La guida gratuita per trovare lavoro in Spagna 4.41/5 (17)

Dopo 8 anni di esperienza in Spagna, ho deciso di aiutare tutti i lettori del blog a vivere e lavorare in Spagna.

Se il tuo sogno è trasferirti nel paese della fiesta, questo è l’articolo che fa per te.

Il primo problema per chi si trasferisce è sicuramente la ricerca del lavoro.

Visto il tasso di disoccupazione giovanile, il lavoro in Spagna sembra infatti una chimera irraggiungibile.

Non a caso, migliaia di giovani spagnoli ogni anno lasciano il proprio paese per andare all’estero.

Però, se si guarda al numero di Italiani residenti in Spagna, scopriamo che molti connazionali hanno deciso di stabilirsi in maniera permanente in questo bellissimo paese.

Quindi la domanda da un milione di dollari nasce spontanea: come fare per trasferirsi e trovare lavoro in Spagna?

Anche se all’inizio potrebbe sembrare impossibile trovare lavoro in Spagna per via dell’alto tasso di disoccupazione, ricorda che trovare lavoro o no dipende solo da te e dalle tue qualità.

Se tu hai delle qualità in più da offrire e porti ricchezza al tuo datore di lavoro, non cè motivo valido per cui tu non sia assunto.

Ricorda questo è il motto del blog Aprire Azienda, mai arrendersi, mai.

Ricorda di pensare sempre controcorrente dalla folla, crearsi la propria nicchia o piccola fetta di mercato non è impossibile.

Difficile, non impossibile non dimenticarlo mai.

L’ importante è seguire le proprie passioni.

Valorizzare la propria diversità culturale come italiani può giovare alla ricerca del lavoro in Spagna. Bisogna concentrarci sul valore aggiunto che possiamo portare rispetto ad un locale.

Leggi anche: trasferirsi alle Isole Canarie

Lavoro in Spagna. Dove cercarlo?

La Spagna, un po’ come l’Italia, è un paese molto variegato al suo interno.

Ogni tentativo di generalizzare un paese di 47 milioni di abitanti risulta vano.

Se domandate ad un Galiziano quando inizierà il prossimo ballo di Flamenco non aspettatevi una risposta cordiale.

I famosi stereotipi Spagnoli, Corrida, tortilla, Flamenco non rappresentano assolutamente la Spagna nel suo complesso.

Infatti, la penisola Iberica è formata da 15 diverse comunità autonome alle quali si vanno ad aggiungere le Isole Baleari, le Canarie, Ceuta e Melilla.

Ogni comunità è caratterizzata da un governo e da un parlamento locale.

In Spagna, il processo di unificazione sotto un’unica bandiera è stato un processo lungo e spesso conflittuale per via della presenza di diversi popoli con tradizioni e lingue differenti.

In certi casi infatti ,non si parla di dialetto come potrebbe essere nel nostro paese, ma di vere e proprie lingue. I casi più noti sono sicuramente il caso dei Paesi Baschi e della Catalogna.

Visto il grado di diversità culturale presente in Spagna, la situazione lavorativa è molto diversa tra le varie comunità autonome.

Infatti, le maggiori difficoltà occupazionali si riscontrano specialmente al sud in Andalusia e zone più remote come l’ Estremadura.

In contrasto con queste zone invece troviamo ad esempio Barcellona e Valencia, città moderne e sviluppate, dove con il giusto grado di fortuna non è impossible trovare un occupazione o iniziare un proprio business.

lavoro-in-spagnaSe ancora non avete deciso dove vivere e trovare lavoro in Spagna, potete iniziare la vostra ricerca nelle città più grandi, dove il mercato del lavoro è generalmente più vivace e mobile.

Le città più grandi sono Madrid (3,2 milioni abitanti), Barcellona (1,6 milioni ab), Valencia (800.000 ab.), Siviglia (700.000 ab), Zaragoza (650.000 ab.), Malaga (570.000 ab.), Murcia (500.00 ab.), Palma di Mallorca (400.000 ab.), Las Palmas (380.000 ab.), Bilbao (350.000 ab.), Alicante (330.000 ab.), Cordoba (320.000 ab.), Valladolid (3150.000 ab.), Vigo (300.000 ab.), Gijon (270.000 ab.), La Coruña (240.000 ab.).

Come vedete la scelta è abbastanza ampia, e queste sono solo le prime 16 città per numero di abitanti, infatti non includono città altrettanto importanti sotto molti punti di vista come Granada, Santander e molte altre.

Prima di decidere per il grande salto, considera vari viaggi esplorativi per tastare il terreno e capire se la possibilità di trasferimento è concreta oppure no.

Qualsiasi sia la tua scelta, metropoli o piccolo villaggio di mare, non dimenticarti di immergerti a pieno nella vita dei locali.

Se hai bisogno di conoscere alcune delle strategie per trovare lavoro in Spagna ma che non tutti sanno, allora ti consiglio di scaricare ora Spagna Facile, la guida ufficiale del blog che ti aiuterà nel tuo trasferimento.

Economia e mercato del lavoro in Spagna

Anche se la situazione attuale non è delle più rosee, la Spagna rientra comunque fra le economie avanzate Europee.

Dopo una crescita economica trainata dal boom edilizio, la Spagna è stata una delle nazioni Europee che ha sofferto di più la crisi finanziaria del 2008.

Con tassi di disoccupazione fra i più alti in Europa, la Spagna ha comunque delle risorse che possono aiutare il riscatto economico che merita.

Infatti, il paese è all’ avanguardia in molti settori strategici come le enrgie rinnovabili, il farmaceutico, i trasporti, l’ acquacoltura e l’ alta tecnologia.

Molte aziende Spagnole sono in espansione anche per via del loro svulippo in America Latina.

Quindi, quello che può apparire a prima vista un mercato stagnante, offre tuttavia diverse possibilità di lavoro per tutti quei candidati che hanno alle loro spalle non solo un titolo di studio ma un bagaglio di esperienza che può portare un valore aggiunto all’ azienda.

Tra le aziende più importanti sul mercato del lavoro in Spagna, è giusto ricordare Telefonica, leader mondiale nelle telecomunicazioni, Iberdrola nel campo dell’ energia, Inditex nel settore tessil e Repsol la famosa compagnia petrolifera.

Un altro settore molto sviluppato in Spagna è il turismo.

Questo settore è notoriamente una fonte di lavoro sostanziosa sia per i locali sia per i stranieri.

Vista la crisi, molte posizioni lavorative saranno prese d’ assalto dai locali però se si valorizza qualità differenti, il turismo è un ottimo sbocco lavorativo per gli Italiani in Spagna.

Se volete trovare lavoro in Spagna, dopo aver ottenuto il NIE, Número de Identificación de Extranjeros, sarete pronti ad iniziare la vostra ricerca per stabilirvi in questo magnifico paese.

Non vi aspettate vita facile, la situazione è dura, ma il bello è proprio questo. Più è difficle, più sarà dolce la ricompensa.

Fra i portali online di maggior uso questi sono i più importanti:

  1. Infojobs;
  2. Monster;
  3. Laboris;
  4. Opcionempleo;
  5. Experteer;
  6. Empleofacil;
  7. Tecnoempleo;
  8. Infoempleo;

Non credere che basti prendere il Cv, spedirlo e ottenere un lavoro in Spagna senza dover lottare. Preparati a differenziarti dalla folla, impara ad usare Linkedin e studiati le strategie per ottenere un colloquio di lavoro.

I portali online sono solo la punta dell’ iceberg, usali per ottenere informazioni quali sono le aziende leader del settore, studiale e poi prova a contattarle o tramite Linkedin o tramite il loro sito Internet.

Oppure chiamali direttamente anche se non hanno nessun annuncio di lavoro.

Investire in Spagna

Se invece di cercare lavoro in Spagna, decidete di provare la vostra avventura imprenditoriale e lavorare in completa autonomia, la Spagna occupa la 44° posizione nella classifica mondiale sulla facilità di Business, stipulata dalla Banca Mondiale.

Anche se lontana dalle prime posizioni, la Spagna offre ancora diverse possibilità di sviluppo imprenditoriale.

Qualsiasi sia la vostra idea di business, non sottovalutate l’ importanza di una buona pianificazione iniziale.

Se volete crearvi il lavoro in Spagna, potete trovare tutte le informazioni necessarie sull’ articolo come aprire un’ azienda in Spagna.

Se siete imprenditori Italiani in Spagna e volete raccontare la vostra storia, sarò lieto di darvi lo spazio che meritate.

Se vuoi investire in Spagna ma non sai da dove iniziare, scarica ora la sola guida in italiano sulla Spagna:

Leggi Spagna Facile: la guida per trasferirsi in Spagna con successo

trasferirsi in spagna

Svantaggi sul vivere in Spagna

Ovviamente, anche se a prima vista la Spagna possa sembrare il paradiso, clima meditteraneo, belle donne, buon cibo e sempre festa, secondo me i svantaggi a vivere in Spagna sono diversi. La lista:

  1. Alta disoccupazione;
  2. Corruzione nel settore pubblico;
  3. Povertà in aumento;
  4. Salari e contratti di lavoro non sempre ottimali;
  5. Burocrazia e permessi;
  6. Spagnoli ritardatari da competizione;
  7. ….

Vantaggi sul vivere in Spagna

Non ci sono svantaggi a vivere in un paese senza i suoi vantaggi, ben più numerosi dei svantaggi a mio modesto parere. La lista:

  1. Facilità nell’ apprendere lo Spagnolo (1 mese lo parli e lo capisci garantito al 100%);
  2. Distanza accettabile dall’ Italia;
  3. Cordialità degli Spagnoli;
  4. Cibo ottimo;
  5. Clima temperato dei migliori;
  6. Spiaggie e monumenti da invidia,
  7. Fiesta e vita sociale lontanamente paragonabile alla movida Italiana (chi la conosce lo sa);
  8. Possibilità di investire sulla propria Italianità per crearsi un lavoro ( in Spagna siamo molto apprezzati);
  9. ….

Siete daccordo? Pensate che il difficile momentodella situazione economica vissuta in Spagna, cancelli le bellezze di questo paese? Io personalmente risolto il problema lavoro, in Spagna credo che la vita sia molto migliore che in Italia. La voglia di vivere dei Spagnoli supera di molto la nostra. Siete daccordo?

Suggerimenti per vivere e trovare lavoro in Spagna

Anche se a prima vista può sembrare un’ impresa trovare lavoro in Spagna, io credo che nei settori giusti e con il giusto approccio è ancora possibile crearsi una vita.

I suggerimenti che sento di darvi sono molto simili a quelli scritti per vivere in Portogallo. Eccoli qui:

  1. Punta sulle lingue straniere (notoriamente i spagnoli non sono bravi nelle lingue straniere, puntare su questo può rivelarsi un’ ottima scelta)
  2. Non sottovalutare le tue doti culinarie (da sempre la cucina Italiana è un ottimo sbocco professionale)
  3. Possibilità di sfruttare la nostra Italianità, (esempio importando cibo o altri prodotti possiamo crearci un lavoro)
  4. Sfrutta le bellezze locali (Sai quanti italiani visitano la Spagna ogni anno? Molti. Perchè non sfruttare questa fonte come un reddito?)
  5. Valuta le città minori per un eventuale investimento (non esiste solo Madrid e Barcellona ricorda)
  6. Vivi un periodo di prova prima di qualsiasi esperimento ( viaggia e visita molti posti, scegli quello che ti paice di più, non fermarti al primo viaggio)
  7. Tessere una buona rete di conoscenze (Siamo in un paese latino, le conoscenze sono molto importanti);
  8. Pianifica con cura e stabilisci un buon rapporto con le autorità locali (avere dalla tua la burocrazie può rivelarsi molto utile);
  9. Vivi una vita molto attiva (esci di casa il più possibile, frequenta corsi e riunioni)
  10. Differenziati dalla folla in maniera positiva (crea un valore aggiunto intorno la tua persona, ti aiuterà a trovare il lavoro desiderato)

Se trovi l’articolo interessante, condividilo e riamni in contatto con Aprire Azienda tramite la pagina Facebook.

Mucha suerte en España!!!

Scarica ora Spagna Facile, la guida ufficiale del blog che ti aiuterà nel tuo trasferimento

trasferirsi in spagna

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

71 Comments

  1. di giuseppe vito Lug 30, 2014
    • Alessandro Nicoletti Lug 30, 2014
    • Ponte Ott 1, 2014
      • Alessandro Nicoletti Ott 1, 2014
      • gemma Ago 30, 2015
  2. cristina Set 7, 2014
    • Alessandro Nicoletti Set 9, 2014
    • Giovanni Ago 14, 2015
      • Manuel Gen 2, 2016
        • Luca Mar 7, 2016
        • Domenico Mar 8, 2016
        • Alfonso guida Mag 12, 2016
        • Salwa Lug 6, 2016
        • ovidio Lug 28, 2016
        • Michele Ott 2, 2016
      • Manuel Gen 2, 2016
        • Alessandro Gen 2, 2016
        • BRUNO Gen 3, 2016
        • salvatore Gen 20, 2016
        • Simone Mar 3, 2016
        • Leonardo Mar 3, 2016
        • Giovanni Mar 9, 2016
        • Emanuele Apr 14, 2016
        • Denis Giu 19, 2016
  3. Davide Set 19, 2014
  4. Sofia Set 20, 2014
  5. Nicola Set 23, 2014
    • Alessandro Nicoletti Set 23, 2014
  6. claudio Set 26, 2014
  7. Cri Ott 21, 2014
  8. Cri Ott 21, 2014
  9. Filippo Nov 7, 2014
    • Alessandro Nicoletti Nov 7, 2014
  10. Marco Polo Dic 13, 2014
    • Sergio Gen 29, 2015
      • silvia Apr 29, 2015
    • jerry Lug 26, 2015
    • Dario Ago 23, 2015
  11. Viola Feb 24, 2015
  12. Giovanni Giu 12, 2015
  13. Loris Giu 15, 2015
  14. tiziana Lug 1, 2015
    • Alessandro Lug 1, 2015
  15. michele Lug 28, 2015
  16. Marco Lug 29, 2015
    • Alessandro Lug 29, 2015
      • marco Lug 29, 2015
  17. mirco Lug 29, 2015
    • Alessandro Lug 29, 2015
  18. mirco Lug 29, 2015
  19. diana Gen 10, 2016
  20. Manola Gen 23, 2016
  21. Anna Mar 14, 2016
    • Alessandro Mar 14, 2016
  22. GP Mar 30, 2016
  23. giorgio Mag 2, 2016
  24. Rita Mag 15, 2016
  25. Giovanni Mag 18, 2016
  26. Eddy Ago 27, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *