Guadagnare con le affiliazioni attraverso il proprio sito internet 4.67/5 (3)

Rispetto ad altri paesi, in Italia siamo ancora indietro quando si parla di guadagnare con le affiliazioni.

Infatti, a fronte di un mercato gigantesco, sono pochissimi coloro che sfruttano questa tecnica di guadagno online.

Molti imprenditori online limitano la strategia di monetizzazione alle pubblicità senza sapere che le affiliazioni hanno un margine immensamente maggiore.

Ci sono in Italia e nel mondo giovani e meno giovani che macinano profitti importanti solamente grazie alle affiliazioni.

Questo mondo ha il vantaggio di avere bassi, se non irrisori, capitali d’avvio.

Ti basta un sito internet di poche pagine, carino graficamente e puoi iniziare in pochi giorni a guadagnare vendendo prodotti altrui.

Ed è proprio questa la caratteristica che trasforma le affiliazioni in un’opportunità interessante, non hai bisogno di merce acquistata in anticipo nè di magazzini sempre riforniti, tutti i guadagni saranno automatici e slegati a qualsiasi investimento economico.

Se hai un sito internet e vuoi iniziare a guadagnare, oppure hai intenzione di aprirne uno, ti consiglio di leggere tutto l’articolo.

Nella prima parte vedremo cos’è un’affiliazione, successivamente mi concentrerò sugli aspetti da considerare e i requisiti necessari per monetizzare il sito ed infine analizzeremo i vari circuiti disponibili sul mercato italiano.

Se sei deciso di cambiare vita grazie al web, devi sapere che il guadagno attraverso le affiliazioni è un argomento da conoscere e approfondire.

Cos’è un’affiliazione e come si diventa affiliati

guadagnare con le affiliazioniSe sei un esperto del settore puoi saltare questo paragrafo, su Aprire Azienda mi piace partire dalle basi perché non voglio lasciare indietro nessuno, tutti hanno diritto a guadagnare online.

Nella terminologia di settore, il mondo delle affiliazioni è conosciuto con il nome inglese di Affiliate Marketing.

Da una parte troviamo l’azienda che fornisce il prodotto o servizio da vendere, dall’altra l’affiliato che promuove il prodotto in questione in cambio di una commisione.

L’affiliate marketing coinvolge un minimo di tre o al massimo quattro attori a seconda dei casi:

  • L’azienda madre;
  • L’affiliato;
  • Una piattaforma di intermediazione (facoltativa, la sua presenza è decisa dalla casa madre).

In ultimo troviamo l’utente finale che compra attraverso il link affiliato ma che non avrà nessuna ripercussione perché il prezzo rimane invariato.

E’ l’azienda e non il cliente a pagare la commisione.

Nella pratica, un’azienda decide di rinunciare ad una parte dei profitti in cambio però riceve una promozione del tutto naturale da parte di molti utenti intenzionati a guadagnare la propria fetta di profitto.

L’azienda che decide di aprire un proprio programma di affiliazione sa bene quanto è importante dare la possibilità agli utenti di promuovere i propri prodotti perché così facendo oltre ad aumentare le proprie vendite, consolida la propria presenza online che si nutre proprio di citazioni e link da altri siti.

Non a caso aziende del calibro di Skyscanner, Amazon e Booking.com hanno il loro programma di affiliazione.

Una nicchia molto redditizia è quella delle aziende legate al web. In questo settore infatti tutte le aziende o quasi hanno il proprio programma di affiliazione e offrono sempre interessanti percentuali di profitto.

Non è un mistero che moltissime aziende ad esempio di hosting hanno fondato la loro fortuna proprio grazie alle generose affiliazione offerte ai vari blogger.

Il mondo delle affiliazioni infatti vive e prospera soprattutto nel mondo del web dove questo sistema trova la massima espressione.

Attenzione però a non confonderlo con il Network Marketing.

Nel Network marketing si guadagna infatti con il reclutamento di nuovi venditori, mentre nell’Affiliate Marketing il guadagno è legato solamente alla vendita del prodotto.

Se nel primo caso si possono nascondere delle truffe, nell’Affiliate questo difficilmente avviene.

Guadagnare con le affiliazioni: contratto e link affiliato

Il concetto teorico è facile da comprendere, l’azienda madre offre una percentuale dei guadagni al venditore, ma come vengono tracciate queste vendite?

Se in passato le aziende si affidavano ai rappresentanti in carne e ossa, questi oggi hanno in parte perso il loro ruolo perché le vendite possono essere tracciate attraverso degli speciali pannelli di controllo dove verranno riportate le vendite tracciate attraverso dei codici in Javascript capaci di memorizzare il flusso dei visitatori.

Il sistema di tracciamento viene sempre determinato dalla casa madre. Alcune aziende riconoscono la % anche dopo mesi attraverso il sistema dei cookie. Tutti aspetti tecnici di cui non dovrai preoccuparti perché gestiti in automatico, tu dovrai solamente tenere d’occhio il pannello dove saranno riportati visite e vendite.

Tutto il sistema delle affiliazioni parte infatti proprio da una pagina dove si possono prendere visione dei termini di servizio del contratto di affiliazione e le procedure per ottenere il link affiliato che terrà traccia della vendita.

Ogni azienda ha il suo modo di gestire le affiliazioni.

Generalmente il sito internet pubblica una pagina affiliati dove si prende visione delle condizioni, generalmente si fa domanda e se accettati si ha accesso ad un pannello di controllo dove ottenere i vari link che terranno conteggio delle visite e delle vendite.

Vedremo i principali programmi di affiliazione nel capitolo dedicato.

I requisiti per guadagnare con le affiliazioni

Guadagnare con le affiliziazioni cifre degne di nota non è certamente né facile né veloce.

Come in tutti i settori lavorativi, servono competenze e capacità, nulla di impossibile ma comunque serve tempo e voglia di studiare e migliorare.

Il primo passo per fare soldi con le affiliziazioni è quello di creare un sito internet di nicchia.

Che significa sito di nicchia?

Un sito di nicchia è un sito rivolto ad uno specifico target di persone e solo a quelle dovrà rivolgersi.

Certo, se hai milioni di dollari diu budget puoi creare un Fatto Quotidiano che parla di tutto o il nuovo Amazon, ma se sei una persone normale come me dovrai accontentarti di un sito più piccolo ma comunque in grado di generare guadagni.

Esempio di sito nicchia potrebbe essere un sito che parla di obiettivi fotografici, oppure un sito dedicato al windsurf, oppure un comparatore di servizi hosting.

Quello che conta è determinare ancor prima di registrare il nome dominio la presenza di circuiti di affiliazione.

Questo è possibile attraverso lo studio della nicchia e attraverso alcuni accorgimenti.

Come?

Immagina di aprire un sito di viaggi dedicato al risparmio sul prezzo dei biglietti e che il modello di monetizzazione passi per le affiliazioni, ti sarà facile trovare i vari programmi di affiliazione digitando su Google “voli aerei programmi di affiliazione“.

Lo stesso se vendi griglie per Barbeque oppure alloggi in ostello.

Quasi tutti i settori hanno dei programmi di affiliazione, ma attento, non tutti, quindi presta particolare attenzione in fase di pianificazione.

Per approfondire, puoi leggere ITS Idea Traffico Soldi, il mio ebook dove spiego come analizzare una nicchia e come quantificarla, in più spiego come creare un sito da soli senza spendere centinaia di euro in agenzie web.

Lo studio della nicchia e la creazione del sito sono i due tassilli iniziali ma da soli non sufficienti perché il vero segreto per guadagnare online con le affiliazione è il traffico internet.

Dovrai infatti generare un notevole numero di visitatori giornalieri per guadagnare cifre adeguate allo sforzo.

Esiste una strategia a breve termine e una a lungo termine per generare traffico verso il proprio sito.

La prima è quella che passa attraverso la pubblicità.

Tra i vari metodi per portare traffico sul proprio sito, è stato dimostrato che quello più efficace è quello generato attraverso le ADS di Facebook.

FAcebook infatti ha fondato il proprio business intorno alle pubblicità. Grazie ad un’inserzione pagata, puoi portare traffico verso la tua pagina.

Questa tecnica funziona per molti, ma richiede uno sforzo maggiore in quanto il budget deve stare sempre sotto controllo e il ROI ovviamente positivo.

Io infatti preferisco il secondo metodo, quello gratuito ma che genera risultati dopo mesi di duro lavoro, mi riferisco alla Seo e ai motori di ricerca.

E’ possibile guadagnare con le affiliazioni grazie alla pubblicazione di guide e recensioni sui vari prodotti in vendita.

Se il contenuto è sufficientemente lungo e dettagliato, non avrai problemi ad avere lettori interessati e quindi generare conversioni e vendite.

Se guardi velocemente su internet infatti, noterai che ai primi posti nei risultati trovi spesso e volentieri delle lunghe recensioni che paragonano i vari prodotti, descrivendone le caratteristiche e il prezzo per poi rimandarti alla vendita attraverso il link affiliato.

Per approfondire, leggi ITS

Circuiti di affiliazioni in Italia e all’estero

Il circuito di affiliazione più conosciuto in Italia è sicuramente quello fornito da Amazon.

Amazon è il market place più famoso in Europa, un portale formato da milioni (miliardi?) di pagine dove si trova in vendita praticamente di tutto.

Iniziato infatti come book store, Amazon ora vende ogni genere di prodotti.

Dalla pagina di affiliazione, iscriviti con la tua email seguendo la facile procedura e verrai presto direzionato nella pagina dove creare i link affiliato.

Amazon mette a disposizione anche una serie di banner anche se recenti ricerche hanno affermato che i link all’interno del testo convertono nettamente di più rispetto ai banner grafici.

Il punto forte di lavorare come affiliato Amazon è l’autorevolezza del sito stesso.

Gli utenti conoscono Amazon e si fidano a comprare sul sito anche perché protetti dalla garanzia di 30 giorni.

Il limite per l’affiliato di lavorare con il colosso Amazon è la variabilità dei termini: recentemente infatti sono state riviste le percentuali con una riduzione dei guadagni.

Un consiglio è quello di differenziare sempre le proprie strategie di guadagno e non affidarsi ad una sola piattaforma.

Se hai un sito di viaggi, ti piacerà l’affiliazione offerta da Booking, il portale più usato per la prenotazione di hotel in tutto il mondo.

Il funzionamento è simile all’affiliazione Amazon.

Se questi due colossi forniscono un canale diretto tra casa madre e affiliato, così non è per la maggior parte delle aziende che hanno deciso di proporre la propria offerta attraverso dei circuiti di intermediazione che hanno lo scopo di gestire le commissioni e le vendite.

In Europa, i circuiti più utilizzati sono Tradedoubler e Zanox.

Iscrivendoti ad uno o ad entrambi i siti, accederai al motore di ricerca interno per decidere quali promozioni promuovere.

Un sito intermediario ancora poco conosciuto in Italia ma famoso all’estero è Clickbank, utilizzato soprattutto dalle aziende del web.

Leggi anche: guadagnare online

Guadagnare con le affiliazioni: considerazioni finali

Spero che con questo articolo i tuoi dubbi sul mondo delle affiliazioni siano in parte svaniti.

Questo ovviamente non è che l’inizio della scalata perché la parte difficile viene proprio ora, mettere cioè in pratica le nozioni imparate.

Io ho impiegato anni prima di poter guadagnare con le affiliazioni e ho ancora molto da imparare.

Il punto principale resta quello valido anche per le altre strategie di guadagno online e cioè tanto lavoro e dedizione.

Devi infatti preoccuparti principalmente sulla creazione della tua autorevolezza sul web, le persone devono imparare a consocerti come una fonte autorevole di informazioni per poi potersi fidare di te.

Il processo di fidelizzazione comporta pazienza e capacità.

Stai particolarmente attento alla fretta dei guadagni: molti infatti si pregiudicano le possibilità future di guadagno perché magari promuovono prodotti che non hanno provato e che magari non sono di qualità come invece descritto nelle recensioni.

La pazienza è la virtù dei forti e l’onestà paga sempre.

Alessandro

Leggi ITS Idea Traffico Soldi, il metodo per guadagnare sul web

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

7 Comments

  1. Flavio Di Stasio Ago 22, 2016
  2. Leonardo Ago 22, 2016
    • Alessandro Ago 22, 2016
  3. Catalina Ciulei Ago 22, 2016
  4. Ciulei lacra Ago 23, 2016
    • Alessandro Ago 25, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *