Come inventarsi un lavoro con Airbnb e guadagnare: guida definitiva 4.85/5 (26)

Molte persone non sono soddisfatte delle entrate che ricevono dal loro lavoro.

Riuscire a cambiare per trovare una soluzione più remunerativa non è però così semplice.

L’alternativa è inventarsi un secondo lavoro che magari aiuti ad arrotondare lo stipendio e poi, ad un certo punto, se le cose prendono piede, farlo diventare la propria occupazione principale.

A proposito di persone che cercano soluzioni alternative e vogliono inventarsi un lavoro, ho il piacere di ospitare oggi Matteo Biancolini, l’autore di MyPecunia , il Blog per imparare a risparmiare e costruire un capitale, anche partendo da zero.

Matteo ha fatto la scelta coraggiosa di lasciare il suo lavoro a tempo indeterminato per lanciare il suo progetto online.

Come metodo per finanziarsi e sostenere la sua attività ha sviluppato un piccolo business su Airbnb.

Per questo motivo gli ho chiesto oggi di raccontarci come ha fatto e quali sono i “segreti” per trasformare un’attività apparentemente semplice in un business vero e proprio.

Matteo, a te la parola.

Grazie Alessandro, ricordo ancora quando ho letto l’articolo Iniziare un secondo lavoro da casa e creare una rendita online  e ho pensato…

Ecco! Ha perfettamente ragione, cosa sto aspettando!

Sono quindi contento di poter condividere qui su AprireAzienda il frutto di prove ed errori che mi hanno portato a guadagnare abbastanza da poter finanziare il mio progetto online.

Vediamo subito come si fa.

Hai una stanza in più che usi come ripostiglio?

Hai una casa che attualmente è libera?

Hai la possibilità di sistemare una zona della tua casa per poterla affittare?

Allora Aibnb è la soluzione che fa per te.

Puoi aprire un business direttamente sulla piattaforma, diventando Host e cominciando a guadagnare fin da subito.

C’è un però.

Molte persone pensano che guadagnare su Airbnb sia facile e veloce.

In realtà ci sono alcune regole da rispettare e soprattutto alcuni errori da evitare.

Se leggerai a fondo questa guida potrai creare un reddito alternativo e, in alcuni casi specifici, addirittura farlo diventare la tua fonte di entrate primaria.

Voglio raccontarti tutto quello che devi sapere su come si imposta un business su Airbnb, per cominciare a guadagnare da subito in modo facile e sicuro.

Parleremo di come si fa a valutare la convenienza di aprire questo tipo di attività, come la si crea e quali rischi si corrono.

Vedremo anche come funziona la gestione delle tasse e dei costi (commissioni), particolare da non sottovalutare.

Sei pronto/a? Cominciamo!

1. COS’E’ AIRBNB?

Airbnb è una piattaforma presente ormai in quasi 200 paesi al mondo, che mette in contatto tutti coloro i quali hanno una casa o una stanza libera, con persone che hanno bisogno di un alloggio per le vacanze o perché sono di passaggio.

Da sempre, chi viaggia con Airbnb cerca qualcosa di più dal suo viaggio.

Vuole provare cosa vuol dire essere un cittadino di quel posto e “vivere” come un locale.

Vuole entrare in contatto con le persone e con la cultura del paese che sta visitando.

Se sarai in grado di offrire questo tipo di esperienza, in cambio raccoglierai un guadagno significativo.

Gli utenti che prenotano le stanze o le case si chiamano “Guest”, mentre coloro che ospitano si chiamano “Host”.

Airbnb si occupa di agevolare tutto il processo di incontro tra le due parti, effettuando anche la regolazione economia, che avviene in modo immediato e sicuro.

Quando il soggiorno finisce, entrambe le parti devono effettuare la valutazione reciproca.

Con questo sistema di feedback vi è la possibilità di mantenere un alto livello di meritocrazia e di imparzialità nei giudizi sulle esperienze di soggiorno, così che i futuri ospiti e ospitanti potranno migliorare continuamente la loro presenza sulla piattaforma.

A questo punto tantissime persone pensano: facilissimo, mi iscrivo subito, carico l’annuncio, scelgo il prezzo e comincio a guadagnare!

Ecco il primo errore.

In realtà l’80% del lavoro è da svolgere prima, dietro le quinte.

Ma andiamo con calma.

2. DOVE COMINCIARE

Se stai leggendo questa guida è perché vuoi mettere in piedi un vero e proprio business alternativo, per differenziarti dalla massa indistinta di gente che lo fa per hobby o per racimolare qualche piccola somma extra.

Quindi, come tutti i business che si rispettino, anche in questo caso bisogna partire con un’analisi del mercato.

La prima cosa da fare è andare direttamente sulla piattaforma di Airbnb e verificare i prezzi e le descrizioni degli altri annunci presenti nella tua zona.

guadagnare con airbnb

Dopo averli esaminati con cura, sarai in grado di capire come si muove il mercato, quali sono i prezzi medi e la tipologia di servizi offerti.

Attenzione: non ti fidare del prezzo che ti suggerisce di applicare Airbnb.

Ricordati che la vera differenza è data dalla qualità del servizio e se tu riesci a posizionarti almeno un gradino sopra gli altri, sarai in grado di chiedere un prezzo più alto ai tuoi ospiti.

Del resto, quando compri qualcosa e ti stupisci della sua qualità, la sensazione di soddisfazione è talmente alta che ti senti ampiamente ripagato del prezzo speso.

Quella stessa sensazione la devi trasmettere anche agli ospiti della tua casa.

Ricordati che saranno loro che ti faranno la miglior pubblicità.

Come vedi, la parte di strategia è fondamentale.

Sun Tzu diceva che le battaglie si vincono prima di essere combattute.

Così come quando devi fare la pianificazione finanziaria per la gestione del tuo denaro e degli investimenti, anche in questo caso, più sei preparato, più possibilità hai di vincere a guadagnare!

Dopo aver effettuato la ricerca di mercato, puoi cominciare a preparare la stanza.
Attenzione, questo non è ancora il momento di definire il prezzo.

Ora ti devi chiedere quanti servizi vuoi offrire ai tuoi futuri Guest.
Ricordati che più servizi offri, maggiore sarà il prezzo che potrai chiedere.

Qui devi metterti nei panni del viaggiatore e chiederti: tu cosa vorresti trovare al tuo arrivo?

Come prima cosa in assoluto, sicuramente il WiFi.

Vorresti avere delle guide della città?

Vorresti sapere quali sono i principali eventi culturali, le zone dove si svolge la “movida”, eventi particolari come un concerto o una mostra temporanea?

Vorresti avere delle informazioni sul modo di viaggiare e di muoversi con i mezzi pubblici?

Magari sapere come raggiungere i principali luoghi di interesse?

Magari avere informazioni su alcuni posti strategici di uso frequente (un bar, le poste, una banca, il punto informazioni turistiche, la stazione dei treni ecc…).

Se fossi un ospite straniero potresti aver bisogno di sapere come tradurre le frasi più frequenti, come “Quanto costa?” o “Che ore sono?” o “Quanto è lontano?” o “Scusi, posso chiedere un’informazione?”.

Insomma, più riesci ad immedesimarti nel tuo ospite e a capire di cosa ha bisogno, maggiore sarà la probabilità che tu riesca a fornire un’offerta di valore e quindi a chiedere un prezzo più alto.

3. COME IMPOSTARE IL TUO PROFILO

A questo punto devi impostare il tuo profilo.

Dopo essere andati sul sito di Airbnb, si effettua la registrazione come Host.

fare soldi con airbnb

La piattaforma è estremamente agevole nell’accompagnarti in questo processo.

Airbnb infatti ti aiuta a creare il miglior annuncio possibile, invitandoti ad inserire tutte le caratteristiche che possono aumentare la possibilità che tu riesca a ricevere Guest e a guadagnare fin da subito.

quanto rende airbnb

Qui le persone commettono il secondo grande errore.

La fase di impostazione è la più delicata e va affrontata con calma e precisione.

Il modo con cui prepari il tuo annuncio farà un’enorme differenza tra chi guadagna e chi no.

Di seguito ti faccio vedere i principali punti su cui devi prestare la massima attenzione e su cui devi investire il tuo tempo per preparare l’annuncio perfetto che si differenzierà rispetto agli altri.

4. FOTO

Diciamolo apertamente.

La foto è la prima e, in alcuni casi l’unica, variabile che sposta l’attenzione di un utente che va su Airbnb.
Prima ancora del prezzo e dei servizi, se un annuncio ha delle belle foto, la tua probabilità di ricevere una prenotazione aumenta esponenzialmente.

Airbnb ti offre la possibilità di avere un fotografo gratuito che faccia il giusto servizio fotografico, ma devi essere un Host qualificato.

Ciò significa che devi aver dimostrato di essere un Host di qualità, un SuperHost.

Ti consiglio vivamente di assumere un fotografo professionista per fare le foto dell’appartamento o della stanza.

Lo metterai nel conto degli investimenti necessaria del business.

PRO TIP: Se vuoi diventare un imprenditore di successo puoi anche trovare il modo di coinvolgere un amico fotografo e chiedergli di offrirti il servizio a fronte di un uso gratuito della stanza o di essere pagato di più, ma in base alle prime prenotazioni.

Sei un imprenditore, fatti furbo!

5. SERVIZI

I servizi sono il secondo fattore di scelta.

Più ne avrai, più sarai appetibile.

Inizialmente nato come sito per risparmiare sul soggiorno in vacanza, Airbnb si è letteralmente spostato sui viaggi di qualità.

E’ li che si trova la possibilità di fare i maggiori profitti.

Se vuoi creare il tuo business alternativo devi puntare a questo mercato.

Cerca di ragionare su cosa possa piacere ad un tuo potenziale ospite.

Ti trovi vicino ad una città famosa? O ad un’attrazione turistica? Fai di tutto per organizzare un tour guidato o rendere la vita semplice al tuo ospite.

Oppure puoi offrire uno snack di benvenuto (magari un dolce tipico della zona con bevanda al seguito).
Ricorda: per ogni servizio aggiuntivo, puoi giustificare un prezzo maggiore.

PRO TIP: non è detto che sia necessariamente tu ad offrire un servizio. Potresti avere una collaborazione con una guida turistica o con un museo.

Magari chiedi una % per ogni persona che usufruisce della guida, oppure ti riesci ad accordare col museo per uno sconto su ogni persona che lo va a visitare.

6. PREZZO

Che tu ci creda o no, il prezzo non è il primo fattore di scelta, anzi spesso è l’ultimo.

affittare con airbnb

Normalmente un Guest, nel cercare una soluzione, inserisce il proprio range di spesa, ma poi sono gli altri fattori che influiscono maggiormente.

La qualità dell’offerta fa sempre la differenza.

E la qualità su Airbnb si traduce in Foto e Servizi!

Non ci credi?

Guarda questi annunci.

Puoi dormire su una barca , in un castello del 1700 o in una casa a forma di conchiglia.

Non ti andrebbe di passarci anche solo una notte?

Lo sai che ci sono tante persone che affittano la propria casa su Airbnb e poi girano il mondo con i ricavi?

Potresti pensare di trasferirti per un periodo all’estero!!!

PRO TIP: Il prezzo è l’indicatore del tuo valore. Se lo tieni troppo basso significa che vuoi fare concorrenza solo su quello e non hai molto altro da offrire. Ti ritroverai nel tritacarne di chi cerca solo di risparmiare sul costo.

Sai cosa vuol dire?

Meno prenotazioni, più difficoltà a guadagnare, maggiore probabilità di trovare Guest maleducati e che possono arrecare danni all’immobile.

Pensaci…

7. TASSE E COMMISSIONI

Ok, veniamo ora alla parte che crea le maggiori domande.

Come viene tassato il reddito che percepisco da Airbnb?

Lo stato italiano equipara i redditi derivanti dall’attività sulla piattaforma americana come redditi da affitto.

Di fatto è come se affittassimo una seconda casa tramite un’agenzia.

Quindi, hai due opzioni a tua disposizione:

Aggiungere i redditi ricavati al tuo reddito da attività lavorativa e pagare le tasse relative a quello scaglione fiscale

Utilizzare la “cedolare secca”, cioè il regime di imposta sostitutiva.

Airbnb trattiene una commissione per il servizio che offre sia all’Host che al Guest.

Per quanto riguarda l’Host, la commissione è fissa al 3%.

8. PROTEZIONE E GARANZIA

Per rispondere alle preoccupazione degli Host, Airbnb ha istituito un’assicurazione per copertura danni fino a 800.000 €.

Sul sito puoi trovare una sezione che si chiama “Garanzia Host” con tutte le clausole di copertura.

Ti consiglio vivamente di darci un’occhiata prima di aprire un business con Airbnb.

Ad ogni modo, quando il business è partito stabilmente, puoi valutare di stipulare una polizza di assicurazione che ti copra da eventuali danni subiti e magari di responsabilità verso terzi.

9. COME GUADAGNARE REALMENTE CON AIRBNB

Per guadagnare realmente su Airbnb devi tenere presente queste cose:

1. Foto e servizi sono il punto cruciale per attrarre le prenotazioni

2. Il prezzo rispecchia il valore che stai creando per il tuo Guest

3. Più frequente sarà il ricambio di Guest, maggiore sarà il guadagno

I primi 2 punti sono già stati ampiamente affrontati.

Parliamo quindi del terzo.

Il vantaggio di affittare una stanza o una casa con Airbnb, rispetto alla modalità classica dell’affitto diretto è proprio nella flessibilità.

Con Airbnb non devi vincolarti a contratti di affitto lunghi e di difficile uscita in caso di problemi.

Questo significa che, se riesci a garantire il giusto “turnover” di Guest, riuscirai a guadagnare di più che nel primo caso.

Guarda questo esempio.

affitti brevi lunghi airbnb

Airbnb mi dice che mediamente potrei guadagnare 120 € a settimana per una stanza privata.

In un mese si tratta di 480 €.

Ora, nella stessa città, affittare una stanza privata per un mese, in media, costa circa 300-350 €.

Naturalmente stiamo parlando di cifre lorde, ma la vedi la differenza?

E questi sono prezzi che non includono servizi extra…

Insomma, se ti comporti bene puoi mettere in piedi un bel business.

Inoltre, questa flessibilità ti permette di fare una cosa che altrimenti non potresti fare: fare dei test.

Comincia testando come ti trovi col servizio.

Poi piano piano provi ad implementare un servizio alla volta e vedi come reagiscono gli ospiti.

Quando trovi il giusto equilibrio e la corretta offerta puoi lanciarti a pieno regime nel nuovo business.

PRO TIP: mai partire da subito a pieno regime. Cresci gradualmente e solo a seguito di test andati a buon fine. In questo modo riduci i rischi, abbatti i costi e massimizzi i profitti.

Quando riceverai l’80% di recensioni a 5 stelle sarai considerato “SuperHost”, avrai un badge di riconoscimento e l’accesso a servizi aggiuntivi.

Questo per te significa più visibilità e maggiori ricavi.

come fare soldi con airbnb

Bene, spero che questa guida ti sia piaciuta e che ti abbia aiutato a capire come costruire un business alternativo con Airbnb.

Come hai visto la pianificazione e la preparazione fanno la differenza tra un hobby e un business che funziona e guadagna.

E’ un po’ lo stesso concetto di quando devi investire e gestire il tuo denaro.

Esattamente come ho spiegato nel Report gratuito su “Come investire e guadagnare oltre 60.000 €”  sul Blog di MyPecunia.

Soprattutto per reinvestire i tuoi potenziali guadagni su Airbnb, ti consiglio di dargli un’occhiata.

A presto

Matteo

Guadagnare con Airbnb, considerazioni finali

Ringrazio Matteo per questo fantastico post su come guadagnare con Airbnb, una vera miniera di informazioni per chi vuole diversificare le proprie entrate.

Concludo con l’ultimo consiglio, io credo che un host potrebbe beneficiare immensamente dall’apertura di un blog tematico sulla propria città così da attirare visitatori e clienti potenziali.

Immagina di affittare un appartamento a Matera, un turista prima di venire consulta la rete e digita su Facebook frasi come “cosa vedere a Matera” e “dove dormire a Matera”, se hai un blog puoi pubblicizzare la tua struttura.

Se vuoi sapere come fare, leggi ITS la guida che ti aiuta a creare la tua presenza online

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *