sbagliando.

Leggi anche: come aprire un blog con WordPress

Come pubblicizzare un blog grazie alla Seo

Abbiamo capito che il primo segreto per pubblicizzare un blog è quello di avere un blog di qualità che possa generare quel passaparola necessario a tutte le iniziative imprenditoriali.

Un’altra questione molto importante sulla crescita di un blog è la definizione degli obiettivi: quel è lo scopo della promozione del blog? A cosa mi serve un blog pieno di visitatori?

Queste domande servono per poi definire la strategia di crescita. Alcuni blog avranno come esigenza quella di farsi trovare sui motori di ricerca, altri invece converranno che sia meglio puntare sui social o sulle pubblicità a pagamento.

Ogni progetto è a se e pertanto non è possibile rispondere univocamente a queste domande. Definisci gli obiettivi e con la lista in mano organizza le azioni future.

Dalla mia esperienza di blogger, quasi tutti i progetti di blog hanno bisogno di una presenza forte sui motori di ricerca.

Un visitatore che arriva sul blog dal motore di ricerca lo fa perché sta cercando informazioni su un determinato argomento ed è predisposto all’acquisto.

Se un utente digita “hotel economico Parigi” significa che a breve si recherà nella capitale francese, se invece digita “recensioni ultima reflex Nikon” sta cercando dei consigli per l’acquisto della prossima macchina fotografica.

Un blog deve essere capace di intercettare queste e altre domande che vengono poste ai motori di ricerca. Per farlo, il blogger deve avere delle competenze Seo proprie che altrimenti costano migliaia di euro in consulenza.

Il miglior modo infatti per promuovere un blog è creare degli articoli tenendo conto delle regole Seo che influenzano il posizionamento sui motori di ricerca.

Un blog per ottenere traffico dai motori di ricerca deve rispettare i 200 fattori che Google prende in considerazione nella valutazione di un sito internet.

Tra i vari fattori, viene presa in considerazione la struttura del sito, la qualità degli articoli, la velocità di caricamento, l’esperienza utente, il numero di backlink e molto altro ancora.

Se hai delle intenzioni imprenditoriali serie e vuoi beneficiare dei vantaggi del blogging, ti consiglio di leggere ITS Idea Traffico Soldi, il metodo passo passo per guadagnare sul web dove troverai le informazioni complete per promuovere un blog.

Nella guida viene spiegato nei dettagli come portare il tuo blog al successo in maniera organica senza spendere un euro in pubblicità.

Come promuovere un blog sui social

Io non sono un’amante dei social network ma questo non importa a nessuno, la verità infatti è che circa il 50% degli utenti di internet navigano esclusivamente dai social network, Facebook su tutti.

Un blogger che vuole portare il blog al successo deve adattarsi al mercato attuale creando una forte presenza del blog sui vari social.

In questa parte non ti spiegherò perché creare una pagina Facebook un account Twitter, questo lo trovi ovunque, qui voglio soffermarmi sull’importanza di creare delle interazioni con il proprio profilo.

Prima cosa, crea un profilo tuo personale slegato da quello che usi da sempre per gli amici.

A me piace dividere la vita privata con quella professionale, nel mio account privato voglio sentirmi libero di esprimere i miei pensieri più profondi, mentre in quello pubblico mantengo un atteggiamento piuttosto neutrale soprattutto nei temi caldi come politica, religione, eccetera.

Una volta creato il profilo pubblico, iscriviti a tutti i gruppi Facebook che conosci relativi al tuo blog. Una volta trovati i gruppi, seguili per capirne il funzionamento e poi inizia a partecipare alle discussioni in maniera costruttiva.

Non fare mai spam dei tuoi articoli o presto verrai bannato, devi partecipare alla discussione come semplice utente e niente più ma ogni volta devi dimostrare le tue competenze.

Grazie alla tua partecipazione ti stai facendo conoscere come esperto in quella nicchia, stai facendo del personal branding ed indirettamente promuovendo il tuo blog.

All’inizio è difficile farsi conoscere, serve tempo e mesi di duro lavoro, ma se ti ricordi bene io non ho mai detto che sia facile pubblicizzare un blog.

Come promuovere il blog grazie al networking

Purtroppo il mondo del web italiano è ancora ancorato a logiche vecchie del passato dove ognuno si interessa al proprio orticello ignorando quanto sia importante collaborare piuttosto che competere.

Per fortuna ci sono alcuni blogger che hanno finalmente capito la forza della condivisione offrendo la possibilità di ospitare interventi anche dai concorrenti.

Io ad esempio offro su Aprire Azienda la possibilità di promuoversi con un guest post a patto di apportare un valore reale a chi legge. Il post deve essere originale, unico e di buona qualità in linea con le tematiche del blog.

Molte volte ci sentiamo incapaci a pubblicare un nostro intervento ma la verità è che dobbiamo metterci in gioco se vogliamo pubblicizzare il blog.

Non è difficile, basta scrivere un’email proponendo un articolo, male che vada non risponderanno oppure ci diranno di no.

Non hai nulla da perdere, il proverbio dice “tentar non nuoce“.

Sul web devi instaurare relazioni, devi essere disponibile ad aiutare così piano piano ti farai conoscere nella nicchia di riferimento.

Leggi anche: come fare soldi online

Come pubblicizzare un blog: considerazioni finali

Abbiamo visto come pubblicizzare un blog grazie alla qualità e alla cooperazione, voglio salutarti ricordandoti che il solo modo per avere successo online e beneficiare del potenziale del blog è quello di non mollare mai di fronte alle difficoltà.

Il segreto infatti è quello di continuare quando gli altri smettono. Io mi sono inventato il mio lavoro online perché non ho mollato quando altri lo avrebbero fatto, attraverso il blog i risultati sono lenti, non sempre si vedono, a volte serve cambiare per poi ripartire e la verità è che pochi hanno la determinazione tale di andare avanti quanto intorno c’è solo incertezza.

Un blog si promuove nel tempo, i risultati migliori sono quelli difficili da raggiungere perché sono anche quelli che dureranno di più.

Cresciamo e viviamo in una società basata su modelli falsi come le modelle e i calciatori di successo belli e miliardari che hanno ottenuto l’apparente felicità per grazia divina grazie al talento naturale e alla bellezza.

I mass media sono i guardiani del potere, hanno l’interesse a farci credere che il destino sia il padrone delle nostre vite mentre in realtà il destino siamo noi, siamo noi che ogni giorno scegliamo le azioni che faremo.

Qualsiasi obiettivo tu voglia raggiungere nella vita, devi abbandonare le false convinzioni che il successo sia immediato e lavorare su te stesso e sulle tue capacità professionali, solo così avrai il successo che meriti.

Se sei realmente interessato a portare al successo il tuo blog, scarica la mia guida ITS Idea Traffico Soldi, il metodo passo passo per guadagnare sul webl’ho scritta con passione e sincera voglia di aiutare tutti coloro che vogliono reinventarsi grazie al web.

Se ti piace Aprire Azienda e vuoi rimanere in contatto con me e gli altri lettori, puoi farlo iscrivendoti nel gruppo Facebook MAI ARRENDERSI.

 

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *