Cosa vendere online: il segreto del successo è il focus 4.33/5 (3)

Hai problemi economici e vorresti trovare una soluzione grazie alle potenzialità del web aprendo un negozio virtuale ma non sai cosa vendere online?

Sei già nel commercio da molti anni e vorresti incrementare il tuo fatturato?

In questo articolo ti spiegherò come e cosa vendere su internet senza buttare soldi inutilmente in servizi e consulenze che non ti servono.

Si leggono infatti un paio di articoli di blog, si verifica l’aumento delle vendite online attraverso le news del quotidiano di fiducia e ci si convince che l’ecommerce sia la soluzione a tutti i nostri mali.

In fondo Jeff Bezos si Amazon è diventato una delle persone più ricche al mondo grazie al commercio online, perché non potrei farlo anche io?

Mi dispiace, ma se fosse così facile allora le fabbriche sarebbero vuote e tutti sarebbero dei felici e ricchi venditori online.

La dura realtà è che solo 1 commerciante su 100 riesce nell’impresa di vendere online con successo.

Il fallimento è dovuto soprattutto dall’ignoranza che si ha circa il mondo del web, dai facili entusiasmi, dalla fretta, dalla troppa convinzione nelle proprie idee, e diciamocelo pure, anche da un po’ di arroganza.

Chi è digiuno di web pretende di ottenere risultati senza lo studio, si crede che basti avere un sito internet per vendere online e fare soldi ignorando completamente le regole del gioco.

Si cercano delle scorciatoie che non esistono.

Per vendere online bisogna innanzitutto essere umili e accettare che bisogna studiare e formarsi per capire le dinamiche di un mondo che offre ancora molte opportunità.

Se pensi di avere queste qualità personali, allora continua a leggere l’articolo.

Il giusto approccio al commercio online

cosa vendere onlineLa prima lezione che ho appreso vendendo online è quella del pubblico.

Chi si affaccia sul web per la prima volta forse non sa che la vendita è solo l’ultimo anello delle catena, si deve prima creare un pubblico interessato intorno alla propria offerta.

Forse dieci anni fa non serviva, ma ora il commercio online è dominato dai colossi come Amazon che lasciano poco spazio all’improvvisazione.

La giusta strategia per vendere online parte appunto dalla creazione del proprio pubblico e per farlo bisogna prima creare il luogo virtuale dove portarlo.

Questo luogo ovviamente è il sito.

Per approfondire, leggi come creare un sito.

Un sito capace di competere con i colossi del web deve avere queste caratteristiche:

  • Rivolgersi ad una nicchia di mercato specifica;
  • Avere un nome dominio facile da ricordare;
  • Chiaro nei contenuti;
  • Facilmente navigabile;
  • Veloce nel caricamento;
  • Proporre contenuti utili e informatici in grado di generare fedeltà nel pubblico.

Spiego nel dettaglio questo e molto altro nella mia guida ITS.

Decidi cosa vendere online partendo da un solo prodotto

Esatto, un solo prodotto.

Un solo e singolo specifico prodotto.

Questo è sicuramente il miglior consiglio che posso darti. Chi parte sul web, generalmente inizia una ricerca destinata alla ricerca del preventivo più basso per la creazione di un ecommerce formato da centinaia di pagine.

Un ecommerce così strutturato non può costare poco perché sono necessarie molte ore di lavoro e nessun professionista serio e competente può lavorare per delle noccioline.

Il risultato di questa ricerca al ribasso è un sito fatto male, confuso e soprattutto invisibile sui motori di ricerca. E come spero saprai, un sito invisibile sui motori di ricerca non vende nulla.

Se dedichi anima e corpo alla vendita di un singolo prodotto, lo sforzo richiesto per ottimizzare il sito è ridotto e il costo abbordabile.

E’ meglio avere un catalogo di 100 prodotti ma non venderne nessuno, oppure vendere un singolo prodotto varie volte al giorno?

A te la risposta.

Leggi anche: come guadagnare online

Come decidere quali prodotti vendere

Se segui il mio consiglio di vendere un solo prodotto, devi definirlo seguendo non solo le tue passioni, ma anche le tue competenze.

Ti spiego.

Vista l’enorme concorrenza in praticamente tutti i settori, per dare visibilità al tuo prodotto devi utilizzare delle strategie di marketing rivolte alla creazione di contenuti gratuiti tipo articoli o video da diffondere sul web.

Questi contenuti avranno lo scopo di attrarre il potenziale cliente verso la tua offerta commerciale. Per scrivere articoli o creare video dovrai ovviamente possedere le competenze necessarie per farlo.

Se parli di lavatrici, dovrai conoscere le lavatrici, se vuoi vendere obiettivi nikon, dovrai sapere tutte le caratteristiche.

Queste competenze sul prodotto sono necessarie ma non sufficienti, dovrai infatti integrarle con le competenze relative al web come la Seo e il social marketing.

Se un utente digita su Google “migliori videocamere Sony” significa che sta cercando consigli e suggerimenti sui vari modelli per conoscerne le caratteristiche e poi procedere con l’acquisto.

Chiaramente il tuo obiettivo è far arrivare il potenziale cliente sul tuo sito di vendita.

Come fare?

Grazie alla Seo.

La Seo è l’insieme di pratiche atte ad aumentare il posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca.

Ovviamente le competenze non finiscono qui.

Per decidere cosa vendere online devi infatti valutare anche la qualità della nicchia.

Se vuoi vendere pigiami a forma di pinguino, probabilmente saresti l’unico, ma magari nessuno è interessato all’acquisito.

Per capire se c’è richiesta, devi da una parte calcolare i volumi di ricerca di determinate parole chiavi con gli strumenti di Google tipo Adword, dall’altra frequentare i punti di ritrovo online con astuzia.

Che significa?

Significa che per sapere cosa vuole la gente, devi saperla ascoltare. Leggi i forum, frequenta i gruppi Facebook, leggi le recensioni su Amazon, devi sapere cosa la gente cerca.

E non solo, frequenta anche il mondo reale, chiedi ai tuoi amici cosa cercano, ma soprattutto osserva cosa comprano.

Non è facile decidere quale prodotto vendere su internet, ma se ti dai il giusto tempo vedrai che troverai quello adatto alle tue possibilità.

Se parole come Seo, content marketing, chiavi di ricerca e valutazione della nicchia ti suonano come l’arabo, allora dovresto fare un piccolo investimento leggendo la mia guida ITS.

ITS sta ad indicare Idea Traffico Soldi, le tre componenti che ti aiuteranno nel difficile compito di vendere online e guadagnare.

Nella prima parte della guida, quella dedicata all’idea, ti spiego come sviluppare un’idea di business legata al mondo del web che possa convertire e portarti al guadagno economico.

In questa parte imparerai come scegliere e soprattutto come valutare la nicchia di mercato.

Scelta l’idea, si passa alla seconda parte, quella dedicata al traffico.

In questa fase molti imprenditori online si bloccano, non sanno come portare traffico qualificato sulla propria vetrina online.

Questo accde perché si pensa erroneamente che basti avere un sito bello graficamente per vendere online. Magari il concetto era valido due decenni fa, nel 2016 avere un sito non serve a nulla perché si perde velocemente nei miliardi di siti differenti.

ITS ti insegna come ritagliare il tuo piccolo spazio sul web.

L’ultima parte è quella dedicata ai soldi, la parte probabilmente più facile e veloce perché una volta che porti traffico al tuo sito ben strutturato, i soldi sono una conseguenza.

Clicca qui per leggere ITS Idea Traffico Soldi

Esempio di cosa vendere online

Visto il metodo, voglio farti qualche esempio pratico di idea business per vendere online.

Partiamo facendo un Brainstorming stilando una serie di idee.

Dalla lista di idee, isoliamo quelle che hanno le seguenti caratteristiche:

  • Sono prodotti con un mercato online già esistente (esempio di prodotto che non funziona sono gli occhiali, le persone hanno il bisogno di provare fisicamente il prodotto);
  • Sono prodotti sufficientemente costosi (vendere anelli da 3 euro non è un’idea);
  • Hanno un gruppo di appassionati (esempio i fotografi);
  • E’ possibile parlare delle caratteristiche del prodotto (vendere tovaglioli da tavola non funziona);
  • Il prodotto è qualcosa che ci appassiona, non abbiamo problema a scrivere o parlare per ore del prodotto;
  • Esistono ricerche sufficienti sui motori di ricerca (per valutare la nicchia, leggi ITS).

Mi viene in mente un negozio online di snowboard, un negozio di obiettivi nikon, abbigliamento invernale per bambini, un negozio di converse, vendere navigatori Tom Tom, costumi da bagno per giovani, tavole da surf, sedie per ufficio, barbecue, estrattori, eccetera, eccetera.

Alla fine, l’idea migliore sarà quella che verrà in mente a te perché animato dalla passione.

I vantaggi di vendere un prodotto solo

Il vero vantaggio di vendere un solo o pochi prodotti è quello dell’approfondimento. Google premia i contenuti approfonditi e i siti di nicchia.  Solo con un negozio di nicchia puoi entrare nei dettagli da appassionato. Diventerai il punto di riferimento per quella nicchia, sarai il migliore perché sarai specializzato.

Con pochi prodotti a catalogo riduci i costi al minimo massimizzanzo i profitti. Idealmente lascia spazio per la crescita, ma quello solo in un futuro prossimo.

Così strutturato, il tuo ecommerce riuscirà a ritagliarsi il suo piccolo orticello commerciale.

I colossi del web non possono entrare nel dettaglio perché vendono tutto a tutti, tu devi vendere molto a pochi.

Come strutturare il negozio

Vendere con magazzino o in Dropship?

Limitarsi a vendere esclusivamente dal proprio sito o ampliare l’offerta su Ebay e/Amazon?

Creare un sito con hosting proprio o affidarsi ad una piattaforma?

Ogni caso è unico, considera che vendere sul proprio sito di proprietà è il modo più impegnativo ma anche più redditizio perché non dovrai pagare commissioni.

Dall’altra parte serve molto più tempo per raggiungere un pubblico ampio rispetto all’utilizzo di Amazon o Ebay.

Io se dovessi reiniziare da zero comprerei il dominio, ci costruirei intorno un sito con WordPress e inizierei con il content marketing. Se il prodotto è fisico cercherei dei partner per vendere in Dropship. Includerei inoltre una parte su Ebay e Amazon.

Un sito proprietario che però si affida all’aiuto dei fornitori e dei grandi marketplace.

Leggi anche: come vendere online

Cosa vendere online: considerazioni finali

Giunto alla fine dell’articolo, ti faccio i miei più sinceri auguri di riuscita nel tuo intento di vendere online e avere successo.

Se segui i consigli dell’articolo e in aggiunta leggi ITS, le probabilità di avere un’entrata extra mensile non è un’utopia irrealizzabile.

Io ci sono riuscito, altre migliaia di persone ci sono riuscite, perché non dovresti riuscirci anche tu.

Dimmi un valido motivo per cui non dovresti almeno tentare.

Se ti piace Aprire Azienda, rimani in contatto iscrivendoti alla newsletter e al gruppo Facebook MAI ARRENDERSI.

Per approfondire su come e cosa vendere online, leggi ITS Idea Traffico Soldi, il metodo per guadagnare sul web.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *