Come vendere online: tutto quello che devi sapere

Hai un negozio online che fa zero vendite?

Hai costruito un sito che non ha né traffico né clienti?

Allora devi leggere la guida in italiano più completa su come vendere online.

Se hai un’attività e se vuoi espandere il tuo giro di clienti, allora devi leggere tutto l’articolo e magari salvarlo nei preferiti.

Vendere online non deve rimanere prerogativa delle grandi multinazionali, anche i piccoli imprenditori hanno il diritto/dovere di creare il proprio negozio virtuale così da incrementare il proprio giro di affari.

I numeri parlano chiaro, secondo i dati del Sole 24 ore, sempre più italiani scelgono il web come canale preferenziale per i propri acquisti e pertanto è non più possibile rimandare lo sbarco nel mondo del web.

Dalla statistiche emergono due dati importanti: il primo è che l’Italia è fanalino di coda nelle percentuali di acquisti online se paragonato con gli altri paesi europei, mentre il secondo dato indica che la metà di tutte le vendite online avvengono attraverso i grandi portali come Ebay e Amazon.

Il primo aspetto è confortante perché indica ancora grossi spazi di crescita in termini di volumi di acquisto, mentre il secondo deve far riflettere sulle colpe italiane: abbiamo lasciato enormi fette di mercato alle multinazionali americane con sedi operative fuori dal nostro paese.

In questo contesto non c’è molto da fare se non rimboccarsi le maniche e puntare sulle vendite online incrementando la presenza e la credibilità delle aziende italiane nel mondo dell’e-commerce.

In questo articolo vedremo come vendere online pianificando una strategia di ampio respiro capace di farci competere con le grandi aziende.

Bisogna educare e rispettare la clientela

Non ho la pretesa di avere ragione al 100%, però penso che in parte la colpa è degli imprenditori italiani se il cliente preferisce acquistare attraverso i portali come Amazon ed Ebay.

Il motivo principale secondo me è l’affidabilità che questi siti offre al cliente. Prendiamo il caso di Amazon: oltre a garantire sicurezza nei pagamenti e nella consegna, Amazon offre il servizio di reso gratuito.

Negli anni Amazon si è costruito l’immagine di un’azienda efficiente che non ha nessun problema a rimborsare il cliente (più volte ho testato il servizio reso con esito positivo) così da conquistare enormi fette di mercato.

Nessun e-commerce italiano gestito da un piccolo imprenditore è riuscito a guadagnarsi la fiducia come i grandi colossi americani.

E’ in questo ambito che dobbiamo agire, dobbiamo garantire trasparenza e affidabilità, dobbiamo isolare i disonesti e garantire un servizio di reso gratuito altrimenti non avremmo chance di sopravvivenza.

I clienti italiani non hanno problemi ad acquistare dai piccoli negozianti, il segreto è quello di instaurare un rapporto diretto con il cliente attraverso una strategia di comunicazione che parte sia dai social network sia dai contenuti del sito.

Questo è quello che possiamo fare noi imprenditori del web, fornire un servizio competitivo e affidabile, sono certo che la clientela non si farà attendere.

Se ti interessa, nella mia guida ITS, Idea Traffico Soldi, spiego come riuscire a creare un sito capace di generare vendite senza spendere nulla in pubblicità.

Come vendere online: pianificazione e competenze

Ho già descritto in altri articoli l’importanza di conoscere il web in maniera approfondita prima di investire in esso.

La situazione classica di un aspirante imprenditore parte dall’errata convinzione che basta avere una buona idea e un bel sito per vendere online.

Purtroppo o per fortuna non è così!!

Per vendere online infatti, oltre ad avere un buon sito, devi avere una strategia che ti porti ad avere dei visitatori costanti da poter convertire in clienti felici.

Per farlo è necessario andare oltre alla classica richiesta di preventivo alle agenzie web perché sarà inutile avere un sito senza avere le competenze necessarie per gestirlo.

Alcune attività puoi e devi delegarle, ma la visione d’insieme deve essere sotto il tuo controllo, devi avere delle nozioni tecniche per incrementare la visibilità del tuo progetto per non mollare alle prime difficoltà.

Le competenze necessarie per vendere online passano tutte attraverso l’apprendimento del web marketing e delle sue mille forme.

Conoscere il web è importante non solo per ridurre l’investimento iniziale ma anche per poter poi valutare le eventuali collaborazioni esterne con degli specialisti.

Leggi anche: strategie di marketing per vendere di più

Ti faccio un esempio esplicativo.

Dopo aver aperto il tuo sito, ti rendi conto che non sai bene come pianificare una strategia di web marketing per portare visitatori sul sito.

Quindi ti metti alla ricerca e inizi con il chiedere diversi preventivi.

Il primo preventivo è più alto del secondo e addirittura non ti vengono promessi risultati certi di posizionamento, mentre il secondo preventivo è più leggero e ti promette posizionamenti certi sui motori di ricerca.

Ad un occhio inesperto l’attenzione ricadrebbe quasi certamente verso il secondo preventivo, quello dei risultati certi.

Al contrario, chi ha delle conoscenze del web opterebbe per la prima opzione sapendo bene che non è possibile avere la certezza del posizionamento in nessun progetto Seo.

Questo è solo un esempio, più conosci il web e meno rischierai di rimanere truffato.

Leggi: il miglior hosting WordPress

Aprire un negozio online di nicchia

Il primo e più importante concetto da apprendere per vendere online è quello della nicchia di mercato.

Un sito internet che vuole vendere dei prodotti sul web deve innanzitutto specializzarsi in uno specifico campo e non perdere mai il focus perché ad oggi non è possibile piazzare un sito su più nicchie.

I continui aggiornamenti di Google e la presenza dei grandi competitor hanno creato una situazione in cui il piccolo imprenditore non ha altra scelta che specializzarsi al massimo per poter sopravvivere.

Per posizionare un sito ampio serve un budget molto grande, parliamo di decine di migliaia di euro, mentre un piccolo sito di nicchia ha esigenze minori in termini economici.

Più il sito è specifico e più facile sarà piazzarlo sui motori di ricerca.

La nicchia deve avere delle caratteristiche specifiche, nella guida ITS ti spiego nel dettaglio come valutare e testare una nicchia di mercato adatta per vendere online e guadagnare.

Non fare l’errore comune di voler vendere tutto a tutti – per quello c’è già Amazon – ma specializzati su un ambito di tuo interesse e diventa il punto di riferimento, approfondisci dove gli altri si fermano, offri la migliore esperienza utente e la miglior assistenza al cliente per quella nicchia specifica. Solo così puoi vendere online con profitto per molti anni ancora.

Leggi anche: come fare soldi online

Come aumentare le vendite grazie alla Seo

Scelta la nicchia di mercato, devi passare all’azione con una strategia a lungo termine come quella che la Seo offre.

La Seo sono tutte quelle attività atte a migliorare la visibilità di un sito sui motori di ricerca. Capire e conoscere la Seo è essenziale per un piccolo imprenditore perché è grazie ad essa che il tuo sito riceverà visitatori.

I continui aggiornamenti di Google (domina il mercato delle ricerche in Italia) fanno sì che i vecchi trucchetti per piazzarsi non funzionano più, anzi addirittura penalizzano, ora nel 2016 serve creare un sito che rispetti una serie di condizioni atte a creare un progetto utile per l’utente.

Nel lungo percorso verso l’acquisizione delle competenze necessarie per vendere online, ti ritroverai a studiare come scrivere un articolo per il web in grado di piazzarsi, imparerai come costruire un profilo di backlink verso il tuo sito così da aumentare la popolarità del sito per poi conoscerai le tecniche di copywriting e di storytelling capaci di fidelizzare il lettore e di convertirlo in cliente felice.

Una strategia Seo inizia dalla ricerca delle parole chiavi con lo strumento gratuito messo a disposizione da Google per poi creare un calendario editoriale composto da contenuti gratuiti per informare i clienti circa la tua azienda.

Ti farò un esempio rapido come quelli creati per la guida ITS, immagina di voler vendere accessori per la Gopro.

Dal pannello di controllo di Adwords ricaviamo questi dati:

come vendere online

Dalle chiavi di ricerca proposte, devi impostare le categorie e i tag del sito creando una struttura efficace dove poi inserire i vari articoli dedicati ogni volta alla singola parola chiave.

Con una buona pianificazione, sarà possibile piazzare i tuoi articoli che serviranno da ancora per attirare visitatori al sito.

Una volta che il visitatore arriva, dovrai catturare la sua attenzione dimostrando di essere una persona competente in grado di poter offrire il miglior servizio sul mercato.

E’ facile passare dalla teoria alla pratica?

Le competenze per vendere online si imparano in pochi giorni?

La risposta ad entrambe le domande è no.

Se lo fosse, le fabbriche e gli uffici sarebbero vuoti e saremmo tutti in spiaggia a godere dei guadagni generati online.

La verità ci dice il contrario, ogni dieci progetti solo uno forse riesce a competere sul mercato sempre più dominato dalle grandi aziende.

Per la procedura completa, ti devo rimandare alla guida ITS.

Come vendere online: incrementare la presenza online

La Seo è la miglior strategia a lungo termine per vendere online ma di sicuro non è la sola né la più veloce. Piazzare un sito sui motori di ricerca è una pratica che richiede mesi e non sempre è possibile aspettare i benefici nel lungo termine.

Per ovviare ai limiti di tempo, è possibile pianificare delle campagne pubblicitarie utilizzando sia il servizio di Google sia i banner su Facebook.

I seguenti link ti indirizzano verso le guide ufficiali:

Grazie alle campagne pubblicitarie è possibile testare la propria idea di business. Generalmente le campagne non sono create con lo scopo di vendere online direttamente il prodotto ma di generare dei contatti con il potenziale cliente attraverso l’indirizzo email.

Una volta costruita la lista, attraverso dei programmi appositi si inviano una serie di email per presentare il prodotto al cliente.

Quando crei delle campagne, calcola bene l’investimento e ottimizza gli annunci così da rimanere in attivo tra costi e ricavi.

La presenza sui social per un negozio è importante, serve aprire i vari profili e gestirli quotidianamente anche per dimostrare una certa presenza sul web.

Per un piccolo negozio online sarà utile anche aprire dei profili di vendita nei grandi negozi online: ancora una volta le aziende come Amazon ed Ebay ricompaiono sulla scena.

Queste le guide da leggere:

Con il tempo ti consiglio comunque di vendere direttamente sul tuo sito così da incrementare i margini e guadagnare di più.

I prodotti che puoi vendere online sono pressoché infiniti, dalle guide digitali ai libri per passare alle t-shirt o ai mobili personalizzati.

Il bello di vendere online è che puoi avviare l’attività anche senza soldi perché puoi esternalizzare il magazzino vendendo con il metodo innovativo del Drop Ship: tu ti occupi delle vendite e il magazzino è gestito da un’altra azienda.

Leggi: scegliere il tema WordPress

Come vendere online: considerazioni finali

Su questa guida abbiamo dato un piccolo assaggio del complesso mondo delle vendite online. Se vuoi aprire un’attività su internet devi essere un bravo imprenditore con competenze multiple: devi saper scrivere ma allo stesso tempo saper presentare il prodotto nel miglior modo possibile.

Per vendere su internet non servono capitali ma passione e determinazione nel continuare anche quando tutto sembra andare storto.

Ti saluto con questa immagine che spiega immediatamente cosa significa fare business online:

come vendere su internet

A volte i nostri sforzi sembrano non servire a niente e per questo molliamo, ma non possiamo farlo perché non sappiamo quanto siamo vicini alla meta.

Magari il prossimo colpo è il vincente, magari no, ma se molli non lo saprai mai. Nel business online funziona esattamente così, non sai mai quanto sei vicino al traguardo.

Grazie,

Alessandro

P.s se vuoi avviare la tua attività online, clicca qui sotto e scarica la guida:

Scarica la guida per vendere online ITS Idea Traffico Soldi 

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

One Response

  1. luca Mag 9, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *