Insegnare Italiano all’ estero. La guida completa 5/5 (1)

Insegnare Italiano all’ estero: scopri come

Se per passione o necessità, hai deciso di insegnare Italiano all’ estero, sarò contento di aiutarti nel tuo progetto.Questa probabilmente è la guida italiana più completa che potrai trovare sul web. Non ti resta che leggere tutto l’articolo e assimilare le informazioni che troverai.

Da quando ho iniziato il Blog Aprire Azienda, mi sono prefissato l’ obiettivo di aiutare quante più persone possibili a realizzare i propri sogni. Nella vita il solo talento non è sufficiente, bisogna avere anche coraggio, tenacia e le giuste competenze.

Se per il talento posso aiutarti ben poco, per quanto riguarda la conoscenza ti fornirò tutti i mezzi disponibili per ottenere il risultato voluto. Oggi voglio aiutare tutti quei ragazzi e ragazze intenzionate a cambiare vita e insegnare Italiano all’ estero.

La richiesta di insegnanti madrelingua è ancora elevata. Soprattutto in paesi come la Cina, il bisogno di insegnanti qualificati è alto. In un contesto lavorativo deprimente come l’Italia, noi giovani abbiamo davanti a noi solamente due strade, entrambe dure.

La prima scelta, riguardante il nostro futuro, che possiamo intraprendere è prendere la strada che va in salita, un percorso fatto di passione e determinazione che inevitabilmente ci porterà ad una vita dignitosa e felice. Questa strada è la via del duro lavoro e del continuo miglioramento personale.

Per avere successo nella vita non devi mai stancarti a studiare e reinventarti, imparando a superare i propri fallimenti.

Insegnare Italiano all’ estero: dove iniziare

Probabilmente molti lo daranno per scontato ma fidati non lo è. Il primo, e forse più importante, requisito necessario per intraprendere la strada dell’ insegnamento della lingua Italiana all’ estero è conoscere l’ Italiano. Per conoscenza dell’ Italiano intendo la conoscenza dell’ Italiano.

Preposizioni, avverbi, aggettivi, consgiuntivi, condizionale ecc ecc. Essendo Italiani, tutti noi parliamo e capiamo la nostra lingua, ma quanti di noi veramenete la conoscono come dovremmmo. Pochi forse. Non è un attacco a nessuno, io per primo non la conosco come dovrei.

Avendo viaggiato e imparato diverse lingue, quando devo cimentarmi ancora con la mia lingua madre, realizzo ogni giorno quanto è difficile la lingua Italiana. Probabilmente anche questo post e altri saranno zeppi di errori. Per ovviare a questo problema cè solo una soluzione: leggere, leggere e poi ancora leggere.

]insegnare-italiano-all'-esteroPartendo dal pressuposto che sai tutto di verbi e avverbi, il secondo requisito per insegnare Italiano all’ estero è la passione. Non intraprendere questa strada solo per evadere dai problemi quotidiani e cambiare vita. Il solo modo per essere felici  è vivere delle nostre passioni.

Non esistono scorciatoie. Seduti davanti al pc in camera, fantasticando quanto sarà bello insegnare la nostra lingua al mondo, non è sufficiente per definirsi appassionati all’ insegnamento.

Il mio consiglio è prova sul campo la tua passione. Come farlo? Per provare le tue doti di insegnante inizia dal tuo paese di provenienza. L’Italia è ormai un paese multirazziale, guardati intorno, fai volontariato, le occasioni non mancano.

Dopo aver verificato il tuo grado di passione e di conoscenza dell’ Italiano, il terzo requisito che devi possedere per insegnare Italiano all’ estero è la qualifica professionale. Ricorda questo lavoro richiede impegno, fatica e flessibilità. Inizia questo percorso solo se sei veramente motivato.

Navigando in rete ho trovato diversi siti che parlano dei vari step professionali per raggiungere il traguardo dell’ insegnamento della lingua Italiana all’ estero. Ovviamente le strade possibili sono varie. Da una parte cè la possibilità di seguire la strada classica, con l’ottenimento della laurea e la partecipazione ai bandi ufficiali.

L’altra via è invece la strada creativa, la strada che oggigiorno è forse la sola possibile vista la difficoltà ad ottenere un lavoro. Per quanto riguarda la prima via, quella tradizionale, ti rimando ai numerosi link presenti in rete, non vedo il motivo di ripetere cose già scritte da altri. Questi sono i link che credo troverai utili:

Probabilmente esistono altri link per chi vuole intraprendere la strada dell’ insegnamento all’ estero. Se ne conosci alcuni ti sarò grato se deciderai di inviarmeli.

Insegnare Italiano all’ estero: creati il tuo lavoro

Avere una laurea in Lingua Italiana e varie esperienze sul campo, certo risulta molto utile ma ovviamente per ottenere il lavoro sognato puoi sempre scegliere la strada creativa, quella che mi interessa di più. Purtroppo crisi economica, tagli al personale e difficoltà nell’ inserimento dei giovani nel mondo professionale sono temi che riguardano noi tutti quotidianamente.

Se da una parte queste difficoltà sono fonte di stress e ansia, noi giovani abbiamo il dovere di credere in noi stessi e migliorare il nostro futuro. Se dopo aver ottenuto una laurea e aver mandato centinaia di Cv, non abbiamo ancora ottenuto uno straccio di lavoro, non dobbiamo lasciarci andare e abbandonare il nostro sogno. Dobbiamo solo insistere, cambiando direzione per un pò, ma sempre con il nostro obiettivo in testa.

Lo so che per alcuni quello che sto per scrivere possa sembrare solo retorica, un vano sogno irrealizzabile, però la mia natura non mi permette di smettere di sognare. Forse non raggiungerò mai i miei obiettivi, sicuramente non smetterò mai di provarci.

Quindi se sei sicuro di voler insegnare Italiano all’ estero e la strada classica non ha funzionato (comunque provala non vivere di rimpianti), ti rimane sempre la strada creativa. Per strada creativa intendo crearsi il proprio lavoro dal niente, avere piena padronanza del proprio destino rischiando il rischiabile, Questa strada è la più difficile, la più dura, ma anche la più bella. Come diceva Tiziano Terzani, quando hai due strade davanti a te, prendi sempre quella che va in salita.

Bene siamo giunti al nocciolo della questione: come crearmi il lavoro di insegnante di Italiano all’ estero? Individuare un bisogno nella società e colmarlo in maniera personale e creativa. Oltre alle classiche lezioni private, una via possibile è creare un blog dove si parla della lingua Italiana.

Ogni blog dovrà avere come riferimento una lingua straniera associata. Ti dò un’ idea. Pensa a quanti cinesi interessati a conoscere la lingua Italiana: perchè non iniziare una collaborazione con un Cinese che ti aiuta nelle spiegazioni e lanciare un blog sull’ argomento? Magari con dei video. Usa la rete.

Un’ altra idea per insegnare Italiano all’ estero è creare delle offerte di apprendimento diverse dalla solita lezione di lingua. Se già vivi all’ estero, chiedi uno spazio ad un locale per offrire dei momenti di apprendimento alla gente del posto. Crea un’ associazione di amanti della lingua Italiana, magari individua una giusta quota associativa e avvia dei progetti su misura per te e per gli altri.

Probabilmente gli inzi saranno duri e poco remunerativi, però ti posso garantire che il tempo è gentiluomo. Inizialmente dovrai associare queste attività con altri lavori per sbarcare il lunario, però potrai sempre dire che sei sempre un insegnate di Italiano all’ estero.

Come vedi queste sono solo alcune delle idee per insegnare Italiano all’ estero. Apri la tua mente, amplia i tuoi orizzonti. Vinci la sfida della vita.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

2 Comments

  1. gianluca Ago 25, 2015

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *