Come superare un fallimento personale. 5/5 (2)

Superare un fallimento è il mio sport preferito.

Non so te, ma la mia vita è costellata di delusioni.

Quante volte ho creduto di essere vicino, e poi boom indietro come mesi fa.

Mi succede nella vita, mi succede con il blog, mi succede molto spesso in verità.

Ma lo sai perchè i fallimenti sono così frequenti nella mia vita?

Perchè sono molto ambizioso, sogno in continuazione e provo a prendermi quello che voglio.

Non voglio essere un  fallito, al massimo posso fallire.

Come è bello pensare che nella vita per essere felice ed appagato basta impegnarsi e mettercela tutta.

Il web è pieno di guide (ammetto di averle scritte anche io) risolutorie di tutti i problemi del mondo, basta non mollare e il successo è garantito.

Ma come ben sai, la vita si comporta in maniera assai diversa.

Leggi anche: credere in se stessi

Come superare un fallimento e ritrovare la felicità

superare un fallimento

Anche se i fallimenti sono parte integrante della nostra vita, non possiamo disperare e abbandonare i nostri sogni.

Il segreto è imparare a superarli e riiniziare con più convinzione.

In questo articolo ti elencherò tre semplici tecniche che uso per superare le mie delusioni.

Ammetto di essere diventato un esperto in materia dati i miei numerosi fallimenti.

Come detto in precedenza, data la mia forte tendenza al sognare, ho applicato per lavori da favola. Questi lavori come puoi immaginare erano, e sono, molto ambiti.

Soprattutto con un lavoro ero  sicuro di avercela quasi fatta: ero lì, grazie alle mie strategie per cercare lavoro ero riuscito a raggiungere lo stadio finale, l’ultima selezione.

Ma il destino era lì in agguato.

Un banale incidente domestico mi ha precluso la possibilità di essere scelto.

Prove fisiche con il gesso e avversari ben preparati hanno fatto il resto.

E’ stato un vero fallimento, ancora oggi a distanza di mesi sento il peso della delusione. Ma ora credo di averla superata e per questo motivo ho deciso di elencarti le tre tecniche da me usate per superare un fallimento.

Se anche tu sei come me, allora ti consiglio di continuare la lettura di questo articolo.

Se invece tu sei una persona che si accontenta, che non hai mai fallito perchè non hai mai provato, bene puoi anche chiudere e continuare con la tua vita. A volte invidio le persone senza scopi, sono più sereni.

Le tre strategie per superare un fallimento

Grazie alle tecniche qui descritte, imparerai a gestire un fallimento. Non esiste miglior metodo per raggiungere i propri obiettivi, se conosci il nemico, impari a lottare e alla fine a vincere.

Non credere chi ti dice che i sogni sono facili da raggiungere, se il tuo sogno non fa ridere coloro che lo ascoltano, significa che il sogno non è abbastanza grande.

Per grandi sogni, ci sono grandi fallimenti, la vita è un percorso ad ostacoli che non possono essere evitati, devono essere affrontati, impara ad affrontarli grazie alle 3 strategie elencate qui di seguito.

1.#Accettazione

Il primo passo per superare un fallimento è accettarlo con tutto quello che comporta. Accettare i pensieri negativi, il senso di frustazione, l’amarezza della sconfitta.

Dai il benvenuto a questi nuovi compagni di viaggio.

Tristezza, scatti d’ira, depressione, rabbia, invidia, sfiducia in se stessi.

La lista può continuare all’infinito.

Queste nuove sensazioni si riproporanno quotidianamente tutti i giorni quando meno te lo aspetti.

Il segreto è osservare questi pensieri negativi come un’entità distaccata, non cercare di scongiggerli, non lottare contro di loro ma dagli il benvenuto.

Salutali, accettali e aspetta che se na vanno.

Questo periodo può durare mesi, addirittura anni a seconda dell’entità del fallimento, ma quando arrivano non contrastrali, accetta di stare male.

Esistono centinaia di storie zen sull’argomento, evitiamo di accettare che la vita è fatta anche di dolore e sofferenza.

Non esiste giorno senza notte, salute senza malattia, amore senza odio.

Per apprezzare il calore del sole, dobbiamo conoscere il freddo della neve.

La vita è un ciclo bellissimo composta da cose belle e cose brutte. Accettiamo il brutto, sperimentiamo la depressione per gioire della felicità.

2.#Il riposo

Milioni di cv inviati senza risposta, selezioni senza successo, rifiuti da tutte le migliori università. Il fatto di essere in molti nella tua stessa situazione non ti deve consolare.

La scuola americana sulla crescita personale racconta la favola che devi continuare a provare, provare, provare fino a che non riesci. Si ok, tutto bello, ma noi non siamo americani.

Io sono italiano, europeo al massimo, ma di sicuro non americano e felice di non esserlo.

Tolta la scorza sulla loro scuola americana della crescita personale, rimane comunque nel fondo la verità.

La verità che un vincente è semplicemente uno che non molla. Sono molto daccordo, non a caso il motto del blog Aprire Azienda è non arrendersi.

Ma un conto è non mollare, un conto è l’esaurimento nervoso!!!

Dopo un fallimento devi riposarti.

Qualsiasi siano le attività causa del fallimento, mollale, abbandonale.

Fai altro, riposa la tua mente, ricorda che non sei una macchina, un robot, sei un essere umano.

Forse le logiche dell’economia moderna si sono dimenticate di questo, ma noi non siamo indistruttibili. La fase del riposo deve durare quanto quella della lotta.

Fai quello che ti piace, passa del tempo con gli amici, divertiti, distrai la tua mente. Rinforzala.

3.#La ripartenza

Accettare, riposare, ok tutto necessario, ma prima o poi devi ripartire.

Fai tesoro del fallimento, della sua accettazione e del perchè hai fallito. Forse solo sfortuna o fato, oppure è stata colpa tua. Ogni esperienza della vita porta il suo bagaglio di insegnamenti.

Dopo un adeguato riposo del fisico e della mente, analizza empiricamente i motivi del fallimento e trasformali nella tua forza.

Impara dai tuoi errori e riparti.

Attento, questo non significa che dopo il fallimento arriva il successo.

Preferisci un’ amara verità o una dolce bugia. Siamo grandi, ti dico la verità.

La verità è che dopo un fallimento c’è forse un altro fallimento, poi un altro e forse ancora un altro.

Quando arriva il successo?

Io non lo so, so solo che se cado 100 volte mi rialzo 101, se cado 1000 volte, mi rialzo 1001, e cosi via.

E tu hai deciso da che parte stare?

Superare un fallimento: considerazioni finali

Questa conclusione è scritta circa un anno dopo dalla pubblicazione dell’articolo.

Ti dico una cosa, in questo anno di durissimo lavoro su me stesso, ho parzialmente raggiunto alcuni dei miei obiettivi, mi sono rialzato dai fallimenti passati e ora non ho più paura ad affrontarli perchè ho appreso che sono parte del gioco.

Senza fallimento non posso crescere, io devo crescere, devo migliorare e per farlo devo fallire e imparare dagli errori.

Te lo assicuro, una volta capito il meccanismo, fallire e rialzarsi è un gioco da ragazzi. Soprattutto per noi italiani, che nel bene o nel male, siamo abbastanza fortunati ad essere nati qui in Italia, sii onesto, potrebbe essere andata peggio.

Nonostante le difficoltà, siamo nati in un paese dove la libertà di movimento è garantita, dove i bisogni primari quali cibo e vestiti sono garantiti anche dallo straordinario lavoro dei volontari, in pratica, abbiamo una situazione di partenza che ci permette di lavorare sui nostri sogni.

Se ti piace l’articolo e sei una persona riconoscente, condivi l’articolo e parla del blog con i tuoi amici.

E comunque Aprire Azienda ha molti articoli sulla crescita personale. Qui sotto ne trovi alcuni, te li consiglio.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *