Lavorare in Austria: aprire un’azienda in Austria. 4.88/5 (8)

Lavorare in Austria da imprenditore: la guida.

lavorare in austriaUno dei miei obiettivi da blogger è fornire al lettore quanti più strumenti possibili per realizzare il proprio progetto di vita. Ho scritto molte guide su come diventare imprenditore di successo e le varie burocrazie all’estero. Oggi parlerò di come lavorare in Austria aprendo un’attività imprenditoriale.

Quando un anno fa iniziai Aprire Azienda non ero certo di cosa avrei scritto e approfondito. Andando avanti, giorno dopo giorno, nel mio lavoro quotidiano ho sentito la necessità degli italiani a ritornare a sognare.

La vera crisi non è quella strettamente economica alla quale tutti stiamo vivendo, il vero dramma è la perdita di speranza che vedo nelle giovani generazioni. Una rassegnazione generalizzata, dire che volere è potere sembra quasi un insulto e la gioia di vivere piano piano se ne va.

Io ho deciso, nel mio piccolo, di contrastare questa mentalità disfattista non solo con le parole ma anche con i fatti. Certamente non posso avere la soluzione di tutti i problemi (per quello ci pensa i nostri politicanti con le loro fanfare) ma almeno posso fornire delle guide sintetiche e chiare per coloro che hanno deciso di non arrendersi e sperare in un futuro migliore.

Questo è possibile solo al duro impegno e alla determinazione. Queste due doti sono necessarie ma devono essere inserite in un contesto più ampio possibile. Limitare i nostri orizzonti al solo panorama italiano è sbagliato.

La verità è che il mondo è più grande di quello che crediamo e se l’Italia non dà le garanzie di cui abbiamo bisogno, tanto vale fare le valigie e partire. Questo non significa certo che trasferirsi all’estero sia la soluzione di tutti i mali.

Il vantaggio di vivere all’estero per l’imprenditore è solamente fiscale e burocratico: devi comunque essere in grado di gestire la tua attività in modo vincente. Le regole del commercio valgono ovunque, sta a te fare la differenza.

Trovare lavoro in Austria prima di qualsiasi altra azione

Il 99% delle email che ricevo mi chiedono come aprire una qualsivoglia attività all’estero, come pagare le tasse all’estero, i step burocratici ecc. Il 100% delle mie risposte sono una doccia gelata che se mal intrepretata può essere intesa come: lascia perdere. Niente di più sbagliato.

Quando ricevo queste richieste di aiuto rispondo sempre che per aprire un’attività all’estero devi avere una stabilità personale ed economia preliminare prima di qualsiasi altra cosa.

Creare un business da zero, qualsiasi esso sia, richiede tempo e/o denaro. Ho scritto e/o perchè la quantità di tempo richiesto è inversamente proporzionale al denaro investito. Se hai pochi risparmi non puoi permetterti una campagna pubblicitaria massiva e devi investire in tempo. Ma anche il tempo costa.

Quando parlo del costo del tempo parlo delle spese fisse da affrontare ogni santo giorno: dormire, mangiare, spostarsi, vivere insomma. La favola che è possibile vivere con 500 euro al mese è appunto una favola, specialmente se emigri per aprire un’attività.

Oltre ai costi devi valutare se ami vivere in quel paese o no. Se hai i milioni in banca sono felice per te, se invece non li hai devi trovarti un lavoro prima di decidere di aprire il tuo business.

Tornando al tema dell’articolo, se vuoi aprire un’ azienda di successo in Austria, prima di ciò dovrai trovarti un lavoro. Questo periodo di ambientamento è di fondamentale importanza per ambientarti, perfezionare il tedesco, farti degli amici e soprattutto testare la tua capacità di vivere nel paese estero. Lascia perdere avvocati e commercialisti, trovati un lavoro e ambientati. L’Austria offre aiuti per chi è in cerca di lavoro.

Per lavorare in Austria, oltre alla conoscenza del tedesco e dell’inglese (determinati lavori richiedono solamente l’inglese) ti consiglio di consultare i seguenti siti internet:

Sito in lingua italiana degli italiani in Austria ben gestito con autori gentili e competenti. All’interno trovi un utilissimo motore di ricerca per trovare lavoro in Austria.

Altro utilissimo blog in lingua italiana dedicato alla capitale austriaca pieno di consigli e curiosità.

Uno dei principali motori di ricerca in lingua tedesca per il mercato austriaco.

Altro motore di ricerca austriaco con annunci di lavoro.

Portale del servizio pubblico austriaco per aiutare a trovare lavoro e risorse varie per facilitare la tua esperienza austriaca.

Sito del ministero del lavoro austriaco.

Come aprire un’attività in Austria

Se, dopo aver trovato lavoro ed esserti ambientato, hai deciso che non vuoi ritornare indietro e l’Austria è quello che vuoi, allora puoi iniziare a valutare l’idea di metterti in proprio.

Lavorare in Austria come imprenditore presenta certamente delle garanzie che sono difficili da trovare in altri paesi. Questo non significa che ora puoi ignorare le leggi fondamentali del business. Avere un’idea per poi non saperla applicare nel modo giusto ti farà buttare solo denaro.

Prima di iniziare a pensare di mettere in pratica la propria idea, devi tenere in mente che i primi tempi saranno i più duri. Ora che hai una stabilità e un lavoro devi mantenerla mentre avvi la tua attività. Io sono sempre dalla parte di chi rischia ma non troppo.

Durante il periodo di avviamento è necessario mantenere la propria occupazione e iniziare il business come secondo lavoro. Chiedi aiuto se non riesci a fare tutto da solo ma non rinunciare alla tua entrata principale. Il periodo di inizio è pieno di imprevisti e spese nascoste che solo vivendo scoprirai. Solo quando la tua attività produrrà reddito allora è arrivato il momento di rassegnare le tue dimissioni.

Per aprire un’attività in Austria devi possedere, oltre al passaporto e il certificato di residenza in Austria, anche il tuo casellario giudiziario e il certificato di solvibilità. Le banche faranno un’analisi del tuo passato bancario per decidere se aprire o no il tuo conto business.

Arrivato a questo punto, un bel + sul tasto me lo merito non è vero? Per te è gratis, io capisco se scrivo cose utili.


Per conoscere tutti i vari step burocratici in persona ti consiglio di fare una visita alla camera di commercio austriaca WKO. Ricorda la consulenza è gratuita. A seconda del tipo di attività dovrai richiedere eventuali licenze. Come puoi capire è difficile generalizzare in un articolo di blog.

Lo stesso discorso vale per quale tipo di forma giuridica scegliere. La scelta sarà determinata dal tipo di business, dalla presenza o meno di soci e dal capitale investito. Come per l’Italia puoi scegliere di essere un lavoratore autonomo con partita iva oppure aprire una società di capitali o di persone. Nei costi di avviamento considera anche i costi dell’assicurazione obbligatoria per legge. Dopo un mese dall’inizio dell’attività dovrai metterti in contatto con il ministero delle finanze per dichiarare l’apertura della società.

Lavorare in Austria: conclusioni

Avere la voglia di cambiare vita e avere successo è normale. Se la tua idea di business è percorribile devi provarla altrimenti vivrai una vita di rimpianti. Se segui i miei consigli e non rischi tutto potrai dire di averci provato.

Comunque sappi che non esistono metodi facili per fare soldi. Chi dice il contrario mente perchè il suo modello di business per fare soldi è fregare gli altri promettendo cose false. Tu che lo sai stai alla larga perchè se uno veramente conosce il modo di fare soldi facili di sicuro non lo dice nè a te nè a me, ma anzi se lo terrebbe per lui.

Avendo bene in mente i fattori di rischio e di successo, lavorare in Austria presenta dei vantaggi come una tassazioen ridotta (25% sugli utili) e la vicinanza dall’Italia. Dall’altra parte dovrai impegnarti per studiare il tedesco. Senza la conoscenza della lingua troverai molte difficoltà. Ecco perchè prima di investire è molto meglio trascorrere un periodo di ambientamento. Se poi realizzi che il tedesco non fa per te, puoi sempre provare ad aprire un’attività in Inghilterra o Spagna o altrove, dove la lingua locale è più facile da apprendere.

Se avete apprezzato l’impegno di reperire informazioni che quotidianamente faccio, le sole richieste (gratuite) che vi chiedo è quello di rimanere in contatto con il blog Aprire Azienda tramite la pagina Facebook,  condividere l’articolo con i vostri amici e votare l’articolo con il tasto +1 di Google plus. Se avete bisogno di chiarimenti o consigli, non esitate a contattarmi. Grazie a presto.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

4 Comments

  1. Enrico Rinaldi Lug 31, 2015
  2. Domenico Gen 3, 2016
    • Alessandro Gen 4, 2016
  3. GIANLUCA Gen 30, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *