Diventare apicoltore. Come avviare un’apicoltura di successo. 4.73/5 (22)

La guida diventare apicoltore di successo è la lettura che fa per te se vuoi iniziare una seconda attività imprenditoriale oltre al tuo classico lavoro.

Innanzitutto, se è la prima volta che capiti sul mio sito (Aprire Azienda) sono lieto di darti il benvenuto e spero vorrai rimanere con me anche in futuro.

Se sei una persona dinamica, ottimista e ambiziosa questo è il blog che fa per te.

Ogni giorno (o quasi eheh) pubblico articoli per infondere fiducia nei giovani e meno a giovani, cerco di dare degli strumenti pratici che aiutano a risolvere problemi e cerco di motivare i lettori ad inseguire i propri sogni.

I sogni non sono fatti per restare nei cassetti, i sogni sono la cosa più bella che la vita ci ha donato e dobbiamo lottare per raggiungerli.

Realizzare un progetto di vita è un processo lungo e difficoltoso ed avere un supporto pratico e morale è molto importante.

Soprattutto in questo periodo, dove la precarietà regna sovrana, è importante non mollare e trovare uno scopo per ritrovare la felicità.

Grazie al meraviglioso territorio italiano, pieno di problemi ma comunque bellissimo, possiamo puntare i nostri sforzi verso la creazione di un’attività legata alla natura come quello dell’apicoltura.

Il miele italiano sta diventando una rarità, molti dei prodotti presenti nei supermercati vengono dall’estero ma la richiesta di miele di qualità è alta.

Diventare apicoltore oggi è  un’opportunità reale di guadagno.

Diventare apicoltore: le qualifiche necessarie

diventare apicoltoreIniziamo con il dire che apicoltori non ci si improvvisa. Quando si lavora con gli animali bisogna sapere cosa si sta facendo o rischiamo un disastro.

Le api sono insetti con una biologia delicatissima e la sola alterazione di uno dei suoi parametri vitali renderà il vostro lavoro vano.

La specie più allevata nel mondo è senz’altro l’ Apis Mellifera.

All’interno della famiglia sono presenti tre differenti “caste”: l’ape regina, le api operaie e durante il periodo riproduttivo gli esemplari maschi.

Seguendo il link di wikipedia che ho riportato, potete approfondire il discorso anatomico, ecologico e biologico delle api. Io ho letto il testo è l’ho trovato molto utile e formativo.

L’ape è un insetto sociale, la gerarchia interna all’alveare è ben definita e il suo studio è uno dei più complessi di tutto il regno animale.

Se vuoi diventare apicoltori, devi nutrire un amore profondo verso questi piccoli amici e inoltrarti nello studio delle condizioni ambientali favorevoli allo sviluppo del prezioso miele.

Quello che a noi interessa è come sfruttare il prezioso prodotto finale dell’incessante lavoro delle api, appunto il ricercato miele ma non solo.

L’apicoltura è l’allevamento delle api con lo scopo di utilizzare il prodotto finale dell’alveare che in questo caso prende il nome di arnia, essendo costruita dall’uomo.

Il lavoro dell’ apicoltore essenzialmente consiste nel creare le condizioni ottimali di sviluppo dell’alveare e in cambio raccogliere una parte del ricavato: miele, pappa reale, cera d’api, polline, propoli e apitossina.

Facile a dirsi ma molto più difficile a farsi: l’apicoltura è una branca della zootecnica insegnata addirittura all’università e le competenze necessarie sono diverse.

Il primo passo per diventare apicoltore è senza dubbio seguire un corso didattico e sporcarsi le mani con una discreta mole d’esperienza.

Potete evitare il corso se nella vostra zona è presente un’associazione di apicoltori o avete un amico disposto ad insegnarvi.

Generalmente gli apicoltori sono abbastanza restii a rivelare i loro segreti ma con un po’ di fortuna avrete il giusto esperto disposto a muovere i primi passi.

Uno dei siti di riferimento per trovare gruppi vicino alla vostra zona è il portale della FAI: Federazione Apicoltori Italiani.

Un altro sito che mi sento di consigliare è il forum agraria dove molti esperti mettono a disposizione il loro sapere.

Ricorda, la prima caratteristica di un apicoltore di successo è la pazienza: prima di investire migliaia e migliaia di euro prova le tue capacità investendo in poche arnie (un paio) per un paio d’anni per poi ingrandire la tua attività anno dopo anno.

Come detto all’inizio, per avviare un’attività imprenditoriale di successo il miglior modo è farlo come hobby e secondo lavoro. Come per me il blog Aprire Azienda.

Leggi anche:Azienda agricola 2.0: ideare e creare un business agricolo di successo”

Capitale necessario per avviare la tua apicoltura di successo

All’incirca dai due ai tre milioni di euro possono bastare.

Ovviamente sto scherzando!!!

Come per tutti gli hobby, non hai bisogno di ingenti capitali ma solo una forte passione per l’apicoltura.

Dare una mano gratis ad un apicoltore esperto, partecipare alle riunioni, seguire un corso, questi sono i primi investimenti in forma di tempo che devi mettere in conto.

Solo in un secondo momento è utile pensare all’acquisto di un terreno agricolo e le attrezzature vere e proprie.

La dimensione minima del terreno agricolo necessario è veramente minima. Con poche decine di metri quadrati a disposizione, avrai tutto lo spazio necessario all’avvio della tua nuova passione.

Il tempo per ingrandirti verrà poi in seguito.

Per dare una cifra approssimativa dei soldi necessari all’avvio, credo che 700-800 euro (senza terreno ovviamente) cosi suddivisi siano sufficienti:

  • Corso apicoltura 150 euro circa;
  • Acquisto tre arnie 200 euro circa;
  • Indumenti e affumicatori 100 euro circa;
  • Laboratorio di smielatura da poche centinaia di euro a migliaia, consiglio per i primi anni di avvalersi di un laboratorio esterno;
  • Terreno agricolo: impossibile dare una cifra valida per tutti.

Leggi anche: coltivare zafferano

Diventare apicoltore: come promuovere i tuoi prodotti

Sono passati diversi anni dal tuo inizio, ogni anno la raccolta del miele è sempre più abbondante e di qualità e hai deciso di dare una svolta alla tua vita e dedicarti alla tua passione a tempo pieno.

Da buon apicoltore, come diventare anche un buon promotore dei tuoi prodotti?

Questo è decisamente il mio campo. A

vendo seguito un corso di marketing e business nel Regno Unito, ho scoperto un mondo molto affascinante.

Se vuoi diventare bravo a far conoscere i tuoi prodotti devi credere nel karma.

Si hai capito bene, il karma!!!

Fai una buona azione e riceverai buone azioni in cambio.

Soprattutto nei primi tempi, dovrai dare prima di ricevere.

Questo significa che devi regalare i tuoi prodotti e far parlare di te nella zona.

Inoltre usa la creatività: organizza corsi gratuiti di apicoltura, inventa un nuovo piatto culinario con il tuo miele e promuovilo nei locali della zona, sfrutta la potenzialità del web creando un blog di nicchia incentrato sulle tecniche di produzione, magari avvia un canale youtube, investi nel marketing estero.

Leggi anche la guida ITS dove imparare come usare il web a tuo vantaggio

Come diventare apicoltore di successo

Quando ricevo email di aiuto per aprire un’attività, vedo un errore di valutazione abbastanza comune: l’aspirante imprenditore è focalizzato troppo sul lato pratico e poco sul lato umano della propria situazione.

Infatti, se si vuole avviare un’attività e avere successo, di qualsiasi natura, la cosa più importante è la propria condizione personale.

Avviare un’attività comporta tempo, denaro, fatica, pazienza e determinazione. Per averle è molto importante avere una stabilità economica alle spalle.

Avere un primo lavoro, magari lo odiamo ma almeno è un’entrata sicura, è di fondamentale importanza.

Avere la sicurezza economica permette di impegnarsi con più serenità al proprio progetto imprenditoriale.

Te lo dico perché se non avessi un lavoro, tu probabilmente non leggeresti questo blog.

Se fai sul serio, devi prima di tutto leggere e informarti.

Per aiutarti, ho messo tutta la mia passione e determinazione nell’ebook “Azienda agricola 2.0: ideare e creare un business agricolo di successo”

azienda agricola

Leggi: Azienda agricola 2.0: ideare e creare un business agricolo di successo”.

Questa piccola introduzione è necessaria per entrare nel vivo dell’articolo.

Io credo che, per diventare apicoltore di successo, la prima regola è iniziare l’attività di apicoltura come secondo lavoro.

Partiamo dall’idea che il nostro è un hobby, un passatempo nettamente migliore di guardare la tv sul divano e leggere notizie politiche.

Sei daccordo?

Diventare apicoltore: conclusioni

Cosa ne pensi, sei ancora convinto di diventare apicoltore?

Io spero di sì perché un produttore di miele naturale in più è un valore aggiunto alla nostra società consumistica che va sempre di corsa.

Riscoprire i veri valori della vita e della natura, mangiare sano e biologico è la base per vivere una vita serena e felice.

Il mondo del biologico e del chilometro zero sta vivendo un vero boom e il made in Italy è da sempre famoso in tutto il mondo. Io credo che negli anni futuri avremo sempre più bisogno di apicoltori professionisti, perché non dovresti essere tu?

Spero che il mio articolo sia stato di tuo gradimento.

Se vorrai rimanere in contatto con il blog puoi iscriverti alla pagina Facebook oppure al canale google plus o alla newsletter.

Se vuoi contattami pure per discutere della tua idea imprenditoriale nel gruppo Facebook MAI ARRENDERSI.

Forse ti interessa anche:

Clicca qui per leggere la presentazione del mio ebook

 Azienda agricola 2.0: ideare e creare un business agricolo di successo”

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

11 Comments

  1. Massimiliano Feb 24, 2015
  2. cristian Ott 19, 2015
  3. erika Nov 3, 2015
  4. David Gen 10, 2016
  5. Lorenzo Feb 15, 2016
  6. Rosvita Nov 5, 2016
  7. Giorgio Nov 6, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *