Come risparmiare: il segreto per fare soldi è non spenderli 4.75/5 (4)

Italiani popolo di risparmiatori, così almeno dicono (dicevano?) le statistiche sul nostro paese.

Fatto sta che sono sempre meno le famiglie che accumulano denaro: alcune non se lo possono permettere, altre invece non sanno proprio come risparmiare.

La nostra vita ruota intorno ai soldi, tutta la nostra quotidianità è influenzata dalla necessità di guadagnare soldi, e noi in cambio li buttiamo via in cose inutili.

Ti ci ritrovi?

Il tema del risparmio è un tema mai affrontato prima sul blog, ho sempre messo davanti il guadagno rispetto al risparmio, ma la lettura di un utilissimo ebook (che poi vedremo) mi ha aperto gli occhi su quanto è importante risparmiare per poter vivere meglio.

Ed è proprio da qui che partiremo, dal fatto che il risparmio economico è una scelta naturale da dover compiere ogni singolo giorno della nostra vita perché senza risparmi diventiamo schiavi di un sistema capitalistico sempre più duro e spietato con le persone che hanno poche risorse finanziarie.

Questo non me lo sto certo inventando io, basta dare un’occhiata alla qualità dei servizi pubblici, alla situazione dei nostri ospedali, delle nostre scuole e camminare per le strade per capire che gli investimenti pubblici nel sociale sono ridotti all’osso, e che per ricevere un trattamento adeguato spesso e volentieri bisogna rivolgersi al privato.

La società di oggi non permette sbagli, serve risparmiare per potersi garantire quella serenità di base per vivere una vita degna di essere vissuta.

E visto che su Aprire Azienda si lotta per la propria felicità, in questo articolo parleremo di come risparmiare nei diversi settori della nostra vita.

Risparmiare soldi è meglio di guadagnare soldi

come risparmiarePerché un euro risparmiato vale più di un euro guadagnato?

Semplice, perché per risparmiare un euro devi fare uno sforzo pari ad un euro appunto, mentre per guadagnare un euro devi fare uno sforzo di un euro + tasse.

Visto da questa ottica, il risparmio è nettamente più facile, specialmente se vivi in Italia, uno dei paesi con più alta pressione fiscale al mondo.

Risparmiare è più facile anche perché non servono particolari competenze per risparmiare, serve solo attenzione e determinazione, mentre per guadagnare soldi servono anche delle competenze che non tutti hanno.

Molte persone decidono di non risparmiare perché vedono nel risparmio come una sorta di disgrazia, un’azione fatta da poveracci per poveracci che non hanno la possibilità di togliersi qualche lusso di tanto in tanto.

Ed è proprio qui che si nasconde la trappola mentale della nostra società: si installa attraverso i mass media modelli sbagliati per condizionare le menti e portarci a sprecare sempre di più e quindi consumare.

A me non piace fare sacrifici non necessari, per il momento non sono ancora diventato masochista, ma dall’altra parte nemmeno mi piace farmi prendere per il culo da una società che mi vuole sempre più povero e consumatore.

Io non sono nemmeno un amante del denaro, i soldi sono un semplice mezzo per fare quello che mi piace, ma una cosa l’ho capita: senza soldi non sei libero.

Senza soldi sei costretto ad accettare condizioni altrimenti inaccettabili, basta guardare il mercato del lavoro oggi dove al massimo ti offrono un contratto da tre mesi a 600 Euro quando va bene.

Se vuoi essere una persona libera, oltre a guadagnare devi anche risparmiare, devi fare piazza pulita dalla tua mente di tutti quei modelli sbagliati che la società vuole imporci, bisogna imparare a pensare con la propria testa.

Per farlo, il primo passo è spegnere quel rettangolo malefico chiamato televisione.

O meglio, non tutta la televisione, ma una buon parte sì, cioè quella fatta da programmi inutili e stupidi.

Io amo i documentari, i film, le inchieste giornalistiche, e anche i cartoni animati, sì li guardo anche se ho più di 30 anni, ma per nulla al mondo passerei anche soli 5 minuti a guardare trasmissioni di pettegolezzi e spazzatura simile.

Quel tipo di programmi è fatto proprio per lavarti la testa, per inserirti dei concetti sbagliati, per portarti alla spesa per cose inutili come l’ultimo modello di smart phone o il pantalone da 200 Euro.

Tu credi veramente di aver bisogno di queste cose?

Io ora faccio una vita invidiabile, non sono ricco, lavoro tutti i giorni dal Lunedì al Venerdì, ma ho conquistato una cosa che pochi possono affermare di avere: la libertà di scegliere. 

E sai come ci sono riuscito?

Con una serie di azioni quotidiane continuative nel tempo.

Ma sai come ho iniziato?

Spegnendo la televisione, riprendendomi indietro il mio tempo perché ha un valore.

Prima di passare ai dettagli su come risparmiare, investi pochi minuti della tua vita a guardare questo breve filmato, poi mi ringrazierai.

Questo primo video è l’estratto di nemmeno un minuto, sotto il video completo, fossi in te mi guarderei il video completo.


Alcuni non vogliono sentirsi dire in faccia la verità, qui l’ex presidente dell’Uruguay invece ce la dice in faccia la realtà.

Quando compriamo cose non le compriamo con il denaro, le compriamo con il tempo della vita, la sola risorsa che abbiamo di reale valore.

Quando hai tempo, hai anche più possibilità per migliorare, per studiare, per formarti e quindi per aumentare anche il tuo reddito e le possibilità di guadagno.

Io ad esempio ho aperto Aprire Azienda nei spiragli di tempo libero, cosa impossibile se avessi sprecato la giornata davanti alla Tv.

Leggi anche: come gestire il tempo

Risparmiare sulle piccole cose che piccole non sono

Dopo la doverosa premessa sull’importanza del tempo, e della libertà che ne consegue, vediamo il primo metodo che funziona per risparmiare.

Chiamiamolo il metodo delle piccole cose che piccole non sono.

Il metodo è piuttosto semplice, si deve cambiare atteggiamento davanti alle piccole spese quotidiane alle quali non diamo importanza.

Quando compriamo un auto, passiamo mesi e mesi a leggere recensioni, commenti, preventivi, annunci di vendita eccetera eccetera. Stessa cosa per comprare una reflex o un nuovo computer.

Ci comportiamo uguale quando invece ci prendiamo un cocktail da 8 euro nel bar sotto casa?

No, non lo facciamo.

Ed è proprio qui che si nasconde lo sbaglio, l’errore che tutti noi facciamo, e cioè non dare importanza nelle piccole spese di tutti i giorni.

E’ qui, nella quotidianità infatti, che si nascondono i maggiori sprechi che svuotano le nostre tasche.

Come fare per rimarginare questa ferita?

Semplice, basta portarsi un piccolo blocco note e appuntare ogni singola spesa fatta per poi calcolare il totale a fine mese.

Fatto ciò, dimmi qual è la percentuale di soldi spesi in cose inutili?

Quali sono le spese inutili?

A mio modesto parere sono:

  • Bevute costose al bar;
  • Sigarette;
  • Abiti firmati;
  • Cibi confezionati;
  • Riviste di gossip;

Queste sono le piccole spese quotidiane inutili, nel corso dell’articolo vedremo come risparmiare anche nelle spese più importanti.

Leggi anche: come fare soldi

Le spese più grandi del popolo italiano

Quando si parla di spesa media degli italiani, ovviamente dobbiamo rivolgersi all‘Istat, l’istituto italiano sulle statistiche. In questo link viene riportato il metodo della rilevazione mentre qui un’analisi in breve.

Indagando sulle tabelle Istat, vediamo che le spese maggiori degli italiani sono:

  1. Alimentari;
  2. Abitazione;
  3. Trasporti;
  4. Mobili, elettrodomestici e servizi per la casa;
  5. Sanità;
  6. Istruzione;
  7. Comunicazioni;
  8. Tempo libero, svaghi;

Analizzando le varie voci di spesa, credo che sia possibile risparmiare in ognuna di esse. Vediamo come.

Come risparmiare in casa

Quando parliamo di risparmio in casa, ci vengono in mente sin da subito le spese per telefono, internet, spesa alimentare e bollette.

Affrontiamole una per una e troviamo delle strategie pratiche per risparmiare concretamente.

Come risparmiare sulle comunicazioni

Voglio iniziare dalla bolletta del telefono ed internet.

Per chi come me lavora online, internet è una spesa necessaria. Quindi, devo trovare un modo per risparmiare ma senza rinunciare.

Ora il 99% delle persone ti direbbe di spulciare le varie offerte delle compagni telefoniche e di scegliere la più economica. Se questo è quello che pensi, fallo pure.

Io voglio usare un approccio differente.

Innanzitutto, dimmi sinceramente quanto usi il numero telefonico in casa?

Io sono anni che non lo uso, grazie a Skype, Facebook, WhatsApp e soprattutto grazie al cellulare, io sono anni che non chiamo dal telefono di casa.

Tu lo usi?

Siamo sempre in giro, passiamo pochissime ore in casa, giusto lo stretto necessario, e quando lo facciamo vorremmo essere lasciati in pace, non è forse vero?

Ed è giusto così, ogni tanto serve staccare la spina. E se per il cellulare basta cliccare un pulsante e spegnerlo, per il telefono di casa è più difficile perché ci sentiamo in colpa di alzare la cornetta.

Il motivo è semplice: e se fosse una chiamata di emergenza?

In verità la prossima chiamata non sarà un’urgenza, la prossima chiamata sarà l’ennesimo operatore telefonico che ti vuole rifilare l’ennesimo contratto di telefonia.

Con tutto il rispetto per questi poveri operatori, le loro chiamate sono una vera e propria scocciatura.

Rifletti un attimo sull’inutilità del numero di casa: spendiamo soldi per ricevere solamente delle scocciature. Gli amici, i familiari, eccetera, ormai usano i cellulari, nessuno ci cerca più a casa.

Unica eccezione gli anziani parenti.

Come fare?

Semplice, se gli anziani parenti sono così anziani, allora dotiamoli di un apparato per chiamare direttamente gli operatori sanitari, il classico bottone di emergenza, per gli anziani meno anziani, se sono in grado di chiamarci a casa allora sapranno anche comporre il numero del cellulare.

Il risultato? Poter dire addio alla bolletta del numero di telefono.

E internet?

Sappiamo bene che in Italia senza linea telefonica non si può avere internet.

Semplice, si ritorna alle origini, quando ancora c’erano i rapporti di buon vicinato.

Se la quasi totalità delle famiglie ha una connessione wifi, basta spiegare loro che possono risparmiare condividendo con te i dati di accesso e tu in cambio ti offri di pagare la metà del prezzo della connessione.

Una situazione win-win, tutti vincono e tutti sono felici.

E se non ho vicini?

Le strade sono due: accontentarsi dei dati del cellulare oppure scegliere una delle numerose offerte di internet senza linea telefonica. Altra strategie è acquistare una chiavetta USB.

Ovviamente tutto dipende dall’uso che ne fai, se proprio vuoi risparmiare e internet è un semplice passatempo, spegni tutto, un buon libro è il miglior modo per passare la serata in relax.

Per quanto riguarda la bolletta del telefono cellulare, il consiglio è rimanere aggiornati tra le varie tariffe offerte e saltare da una compagnia all’altra nel momento del bisogno.

Come risparmiare sulla luce

E’ necessario risparmiare sulla bolletta della luce non solo per la tue economica, ma anche per la salute del nostro malandato pianeta.

Ci sono alcune accortezze dovute alla logica e agli usi, basta spegnere le luci quando non si usano, scegliere i migliori elettrodomestici sul mercato, comprare le lampadine a basso consumo e così via.

Tutte azioni di buon senso che dovrebbero essere stabilite e obbligate per legge.

Queste sono tuttavia misure nel breve termine, un serio progetto di risparmio dovrebbe coinvolgere un percorso a lungo termine dove i risparmi accumulati con il risparmio energetico dovrebbero essere investiti in acquisto di impianti di energia elettrica come ad esempio il solare o l’innovativo eolico casalingo.

Come risparmiare sulla luce sarà oggetto di un articolo futuro come per il resto delle voci qui presenti.

Come risparmiare sul riscaldamento

Semplice, spegni tutto, comprati un paio di coperte così risparmierai centinaia di euro ogni mese.

No, non ti dirò questo, stai tranquillo, la salute è molto più importante del vile denaro. Questo non significa però che dobbiamo buttare soldi dove non andrebbe fatto.

Anche questo è un lungo discorso che merita un articolo a parte, tuttavia qui possiamo fare una breve sintesi dei vari aspetti da considerare per risparmiare sul riscaldamento.

Innanzitutto, prima della stagione fredda, controlliamo che tutto sia funzionante, se la pressione dei termosifoni sia giusta e così via.

Secondo, regoliamo la temperatura dell’impianto ad una temperatura costante leggermente superiore all’ambiente esterno. Che senso ha avere 30 gradi in casa quando fuori si raggiungono i gradi sottozero?

Basta regolare una temperatura ambiente di circa 18° e la spesa si riduce. Se si passano diversi giorni fuori casa, ricordarsi di abbassare ulteriormente la temperatura.

Un altra azione importante è fare in modo di lasciare liberi gli spazi antistanti ai termosifoni così da non ostacolare il flusso dell’aria.

Terzo, aprire le finestre una sola volta al giorno per il ricambio completo dell’aria.

Queste sono azioni immediate, poi c’è da affrontare un discorso più complesso per quanto riguarda l’impianto e la conservazione dell’energia, temi che affronteremo nel dettaglio in un articolo futuro.

Come risparmiare sulla spesa

Risparmiare sulla spesa è essenziale perché è proprio la spesa la prima uscita. Mediamente una famiglia italiana 450 euro al mese per l’alimentazione, con ovvie variazioni regionali.

Il cibo è ovviamente un bisogno primario e in fondo anche un piacere al quale non bisogna rinunciare. Il sottoscritto è un amante della buona cucina, anche se per motivi di salute cerco di regolarmi.

Io, da amante della cucina, quella vera, ho da tempo eliminato tutta la spazzatura, o usando un altro termine, detti anche prodotti industriali: merendine, bevande gassate, cibi congelati, scatolette, dolci confezionati, gomma da masticare, eccetera, eccetera.

Sai cosa è successo quando ho smesso di comprare cibi industriali: risparmio soldi e salute.

Evitare cibi industriali non è solo un fatto economico e salutare, ma anche di gusto: non venirmi a dire che preferisci una pizza surgelata da quella di un vero pizzaiolo.

Non dirmi che preferisci le cotolette già pronte ad un petto di pollo ruspante dell’allevatore biologico impanato e fritto da te.

Quando si parla di cibo, siamo seri per favore, la vera cucina e le industrie sono due cose diverse.

Ma perché allora si compra il cibo spazzatura caro e poco gustoso invece di un cibo vero e genuino?

Anche se mi rimane difficile capire certe azioni illogiche, questo potrebbe essere indotto dal lavaggio del cervello fatto dai mass media dove vorrebbero farci credere che acquistare prodotti di marca sia meglio che mangiare sano e genuino.

Le vere cause non le conosco, so solo che se vuoi risparmiare soldi e salute, cambia dieta. Un articolo a breve sul tema.

Come risparmiare su sanità e istruzione

Per risparmiare sulla sanità è semplice e collegata al capitolo precedente: cambia dieta.

Recenti ricerche scientifiche hanno affermato che il 70% delle malattie che colpiscono l’essere umano è dovuto alle abitudini personali, il 30% alla genetica.

Se per questo 30% non dobbiamo far altro che incrociare le dita e sperare di essere fortunati, per l’altro 70% non abbiamo scuse, siamo noi l’artefici del nostro destino.

Grazie ad una dieta equilibrata guadagniamo due volte, la prima comprando cose genuine non trattate che sono anche più economiche, la seconda grazie al minor uso di medicinali comuni.

Per quanto riguarda l’istruzione, il miglior risparmio è spendere.

Sì esatto, per risparmiare devi spendere perché una persona con cultura è difficilmente manovrabile, riesce meglio in quello che fa, può aumentare il suo reddito grazie ad entrate aggiuntive, può migliorare la sua posizione lavorativa e così via.

Il nuovo motto deve essere: “studiare per risparmiare“. Quindi, per l’istruzione, non badare a spese, ovviamente quello che compri poi usalo.

Come risparmiare con l’auto

Il miglior modo per risparmiare con l’auto è, rulla di tamburi, non avere un auto.

Questa è la domanda: si ha veramente bisogno di un auto? E’ possibile sostituirla con un mezzo alternativo tipo moto, bici, mezzi pubblici?

Se la risposta è no, se l’auto è fondamentale per la tua vita, vediamo come risparmiare.

Il primo aspetto è smettere di guardare la bellezza dell’auto e soffermarsi sui consumi.

Questa la lista della auto che consumano meno del 2016.

Nella classifica vediamo che la migliore è la Toyota Prius, un’ibrida. Scegliere un auto ibrida aiuta l’ambiente, peccato che siano ancora un po’ troppo care e quindi non accessibili a tutti.

Alternativa è scegliere o convertire un auto a metano. I guadagni sono notevoli.

Come risparmiare sull’assicurazione

L’assicurazione è una delle spese principali di chi possiede un auto. Che ci piaccia o no, bisogna giustamente pagare e quindi possedere un’assicurazione auto.

Per trovare la tariffa migliore, puoi consultare le numerose offerte online, capire quali opzioni aggiuntive lasciare o togliere e inserire la scatola nera che comporta uno sconto sulla tariffa. Importante inoltre è la classe di merito, dopo l’ultima riforma è possibile acquisire quella di un parente.

Come risparmiare sulla benzina

Se il metano è la scelta migliore, se hai un auto a benzina o a diesel puoi risparmiare grazie a dei piccoli accorgimenti:

  1. Evita brusche accelerazioni;
  2. Vai a velocità costante;
  3. Spegni il motore nelle lunghe soste;
  4. Controlla la pulizia dei filtri;
  5. Non usare il climatizzatore;
  6. Controlla la pressione dei pneumatici.

Come risparmiare su abbigliamento, tempo libero e svaghi

Risparmiare sull’abbigliamento è facile, basta comprare durante i saldi di fine stagione, evitare gli abiti di marca e soprattutto di non farsi influenzare dalla tremenda voglia di apparire che distrugge i risparmi di tante famiglie.

Ma a cosa serve un pantalone da 300 Euro se non a far ridere le ricche case produttrici?

Ti senti veramente una persona migliore acquistando cose firmate e costose?

Parlando invece del tempo libero e gli svaghi, anche qui io consiglio di non badare troppo alle spese se l’investimento ci porta ad uno stato di felicità.

Un viaggio, un concerto, una cena con amici, è questo il senso della vita, che senso ha risparmiare se poi ogni tanto non ci si gode la vita?

La vita è un bene prezioso, oggi c’è, domani chissà, sono gli sprechi e le spese stupide a dover essere tagliati, non i piccoli ma grandi piaceri della vita.

Anche qui in futuro prometto un articolo specifico.

Come risparmiare soldi: considerazioni finali

In questo lungo articolo abbiamo visto alcune considerazioni base per risparmiare, ora sta a te metterle in pratica. Nel corso delle settimane successive pubblicherò articoli tematici sul tema del risparmio, tema poco affrontato sul blog Aprire Azienda ma che in realtà coincide anche con i bisogni dell’imprenditore.

Un imprenditore infatti ha bisogno di risparmiare sia nell’attività sia nella vita, risparmiare sulla vita privata è una buona abitudine che può influenzare anche la qualità e i profitti dell’attività.

In ogni caso, la parola d’ordine è moderazione senza rinuncia, non ha senso sacrificare troppo ma non ha senso nemmeno sprecare soldi solamente per dimostrare agli altri che possiamo.

Pensa con la tua testa, sarai libero.

Se vuoi approfondire, ti consiglio di leggere la guida dell’amico Davide Marciano che ha scritto una guida specifica per fare soldi risparmiando. Un piccolo investimento, un grande vantaggio.

Clicca il link per comprarla.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *