Diventare massaggiatore a Londra. La storia di Giampaolo.

A Prova di #Brexit Aggiornamento

Il popolo Britannico ha scelto, il Regno Unito ha deciso di lasciare l’Unione Europea.

E ora cosa sarà di noi italiani?

Ti tranquillizzo sin da subito che il referendum per il momento non cambia nessuna regola. Tutto quello che trovi scritto nella guida è valido.

Il referendum infatti non ha valore legale, ora la palla passa al governo che deve tradurre il volere popolare in un lungo processo che non si verificherà prima di due anni.

Che significa questo per te?

Significa che se vuoi vivere a Londra, questo è il momento migliore per farlo. Le regole attuali sono in vigore e quando il Regno Unito FORSE lascierà l’Unione Europa tu avrai già la stabilità necessaria per rimanere.

Ora ti lascio con l’articolo originale 🙂 Buona lettura!!!

Diventare massaggiatore a Londra. La storia di Giampaolo.

Molti trovano scuse, mentre altri trovano una via. E fra questi altri c’è anche Giampaolo che è riuscito a diventare massaggiatore a Londra. Il suo racconto è il classico esempio del concetto che voglio portare avanti nel blog Aprire Azienda: niente è impossibile ma serve tempo, impegno e soprattutto passione nel fare le cose.

E anche se all’inizio sembra molto difficile, se non non impossibile, con la costanza e il giusto atteggiamento, è sempre possibile realizzare i propri sogni.

Oltre a tutti gli articoli gratuiti che trovate sul blog, dopo quasi 5 anni d’esperienza sul campo, ho deciso di pubblicare il solo ebook presente in lingua italiana sul business in Regno Unito.

Aprire un’attività in Uk è facile se sai come farlo” spiega tutto il procedimento di avviamento di un business e non solo: riporta un elenco delle aziende che assumono, un template per compilare il Cv, consigli per finanziare il business e vivere i Uk in maniera del tutto indipendente.

La lettura del manuale è fondamentale se hai delle ambizioni imprenditoriali. Lavorare è bello, farlo per se stessi è magnifico. Se acquisti l’ebook, hai inoltre diritto ad un’ora di consulenza via Skype dove ti aiuto a realizzare il tuo progetto.

Il Regno Unito è forse il miglior paese al mondo per investire.

Se anche tu che leggi l’articolo hai la passione dei massaggi, e un tuo scopo è diventare massaggiatore professionale, la lettura dell’ intervista ti sarà di aiuto. Lascio la parola a Giampaolo.

Diventare massaggiatore a Londra: la parola a Giampaolo.

1.Ciao Giampaolo, parlaci di te, chi sei, da dove vieni, cosa hai studiato.
diventare massaggiatoreCiao, mi chiamo Giampaolo, sono un ragazzo di 31 anni di Jesi (An), la capitale del Verdicchio, una cittadina dove la tradizione si manifesta continuamente e le sfaccettature del quotidiano sono sempre le stesse.

Alle superiori ho studiato ragioneria indirizzo programmatori, studiato per modo di dire, ma e’ alle superiori che feci per 5 anni prima di iniziare a viaggiare ed assaporare quello che il mondo ci offre al di fuori del nostro recinto nazionale.

Finite le superiori lavorai per 2 anni come ragioniere presso la Cava Gola della Rossa a Serra San Quirico ma un viaggio a Cuba, all’epoca diciottenne, mi apri la porta al piacere di parlare spagnolo all’epoca. Quindi lasciai il lavoro all’eta’ di 20 anni e andai a Malaga in Spagna per un corso intensivo trimestrale di spagnolo.

Fu un esperienza unica, ho sempre apprezzato immergersi completamente in qualcosa piuttosto che farla una o due volte per settimana. Da qui inizio’ tutto, i viaggi in Sud America, il rientro in Italia per un corso privato part time di shiatsu e medicina cinese e poi il trasferimento definitivo a Londra.

2.Dove sei ora?
Ora sono a Londra, mi trasferi’ nel 2006 per imparare l’inglese con l’idea di fermarmi solo qualche mese, giusto il tempo di imparare la lingua ed andare in Asia per altri corsi di massaggio.

3.Perchè proprio Londra?
Fu una scelta istintiva, non saprei dirti perchè proprio Londra, pero’ nel corso tempo per quanto non fosse una meta pianificata e’ risultata essere la migliore al momento.

4.La molla per lasciare l’italia?
Di molle ce ne sono tante e credo che spesso sono personali. Per quanto mi riguarda, se inizialmente tornare a casa dopo un viaggio era fonte di arrecchimento e sviluppo, arrivo’ un punto in cui Jesi non aveva piu niente da offrirmi e risulto’ spontaneo lasciare la cittadina per continuare a crescere.

5.Lavoro attuale, studi fatti per ottenere la qualifica ecc…
Attualmente lavoro come massaggiatore in una clinica cinese al centro di Londra. Studiai il corso di Shiatsu a San Benedetto del Tronto, part time per un 2 anni; poi andai in Thailandia per un corso intensivo di tre mesi di massaggio tailandese e adesso sto per finire il corso di massaggio sportivo qua a Londra.

6.Difficoltà incontrate (lingua amici ecc)
Beh inserirsi in un nuovo posto comporta adattarsi e ricominciare: dalla lingua, agli amici e dalla citta’ stessa. E’ un processo lungo, giornaliero, e’ come in parte rinascere e muovere i prima passi giorno dopo giorno (specialmente per la lingua).

Sicuramente ci sono difficolta’ di base che se uno fosse nel suo paese natale non incontrerebbe, ma sono dei stimoli per andare avanti e mettersi alla prova. L’importante e’ saper accettare le differenze tra il lasciato e l’acquisito; accettare i nuovi costumi e fare il possibile per integrarsi.

7.Situazione attuale
Considerando quello che ragazzi della mia generazione stanno vivendo in Italia, non mi posso lamentare: ho un lavoro, sono indipendente e riesco ad andare avanti. Direi che non e’ poco. 🙂

8.Progetti futuri
Beh, continuare sulla strada segnata qualche anno fa, continuando a studiare e specializzarmi, sperando di poter acquisire nuove tecniche di massaggio e accumulare esperienza nel settore in modo da affinare le mia capacita’.

9.Consigli a chi vuole vivere a londra
Come ho detto prima, il sapersi adattare avendo il piacere di ricominciare e non piangersi addosso se non c’e’ mamma che cuoce e sistema casa. 🙂

Grazie a Giampaolo e alla sua testimonianza. Un piccolo tassello in più per dimostrare che volere è potere. Il percorso di Giampaolo è inoltre da stimolo a chi crede che una volta intrapresa una strada non sia possibile cambiare. Il percorso iniziale di ragioneria e il lavoro amministrativo non è stato un limite, ma anzi un’opportunità per avere la possibilità di frequentare il corso professionale da massaggiatore sempre sognato. Quello che può sembrare un impedimento, è possibile trasformarlo in aiuto. Basta volerlo.

Se anche tu vuoi diventare massaggiatore, non ti resta che affrontare un percorso simile. Rimani aggiornato, continua a studiare con passione e soprattutto, non mollare mai.

Se avete apprezzato l’impegno di reperire informazioni che quotidianamente faccio, le sola richieste (gratuite) che vi chiedo è quello di rimanere in contatto con il blog Aprire Azienda tramite la pagina Facebook,  condividere l’articolo con i vostri amici e votare l’articolo con il tasto +1 di Google plus sottostante. Se avete bisogno di chiarimenti o consigli, non esitate a contattarmi. Grazie a presto.

Letture consigliate:

Clicca qui per visionare il video corso innovativo e risolutivo per aprire un centro massaggi in Italia.


aprire un centro massaggi

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

One Response

  1. Niculina Grigore Apr 3, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *