Lavoro in Danimarca. La guida per vivere in Danimarca. 5/5 (1)

Crearsi il lavoro in Danimarca

Tutte le informazioni per aprire un’azienda e diventare il creatore del proprio lavoro in Danimarca

Qui di seguito cercheremo nel modo più chiaro possibile di descriverti le possibilità che un giovane imprenditore ha di crearsi il lavoro In Danimarca. Dopo aver parlato di Singapore, Hong Kong, Nuova Zelanda e Usa , prime in classica nella lista della Banca Mondiale su facilità di creare un’ azienda, al 5° posto finalmente troviamo una nazione europea. La Danimarca si può considerare il paese europeo dove è più facile mettersi in proprio senza troppi impicci burocratici e con uno stato che agevola anzichè sfiduciare il giovane imprenditore.

Leggendo i post precedenti sui paesi extraeuropei, si nota una certa difficoltà iniziale nell’ intraprendere un percorso imprenditoriale per via degli alti costi. L’ alto costo dei viaggi per testare il terreno e le problematiche burocratiche del visto a volte scoraggiano. Essendo la Danimarca paese europeo, tutte queste difficoltà iniziali non esistono cosicchè ci si può dedicare sin da subito allo sviluppo della propria idea imprenditoriale.

Forse non tutti sanno che in Danimarca è ancora presente la moneta nazionale la Corona Danese. Questo fatto fa si che anche tutti gli euro scettici che temono una caduta dell’ euro si sentano sicuri nell’ iniziare un’ impresa in Danimarca.

Il mercato del lavoro in Danimarca è tuttora solido, nonostante la crisi europea, con tassi di disoccupazione che viaggiano intorno al 5/6 %. Ben lontani dai numeri a due cifre del Sud Europa, la Danimarca supporta i cittadini disoccupati con un sussidio e li incentiva a mettersi in proprio.

Tutti coloro interessati a trovare lavoro in Danimarca e magari successivamente prepararsi all’ avventura imprenditoriale, un buon punto di partenza è il portale www.workindenmark.dk dove si trovano suggerimenti e risorse per trovare lavoro in Danimarca. Inoltre è presente un utilissimo database con tutte le aziende Danesi attive nel mercato. Ovviamente la conoscenza dell’ inglese è una necessità, mentre la conoscenza dell’ danese può per un primo momento non essere necessario anche se la volontà di apprendere la lingua locale deve essere una priorità per l’emigrante se vuole sfruttare tutte le occassioni che la Danimarca ha da offrire.

Detto ciò, rimanendo nel argomento relativo a come iniziare un business, la prima cosa da conoscere è che tipo di entita giuridica posso scegliere per la mia azienda. Come nella maggiorparte delle nazioni le scelte si riducono a:

  1. Sole proprietorship;
  2. Partnership;
  3. Private limited company;
  4. Public limited company;

Sul sito danese www.startvaekst.dk sono presenti tutte le informazioni necessarie. Come è facile vedere, l’efficenza del nord europa non è una leggenda metropolitana. Non è raro trovare tutte le tematiche relative ad un argomento in un unico portale chiaro e semplice da consultare.

Andando nel dettaglio, ogniforma giuridica ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Il Sole Proprietorship, come suggerisce il nome, è una ditta individuale, e questo formato di business è quindi applicabile solo se avete intenzione di essere l’unico proprietario del vostro business. Se decidete di condurre la vostra attività come ditta individuale, la legge non farà alcuna distinzione tra te, l’unico proprietario, e il vostro business. Ciò significa che le attività commerciali sono di vostra proprietà e che siete personalmente responsabili per tutti i debiti e gli obblighi del busines. I vantaggi nell’ intraprendere questa strada sono la maggiore semplicità amministrativa e la mancanza di un capitale minimo per iniziare.

Se invece non siamo soli e la strada della ditta individuale non è percorribile, si deve considerare la Partnership e la Private Limited Company.

Nel caso della Partnership, come il proprietario di una ditta individuale, i proprietari sono personalmente responsabili, oltre ad essere responsabile in solido (uno per tutti e tutti per uno) per tutti i debiti e gli obblighi del business. Anche in questo caso il vantaggio di questa scelta è il non dover avere necessariamente un capitale iniziale da investire.

Se invece non avete intenzione di rischiare i vostri beni, la scelta dell’ apertura di una company diventa d’ obbligo. In questo caso non sarete responsabili dei debiti dell’azienda essendo la company entità giuridica a se stante. Non fatevi ingannare da questo in quanto se contraete mutui con delle banche ad esempio, le banche vi chiederanno garanzie personali. Il vantaggio di questa opzione è la separazione fra i beni personali e i beni aziendali, ideale se si vuole fare business con altre persone. In Danimarca è richiesto un capitale iniziale per l’ avviamento della company di DKK 80.000. Non fatevi spaventare sono “solo” 10.000 €.

Nella speranza di essere stato utile o almeno interessante per qualcuno, vi auguro buona fortuna e buon lavoro in Danimarca.

lavoro-in-danimarca

 

 

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *