Lavoro in Australia. Come diventare imprenditore in Australia

Lavoro in Australia. Come diventare imprenditore in Australia

Il lavoro in Australia si sà, non manca. essendo un paese occidentale sottopopolato ed in via di sviluppo, le possibilità di lavoro in Australia sono molteplici. Inoltre i salari sono fra i più alti al mondo. Per questi ovvi motivi, molti giovani italiani tentano la strada dell’ emigrazione in Australia, per crearsi una nuova vita nel continente dei canguri.

Io stesso decisi anni fa di provare l’esperienza  e non me ne pento assolutamente. Se anche tu stai pensando di trasferirti in Australia, ti consiglio la lettura di diversi articoli scritti in precedenza dove tratto i vari aspetti del viaggio:

  1. Trasferirsi in Australia (consigli pratici);
  2. Emigrare in Australia (vantaggi e svantaggi);
  3. Vivere in Australia (Curiosità);
  4. Lavorare in Australia (mondo del lavoro);

Lavoro in Australia: problema del visto

Volendo rimanere vicini all’ idea di fondo del mio blog Aprire Azienda, oltre ai vari consigli per emigrare in Australia, in questo articolo vorrei approfondire il tema dell’ imprenditoria Australiana. Viaggiando, ho notato che il sogno frequente di molti Italiani è diventare autonomi, creandosi il lavoro diventando imprenditori di se stessi. Ovviamente è innegabile che realizzare il proprio progetto è fonte di soddisfazione, dall’ altro lato non si deve sottovalutare gli aspetti pratici di ciò.

lavoro-in-australiaPurtroppo lo scoglio principale per noi Italiani in Australia è il visto. Detto ciò consiglio vivamente di iniziare la vostra ricerca nel sito ufficiale del governo Australiano www.immi.gov.au. Qui troverete tutte le possibili strade percorribili. Una buona conoscenza dell’inglese aumenta di gran lunga le vostre possibilità di successo.

Una scelta percorribile per i futuri imprenditori è Il Business Visa (ETA Subclass 601). Questo visto (al modico prezzo di $20) vi permetterà di entrare  in Australia durante un anno dove ogni singola permanenza non superi tre mesi.

Durante questo tempo potrete partecipare a conferenze, appuntamenti di business e visite esplorative. Se dopo la visita esplorativa decidete di avviare la vostra attività una possibilità è il Business Innovation and Investement Visa ( Subclass 188).

Purtroppo questo visto è solamente dedicato ai grandi gruppi in quanto richiede un investimento iniziale di $1,5 milioni. La mggiorparte di noi non possendo queste cifre non deve comunque perdere la speranza in quanto può comunque intraprendere altre strade.

Infatti nell’ultima riforma sul tema dell’immigrazione ogni emigrante deve inviare un espressione di interesse tramite il programma Skill Select. Tramite questo strumento il governo valuta le tue qualifiche e ti accompagna nel processo burocratico. Un’ ottima scelta può essere quella di avvalersi di un Migration Agent registrato.

Lavoro in Australia: step per avviare un’ attività

Una volta ottenuto il visto lavoro in Australia, aprire un’ azienda può rivelarsi una scelta vincente. Molti sono i casi di successo di Italiani emigrati in Australia che hanno fatto una fortuna. Essendo un paese pieno di opportunità, con coraggio e inventiva si può veramente creare un impero o per lo meno un futuro sicuro e onesto per noi e i nostri figli.

Un ottimo punto di partenza per aprire un azienda è contattare il Business Enterpriese Center. Questo ufficio segue gratuitamente passo passo l’imprenditore per aiutarlo prima, durante e dopo l’ avviamento del progetto imprenditoriale. Una volta deciso cosa e dove si vuole iniziare  il primo passo è decidere quale forma giuridica si vuole scegliere per il proprio business. In Australia le opzioni principali sono 4:

  1. Sole Trader;
  2. Partnership;
  3. Company;
  4. Trust;

Al momento di decidere la struttura del business, si deve ricordare che ci sono vantaggi e svantaggi in ciascuna di esse. Diversi fattori devono essere presi in considerazione nella scelta dove sicuramente la più importante è se si è da soli o con altri soci. 

Il passo successivo è la registrazione del nome. Dal 28 Maggio 2012 il nuovo sistema centrale ASIC (Australian Securities and Investement Commission) si occupa di tutte le registrazioni di tutti i vari stati Australiani. La registrazione del nome non garantisce l’esclusività del suo uso in quanto per ottenerla è necessario registrare il proprio marco con un applicazione al ufficio IP Australia.

Se la forma giuridica scelta è la company si dovrà registrarla al ASIC e questo garantirà l’esclusività del nome scelto che non dovrà essere usato da nessun altra company registrata. Una volta registrata dopo due giorni si riceverà il numero della company cioè l’ Australian Company number ACN. 

Come primo passo da imprenditore una buona scelta è applicare per eventuali fondi e finanziamenti disponibili usando questo ottimo motore di ricerca interno.

Ovviamente bisogna registrarsi per le tasse ottenendo l’ Australian Business Number ABN. Tutto questo è facile e immediato ed è possibile farlo online al sito governativo ABR.gov.au.

Le tasse da pagare sono varie a seconda se si assume personale, si lavora da casa o si importa o esporta beni. Le principali da conoscere che si applicano alla maggiorparte dei  casi sono:

  1. Income Tax (Tassa sui guadagni);
  2. Accisa (solo su alcuni prodotti);
  3. GST (equivalente dell’ IVA al 10%);
  4. Land tax (Tassa sulla proprietà);

Il sito di riferimento dove trovare tutte le informazioni è www.ato.gov.au

Se l’ articolo lavoro in Australia ti è piaciuto e nella speranza che la mia ricerca sia utile, non esitate a contattarmi se avete qualche particolare domanda. La strada per crearsi un lavoro in Australia sicuramente non è priva di ostacoli ma con costanza e impegno niente è impossibile. Il mercato Australiano è pieno di spazi imprenditoriali.

Le città crescono in continuazione e nuovi paesi vengono iniziati. L’ abbondante spazio fisico garantisce uno sviluppo economico duraturo per molti anni ancora. Se volete rimanere in contatto con il Blog Aprire Azienda potete farlo tramite la pagina Facebook. Grazie e in bocca alupo per la vostra avventura imprenditoriale.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

6 Comments

  1. Giancarlo Fontana Dic 25, 2013
    • Nicoletti Alessandro Gen 6, 2014
  2. Piero Ago 5, 2014
    • Alessandro Nicoletti Ago 5, 2014
    • Giovanni Dic 23, 2014
      • Alessandro Dic 23, 2014

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *