Imparare l’ inglese. Segui le tue passioni e non fermarti mai. 5/5 (2)

imparare-l'-ingleseImparare l’ inglese è meno difficile di quello che pensi. Esistono ottime ragioni per studiare la cultura anglosassone ed imparare l’ inglese rapidamente.

Oggi proverò a fornirti dei metodi e dei link per aiutarti nello scopo, facendo leva sulle tue passioni.

Però, prima di passare nel concreto del discorso, lasciami fare una breve premessa sull’ importanza della lingua inglese oggigiorno.

Se segui il blog Aprire Azienda, forse saprai che molte volte ho sottolineato l’ importanza di conoscere le lingue straniere.

Il fatto di non potersi esprimere tranquillamente nella lingua locale, ti preclude centinaia di possibilità.

Se vuoi lavorare all’ estero, devi seguire delle buone norme di comportamento che ti eviteranno truffe e raggiri.

Con un tasso di disoccupazione giovanile che tocca cifre mai raggiunte prima in Italia e all’Estero, un dovere per ogni aspirante lavoratore è lo studio della lingua Inglese. 

Avendo vissuto all’ estero per diversi anni, ti garantisco che la situazione idilliaca dipinta da certi portali web sono totalmente falsi, con il solo scopo di invogliarti a partire senza conoscere l’ inglese, per poi dover usufruire dei loro servizi a pagamento.

In certi casi, certe agenzie operano addirittura nell’ illegalità. Queste agenzie sfruttano la tua ignoranza.

Il tuo non saper cavartela da solo, ti recherà solo danni e delusioni. NON CREDERE A CHI TI PROMETTE LAVORO.

Se non c’è niente di sbagliato nel fare couching a chi si affaccia per la prima volta sul mondo del lavoro, discorso diverso a chi regala illusioni di lavoro.

La realtà è molto più dura delle promesse trovate in rete.

Migliaia di portoghesi, polacchi, spagnoli, greci, romeni, lettoni, bulgari, indiani, ecc ecc, saranno in fila con te alla ricerca di un lavoro.

All’estero vige la meritocrazia. Data la crisi economica senza fine che attraversa l’ europa, le aziende pongono requisiti sempre più alti.

I tempi della valigia di cartone, dove un lavoro e una casa aspettavano i futuri emigranti, sono ormai ben lontani. Anche se, alcuni paesi del nord offrono tuttora parecchie posizioni lavorative, la concorrenza è aumentata vertiginosamente.

Prima apprendi che vivere all’ estero è possibile solo a determinate condizioni, meglio è.

La carenza di manodopera è solamente un lontano ricordo. Se vuoi lavorare, devi conoscere almeno l’inglese. Dico almeno. Se poi vuoi veramente avere una marcia in più, dedicati a lingue più difficili come il russo e il tedesco.

Non rimandare i tuoi sogni: ma prima devi imparare l’ inglese

Arrivato a questo punto, spero di averti fatto capire l’ importanza di conoscere la lingua inglese.

Nella prima parte ti ho parlato del lato prettamente pratico, per non prendere abbagli, evitare di sborsare inutili soldi, ora proverò a farti capire che imparare l’ inglese non è solo utile, ma ben sì bello e affascinante.

Se sei  propenso a trasferirti all’ estero, probabilmente sarai anche una persona curiosa nei confronti della vita.

Essendo l’ inglese la lingua del mondo, non conoscendola ti precludi le informazioni che non sono presenti in italiano.

Imparare l’ inglese può risultare divertente, se lo consideri la porta d’ingresso ad un mondo che ancora non conosci.

In rete, si trovano moltissimi strumenti utili per velocizzare la padronanza della lingua, per tutti i 4 fattori più importanti:

  1. Listening (Ascolto);
  2. Reading (Lettura);
  3. Speaking (Comunicare);
  4. Writing (Scrivere).

A parte scelte discutibili di comprare pacchetti che ti promettono di imparare l’ Inglese in 30 giorni (forse funzionano, non lo so, non li ho mai provati e non li proverò), ho trovato articoli molto interessanti sul metodo di studio migliore e come imparare l’ Inglese gratuitamente senza spendere soldi.

Qualsiasi metodo sceglierai in futuro ( ce ne sono migliaia online sta solo a te scegliere), il mio consiglio è lo stesso che ho usato per me stesso. La passione e la fame di conoscere.

Le passioni, che ognuno di noi ha (qualcuna dovrai pur averla), saranno il motore che ti spingeranno nel raggiungere i tuoi obiettivi.

Il metodo tradizionale, inculcato nelle scuole da bambini, prevedeva lunghe e lunghe ore di esercizi grammaticali noiosi  che toglievano la passione nell’apprendere.

Per non parlare delle letture.

Secondo me, questo è stato uno dei motivi per cui noi Italiani non siamo forti nelle lingue. Sin da piccoli, ci fanno intendere lo studio delle lingue come una delle attività più noisose sulla faccia della terra.

Partendo dagli errori, dobbiamo esattamente cercare di migliorare il nostro approccio.

Durante il mio primo anno all’estero non ero in grado di comunicare, ma ero molto bravo a leggere Inglese perchè divoravo letture riguardanti la natura (mia passione).

Secondo me questo è il punto di partenza dove si dovrebbe iniziare.

Molto prima di partire fisicamente per l’estero.

Sei un appassionato di natura?

O di moda?

O il tuo interesse è per lo studio delle balene?

Ecco allora leggi, leggi e poi leggi.

Qualsiasi sia l’argomento che ti appassiona, noterai (a malincuore) che il materiale presente in Inglese è anni luce più abbondante e vario che nel resto delle altre lingue (Italiano compreso).

Se leggerai cose che ti interessano e le vuoi conoscere, sarai guidato dalla passione e vedrai che magicamente il tuo vocabolario si amplierà senza sforzo.

La lettura è la base dell’ apprendimento.

Il secondo passo è imparare a scrivere.

Secondo la mia esperienza, anche se trovo più difficile la scrittura che la lettura, essendo un azione molto più attiva, dopo che il tuo vocabolario sarà ricco di termini e frasi derivanti dai tuoi studi precedenti, noterai una certa facilità.

Cerca di scrivere di cose che ti appassionano e cerca di comunicare i tuoi pensieri alle persone che condividono le tue stesse passioni.

Di pari passo alla lettura, se la tua sete di conoscenza per un determinato argomento ti porta a dover consultare fonti in inglese, la visione di filmati che ti appassionano è la maniera più veloce di consolidare la stretta relazione che cè fra apprendimento e divertimento.

Sei appassionato di una soap opera Americana?

Ami (come il sottoscritto) i documentari della BBC?

Allora che aspetti inizia a guardarli.

Probabilmente all’ inizio non capirai tutto, ma non demordere.

Nel mio caso, ho trovato una fonte di ispirazione immensa il portale www.ted.com.

Su questo sito troverai in un Inglese ottimo, con sottotitoli disponibili, una marea di talk (la maniera inglese di dire discorsi) di persone che stanno portando un contributo concreto all’ umanità.

Dopo che avrai affrontato questi step, dalla durata variabile (dipende da te siamo tutti diversi), vedrai come per magia le parole uscirti dalla bocca.

In questo momento, sarai pronto ad iniziare la tua nuova avventura all’ estero.

Appena ti sei sistemato con casa, lavoro ecc dovrai iniziare a farti degli amici.

Il primo consiglio che ti dò è iscriviti ai corsi di lingua (in Uk ogni città offre corsi per di più gratis).

Questi corsi sono il primo lasciapassare per crearti un giro di amicizie, nel più breve tempo possibile.

Se poi, nel tempo, riesci a crearti un giro di amicizie del luogo, allora sei a cavallo.

La vita è un libro, chi non viaggia legge solo una pagina.

Fai tua questa frase e viaggia, scopri, sperimenta. Quando sarai in grado di comunicare in Inglese, ti si apriranno porte che prima non ne conoscevi l’esistenza.

Perchè privarti di nuove amicizie solo per l’ostacolo della comunicazione. Noterai che imparare l’ inglese ti aiuterà a sviluppare nuove idee, in quanto attingerai le tue conoscenze da fonti più vaste.

Io dopo 4 anni all’estero non comando l’ inglese come vorrei.

Non sarò mai come un madrelingua in tempi brevi. Nella mia esperienza personale, noto che ogni giorno miglioro e conosco cose nuove.

Per questo, mi sento di dire  che oltre a seguire le tue passioni, come volano all’apprendimento, di non credere a false promesse come  imparare l’ Inglese in un giorno.

Serve molto tempo, grinta e passione per avere una padronanza ottima.

Inizia prima di partire per l’estero, cosi velocizzerai il tuo tempo di adattamento e incrementerai sin da subito le tue probabilità di avere un qualche successo.

Imparare l’ inglese: risorse utili per velocizzare l’ apprendimento.

Abbiamo visto che imparare l’inglese sfruttando le nostre passioni risulta più piacevole. Lontani i tempi dei dizionari cartacei, puoi studiare inglese online.

Le centinaia di risorse messe online ti aiuteranno gratuitamente a raggiungere il tuo scopo.

Per aiutarti nel tuo obiettivo di imparare l’ inglese, ti riporto alcuni siti interessanti. Alcuni sono aiuti concreti allo studio della lingua inglese, altri sono blog che reputo utili da conoscere.

1.Google Scholar;

Il database targato Google, dove trovi milioni di pubblicazioni scientifiche. Se vuoi imparare l’ inglese aumentando la tua cultura, Google Scholar è quello di cui hai bisogno.

2.Bbc learning english;

Un istituzione planetaria. Quando cerchi qualcosa di valore, la Bbc te la fornisce. Il sito è pieno di video, articoli, aiuti, suggerimenti per imparare l’ inglese e non solo. Io ho iniziato qui e non me ne sono affatto pentito.

3.Documentari Bbc;

Se dici documentario, dici Bbc. Se come me ami la natura, non precluderti l’ opportunità di guardare questi documentari bellissimi.

4.Ted;

Come detto in precedenza, tutte le ultime news dell’ innovazione, raccontate dai migliori. Cosa aspetti, inizia subito ad imparare l’ inglese. E non dimenticare il motto di Ted: ideas worths spreading.

5.National Geographic;

Anche se è presente la versione italiana, meglio vedere le affascinanti immagini con le descrizioni in inglese.

6.Grammatica inglese;

Ogni tanto un minimo di studio noioso dovremmo pure farlo.

7.Tim Ferriss;

Il blog di un ragazzo che ha fondato la sua fortuna con un best seller, di ispirazione per milioni di lettori. Io seguo il suo blog, lo consiglio.

8.Ielts;

Per avere un’ idea di cosa ti aspetta. Prima di trasferirti, ti consiglio di raggiungere almeno un 6,5.

9.Business week;

Se ti piace il mondo del business, questa è casa tua. Buona lettura.

10.Lista nomadi digitali;

Tutte le risorse online per imparare l’inglese usando la rete.

11.Conversation Exchange;

Una piattaforma dove fare scambi linguistici. Una forma moderna dell’ amico di penna.

12.Wordreference;

Il miglior dizionario, sempre attendibile e facile da usare. Per toglierti ogni dubbio.

Imparare l’inglese. Considerazioni finali

Spero che il mio articolo ti abbia motivato ad imparare l’ inglese. Se ti stai domandando quando è il momento di studiare inglese, la risposta è ieri. Non sprecare tempo inutile, datti da fare subito.

Se hai degli amici che stanno pensando di emigrare, digli di passare di qui ed informarsi prima di partire. Eviteranno delusioni inutili.

Se vuoi leggere altre storie di tuo gradimento, devi solo aggiungerti alla pagina facebook di Aprire Azienda.

Non ti preoccupare è gratis.

Se pensi di andare nel Regno Unito per imparare l’ inglese, forse ti interessa anche:

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

3 Comments

  1. OM Set 22, 2014
  2. sir Set 27, 2014

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *