Lavorare in Francia. Trovare lavoro e diventare imprenditore in Francia.

Lavorare in Francia. Trovare lavoro e diventare imprenditore in Francia.

Avete mai pensato di andare a lavorare in Francia? Nella vita non dobbiamo mai escludere niente. Bisogna prepararsi a tutto. Per questo motivo ho deciso di scrivere una guida per tutte le persone intenzionate a trasferirsi in Francia per lavoro. Vista la situazione difficile in Italia forse può essere utile.

Innanzittuto chiariamo un fatto: la Francia non è Parigi. La Francia è una nazione da quasi 63 milioni di abitanti. La Francia offre molte opportunità per noi Italiani, bisogna solo conoscerle. Certo se ci fermiamo alla prima stazione, se non approfondiamo bene lo studio di un paese, probabilmente ci baseremo solo su osservazioni superficiali e incomplete.

Un errore comune, che vedo nei giovani in cerca di fortuna, è la mancanza di fantasia e creatività: non ci limitiamo alle mete più conosciute, cerchiamo di rendere il nostro percorso differente dalla folla. Se vogliamo cambiare la nostra vita in meglio dobbiamo aprire tutte le porte davanti a noi. Diventiamo unici. E non dimentichiamoci di imparare il fransese prima di partire.

Lavorare in Francia: i primi passi.

lavorare in franciaPrima di andare nel dettaglio delle pratiche necessarie per lavorare in Francia, vi siete domandati perchè volete andare a vivere in Francia? Scappare non sempre è la soluzione dei vostri problemi. Se volete trasferirvi in Francia dovete avere delle serie motivazioni e soprattutto passione; un reale interesse al paese e la voglia di farcela. Altrimenti tanto vale fare una vacanza , spendete meno. Prima di mollare tutto, datevi un periodo di prova, viaggiate, visitate il luogo e vedete come il paese vi accoglie.

Se credete che il vostro desiderio a trasferirvi in Francia sia sincero e solido, allora non vi resta che preparare le armi necessarie per avere successo. Vi dico una cosa che molti non vi dicono: il mercato del lavoro, italiano ed estero, è cambiato profondamente. Trovare lavoro non è facile.

La speculazione e l’avidità umana hanno sequestrato tonnellate di soldi dalle mani di molti, per metterli nelle mani di pochi. In perido di carestia, dovete pensare a voi stessi come un prodotto in commercio: che tipo di bisogno posso colmare nell’ azienda che dovrebbe assumervi? Quale tipo di figura professionale un datore di lavoro Francese ha bisogno? Questa maniera di pensare vi aiuterà molto in Francia, in Italia, ovunque.

Lavorare in Francia: cosa fare.

Per aumentare la possibilità di trovare lavoro in Francia, dovrete avere qualcosa in più da offrire dei locali. La prima cosa da fare è dedicarvi allo studio della lingua francese. Non esistono scorciatoie. Dovete saper comunicare la lingua locale. I tempi dove la manodopera scarseggiava sono lontani. Dovete avere una marcia in più. La conoscenza del francese vi aiuterà perchè così sarete bilingue, quindi competitivi sul mercato del lavoro.

Per imparare il francese dovrete iniziare a familiarizzare con i suoni e le parole. Un buon inizio è l’ascolto online delle Radio francesi. Ecco una lista delle radio online che puoi ascoltare gratuitamente.

Se non volete soffermarvi alla radio, potete guardare i programmi televisivi. Assecondare una necessità (lo studio della lingua) con un’ attività piacevole (come guardare la tv) vi diminuerà lo sforzo necessario. Eccovi una lista delle reti Francesi dove potete vedere i programmi francesi.

Il francese deriva dal latino, è una lingua sorella, non è impossibile impararlo, serve solo pazienza, tenacia e costanza. Con il giusto impegno non avrete problemi.

Oltre all’ ascolto, potete dedicarvi alla lettura. Il mio consiglio è quello di leggere close a cjui si è appasionati. Se ami le auto, allora leggi di auto. Se ti piace la natura, allora leggi di natura. Lo studio di una lingua straniera non deve snaturare il proprio modo di essere. Se vuoi puoi iniziare direttamente dai quotidiani francesi. Sforzati di leggere le notizie in francese. Ecco i quotidiani principali:

1.Figarò;

2.Le Mondè;

3.Liberation.

Ricorda che il francese è parlato da molte nazioni. Lavorare in Francia non sarà il solo beneficio. Infatti, se ami viaggiare, il francese sarà un ottimo compagno di viaggio. Ti aprirà delle porte sconosciute.

Se vuoi lavorare in Francia come dipendente, puoi approfondire la lettura nell’ articolo vivere in Francia. Se invece sei intenzionato a crearti una tua attività indipendente, puoi proseguire su questa pagina. Ti spiegherò l’iter burocratico per lavorare in Francia come imprenditore indipendente.

Lavorare in Francia: aprire un’ attività imprenditoriale.

Qualsiasi sia la tua idea imprenditporiale, è buona norma conoscere il posto dove si vuole investire. Contatti e  amicizie sono molto importanti, specialmente agli inizi. In un articolo precedente, ho scritto le cose necessarie per avviare un’ attività all’ estero.

Coloro intenzionati a diventare imprenditori in Francia, devono partire dal sito ufficiale francese Invest in France. Conoscere a fondo la normativa straniera aiuta a non prendere fregature ed essere autosufficenti. Una scelta che comporta un grosso sacrificio, deve essere fatta nel massimo dell’ autonomia e consapevolezza.

L’economia francese, anche se sta vivendo un momento di crisi come il resto dell’ Europa, è relativamente forte e stabile. Nella lista stilata dalla banca mondiale, la Francia occupa la 38° posizione. Non siede ai primi posti ma sempre meglio della 65° posizione del nostro paese.

Negli ultimi anni, la Francia ha investito molto nel semplificare la procedura per avviare un’ attività imprenditoriale. Il primo passo per crearsi il proprio lavoro è recarsi allo sportello unico Centre de formalités des entreprises (CFE) Questi centri, presenti su tutto il territorio francese, gestiscono tutte le pratiche necessarie e comunica alle autorità coinvolte, tutta la documentazione obbligatortia per la creazione dell’ attività. Il costo dell’ avviamento è di circa 350 Euro.

La scelta della forma giuridica appropriata dipenderà dalla tipologia dell’ attività svolta, dalla presenza di soci e dall’ entità dell’ investimento. Ovviamente, la scelta giusta deve maturare dopo un attento studio dei vantaggi e svantaggi. Ecco perchè ti consiglio sempre la lettura dei link ufficiali, per avere un’ idea la più chiara possibile. Lo scopo del mio blog Aprire Azienda è dare un’ idea generale della situazione. Per questo motivo, ti sintetizzo tutti gli step necessari per lavorare in Francia in completa autonomia.

1.Scelta della tipologia dell’ attività;

Questo sta a te. Dedicati alle tue passioni, prova a crearti un reddito da quello che ami, Sarà tutto più facile.

2.Scelta del luogo giusto;

La scelta del posto è fondamentale. Ricorda che devi viverci, per questo motivo ti deve piacere. Non farti prendere dalla fretta, magari prima di investire, lavora un periodo come dipendente e vedi come ti trovi nella tua nuova città.

3.Scelta della forma giuridica;

Le principali sono:

Entreprise Individuelle (EI);

Entreprise Individuelle à responsabilitèe limitèe (EIRL);

Entreprise Unipersonelle à responsabilitèe limitèe (EURL);

Sociètè à Responsabilitè limitèe (SARL);

Société par actions simplifiée (SAS);

4.Business plan;

Analisi di mercato, analisi costi e benefici, gestione del budget e tutto quello che serve per avere un’ attività di successo. Senza business plan meglio non iniziare.

4.Apertura della società;

Come detto in precedenza, recati allo sportello unico CFE.

5.Adempimenti burocratici;

Qualsiasi domanda avete, potete trovare risposta sul sito in lingua Inglese dedicato al business in Francia. Una volta registrato, il vostro business ricecìverà un numero chiamato SIRET.

6.Apertura del conto bancario;

Per un conto personale trovi tutto qui. Per il conto business dovrai sostenere altre operazioni. In linea generale, questo è una delle operazioni più stressanti. Comuqne niente è impossibile.

7.Inaugurazione attività;

Dovete dire al mondo che anche voi esistete.

8.Promozione dell’ attività.

Cercate di far conoscere la vostra attività il più possibile. Ovviamente dipende dal tipo di business, comuque non sottovalutate la vostra presenza fisica ad eventi di volontariato. Offrire un catering ad una onlus per sponsorizzarvi, oltre a far del bene, avrete un grosso ritorno di immagine.

9.Scelta dei collaboratori.

Avrete bisogno di un commercialista, detto experto contable in francese, di un notaio, detto notaire e di un avvocato, conosciuto come avocat. Non fidatevi del primo che incontrate, parlate con i locali. Testate la reputazione del professionista, non siate timidi.

10Pazienza e tenacia.

Ogni business all’ inizio non funziona. Tenetelo presente.Il vostro impegno, se associato a competenza, vi ripagherà del sacrificio. Ne sono certo.

Se volete andare a lavorare in Francia, ma non siete ancora sicuri e volete avere informazioni aggiuntive, non esitate a contattarmi tramite la pagina facebook. Con il giusto spirito di adattamento, e la voglia di farcela, creare un business in Francia può rivelarsi molto reddittizio. L’importante è rimanere con i piedi per terra e non farsi prendere dall’ entusiasmo.

Ogni attività, se iniziata in maniera giusta, porta i suoi frutti. Non sottovalutate l’ importanza del business plan. Chiedete se non sapete. L’impiego di un consulente aziendale è di fondamentale importanza. Comuque, prima di inziare qualsiasi iniziativa, domandate alla camera di commercio francese in Italia, credo sia il miglior referente sul mercato. Se siete veramente interessati all’ argomento e volete approfondire, chiedete, se posso vi aiuterò.

 

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *