Inventarsi un lavoro creativo. La storia di Lorenzo e Smell 3/5 (1)

La motivazione di crearti un futuro migliore deve nascere dentro la tua mente.

Come blogger, il mio compito è darti esempi di successo e strumenti pratici per incentivarti ad andare avanti.

La storia che oggi ti racconto è l’esempio pratico che inventarsi un lavoro creativo è possibile.

Ascolta bene, ho detto possibile, non facile.

Prima che la tua passione diventi realtà economica devi preparati ad una lunga e tormentata gavetta.

I risultati non arrivano subito, chi te li promette senza sforzo non è onesto.

Sei pronto a leggere una storia di successo?

Inventarsi un lavoro creativo grazie ad internet

inventarsi-un-lavoro-creativoOgni grande storia inizia con un piccolo passo.

Se conosci il blog Aprire Azienda, sai bene quanta importanza do alla formazione professionale e alla determinazione a non fermarsi mai.

Avere idee innovative non è poi cosi difficile, la cosa più importante è credere in quell’idea e non mollare mai.

Secoli fa, Confucio diceva “non importa quanto vai piano, l’importante è che non ti fermi“.

Forse ti sembrerà solo un proverbio detto tanto per dire, in verità questa piccola frase racchiude una grande verità.

Io ti garantisco che, se porti avanti la tua idea senza fermarti mai anno dopo anno, le tue possibilità di successo sono vicine al 100%.

Un grande cuore, associato con un grande cervello e un indomabile personalità, non può essere fermato da nessuno.

Se investi in conoscenza e determinazione nessuno ti impedirà di crearti un lavoro creativo.

Inventarsi un lavoro creativo: i tre step

Prima di raccontarti la storia di Lorenzo, voglio determinare insieme a te i tre step per crearti il tuo lavoro creativo.

Certamente questi sono solo i primi 3 fattori necessari,  lo sviluppo di un’azienda e la sua gestione è un percorso più complicato, ma partire con il piede giusto è fondamentale.

L’idea

Ovvio, se non hai idee da sviluppare non parte niente. Ma come fare per avere un’idea creativa?

Non fossilizzare la tua creatività in qualcosa di straordinariamente difficile e complicato.

Osserva la realtà davanti a te, ascolta i commenti dei tuoi amici, guarda i comportamenti della gente, ascolta i tuoi bisogni.

Come potresti raccogliere tutte queste informazioni e convogliarle in qualcosa di reale?

La risposta è davanti a te, devi solo scoprirla.

Per stimolare la tua creatività, i miei consigli sono:

  • Smetti di guardare i programmi idioti della tv e le notizie inutili come gossip, politica ecc;
  • Viaggia, non necessariamente dall’altra parte del mondo. E se non puoi farlo fisicamente, fallo con la mente, studia.
  • Leggi, divora i libri, soprattutto in inglese.

La fattibilità

L’idea è buona solo se fattibile. Se vuoi aprire un ristorante sulla luna, probabilmente la tua idea è creativa ma non realizzabile.

Ovvio, ti ho fatto un esempio stupido ma il concetto rimane. Come sapere se l’idea è fattibile?

L’idea è fattibile nella misura in cui tu puoi tenere i costi d’avviamento bassi e qualcuno sia disposto a pagare per il tuo servizio o prodotto.

Come fare per saperlo in anticipo?

Fai un’analisi dei costi e puoi chiedi ai tuoi amici di sborsare fisicamente soldi per il tuo prodotto. Su cento persone nessuno è disposto a pagare? Forse l’idea non è fattibile.

La determinazione

Un’idea favolosa e fattibile ha bisogno di una forza inarrestabile alle spalle.

E quella forza sei tu e nessun altro.

Sei pronto ad anni di sacrifici e delusioni?

Leggi anche: come creare un sito

Inventarsi un lavoro creativo: la storia di Lorenzo e Smell

Aprire Azienda è il blog delle persone che lottano per i loro sogni.

Persone ambiziose di tutte le età che decidono di vivere la propria vita con passione e determinazione.

Aprire Azienda è onorata di poter raccogliere queste storie e raccontarle.

Con immenso piacere vi presento la storia di Lorenzo e la sua idea di business.

1.Ciao Lorenzo, raccontaci chi sei, da dove vieni…

Sono Lorenzo Sinisi – pugliese, – ho iniziato a sviluppare per passione da un po’ di anni e studio per laurearmi in Economia a Bari.

Mi occupo di web marketing e sviluppo software in Ruby on Rails.

Un anno fa sono anche passato per H-Farm per un master in Economia Digitale e Imprenditoria.

Poi ho deciso che dovevo tornare in Puglia per creare valore partendo da qui, da noi.

2.Dove vivi ora?

Adesso vivo ad Andria, in Puglia. Sono a qualche ora dal mare e quando posso, essendo un freelancer, posso anche permettermi di godermi il mare del Salento.

3.Parlaci del tuo progetto imprenditoriale…

Certo, Smell è un’app semplicissima. Direi che non si poteva fare più semplice di come è.

Ti permette di scrivere e leggere ma te lo fa fare in modo davvero particolare.

Smell ti permette di condividere dei messaggi in modo anonimo solo con chi è intorno a te in un raggio di 1,5km.

Per intenderci: se sono in via Dante a Bari e scrivo un messaggio su Smell, per vedere quel messaggio bisognerà passare per via Dante e aprire Smell, e così via per gli altri posti.

Quindi chiunque può leggere i messaggi lasciati dagli altri a patto di essere nello stesso luogo in cui il messaggio è stato scritto.

Puoi vederlo come un modo per commentare il mondo, come un modo per denunciare qualcosa, per lasciare un ricordo ancorato ad un certo posto o semplicemente un modo per “sentire” la voce di altre persone che prima di te sono state dove sei in quel preciso momento.

4.Come hai avuto l’idea?

Ero stanco di dover utilizzare Twitter, Facebook per parlare con persone che sono a 100 metri da me ed ero stanco di inviare richieste di amicizia, messaggi privati e altro.

Sono per la semplicità e così ho inventato Smell: il modo più semplice per parlare con le persone che sono accanto a me (anche quando sono in un posto che non conosco con persone che non ho mai visto prima).

Siamo dell’idea che la semplicità vince sempre, ed è tremendamente difficile realizzare qualcosa di semplice.

5.Iter burocratico?

Sappiamo tutti che l’Apple store è molto critico nell’accettare App che non siano “perfette” secondo i loro canoni ma dobbiamo aver fatto colpo se in meno di una settimana eravamo già disponibili al download contro ogni pronostico.

Per la versione Android invece non ci sono stati problemi. Riguardo i finanziamenti invece per ora ci stiamo autofinanziando e questo è il punto più difficile.

6.Difficoltà incontrate agli inizi?

Difficoltà ne abbiamo incontrate solo dal punto di vista tecnico, abbiamo elaborato un algoritmo ibrido tra web e app native per recuperare e lavorare nel modo più semplice possibile con le coordinate GPS degli utenti che ci servono per localizzare la loro posizione e quella dei messaggi che pubblicano.

7.Situazione attuale?

Adesso la situazione è molto interessante, i giornali ci stanno dando un bell’aiuto e siamo arrivati in due giorni nella top 100 per Apple categoria Social Network (http://itopchart.com/it/it/free-iphone-apps/socialnet-working/) superando WordPress e ad un passo da Swarm che è l’app di Foursquare.

Questi risultati ci stanno dando molta carica considerando anche che in questi due giorni abbiamo avuto un vero e proprio boom di download arrivando a 1000 utenti.

8.Progetti futuri?

Il progetto è quello di espandere la base di utilizzatori e poi aggredire il mercato estero ma per quello ci servono dei buoni investitori.

Per ora facciamo il meglio che possiamo con quello che abbiamo. Link per il download: www.smell-app.com

Leggi anche: come creare un blog

Inventarsi un lavoro creativo: conclusioni

Ti è piaciuta la storia di Lorenzo?

A me molto.

Il tipo di personalità che Aprire Azienda ama e apprezza.

Il coraggio di mettere in pratica la propria idea non è una dote che tutti possiedono.

Non nascondo che l’obiettivo più ambizioso del mio blog è trasformare un lettore indeciso in un imprenditore di successo.

Voglio farti credere in te stesso, voglio che trovi  la forza di portare avanti la tua vita in maniera autonoma.

Tutto è possibile nella misura in cui tu credi sia possibile.

Se apprezzi l’impegno di reperire informazioni che quotidianamente faccio, le sole richieste (gratuite) che ti chiedo è quello di rimanere in contatto con il blog Aprire Azienda tramite la pagina Facebook,  condividere l’articolo con i tuoi amici e votare l’articolo con il tasto +1 di Google plus.

Grazie e buon business a tutti !!!!

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

2 Comments

  1. Fiorella Di Eleonora Ago 21, 2014
    • Alessandro Nicoletti Ago 21, 2014

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *