Mercato del lavoro. Come rimanere competitivi professionalmente.

Come essere competitivi sul mercato del lavoro

Ti stai per caso domandando, come il mercato del lavoro si sta attualmente evolvendo? Un mix esplosivo di fattori come crisi economica, immigrazione, sviluppo di economie emergenti e aumento della popolazione,ha portato il mercato del lavoro nel continente Europeo a livelli di competizione una volta sconosciuti.

Se in passato ottenere una laurea era biglietto di ingreso più che sufficente per ottenere un lavoro stabile per il resto della vita, oggi purtroppo questo non è più sufficente. Ottenere un lavoro duraturo che permette una stabilità economica è diventato sempre più difficile.

mercato-del-lavoroIn questo contesto, l’unico modo per farsi strada è essere competitvi sul mercato del lavoro. Chi segue il blog Aprire Azienda sa, che qui può trovare consigli e suggerimenti su come trovare lavoro, trasferirsi all’ estero e aprire un’ attività in proprio.

Qualsiasi sia il tuo progetto di vita, l’impegno e la costanza sono due fattori imprescindibili per avere successo. Partendo da queste due caratteristiche, si deve inoltre conseguire un alto grado di competitività per ottenere un vantaggio competitivo sui competitori.

Solamente un decennio fa, questi termini erano rivolti solo alle aziende, ora invece questo tipo di espressioni vengono riferiti anche alle persone. Prima realizzi che il mercato del lavoro è cambiato in maniera irreversibile, prima ottieni quelle nozioni per ottenere quello che vuoi nella vita.

Strategie per rimanere competitivi sul mercato del lavoro

Seguendo l’evolversi del mercato del lavoro,  il candidato deve rimanere appetibile per un futuro datore di lavoro. In Italia questi concetti sono ancora molto lontani dal pensare comune. Il lavoro, inteso come diritto a vita ad essere mantenuto dal datore di lavoro senza dare professionalità in cambio, e senza rischiare il posto a prescindere dai risultati, è ormai storia.

Le aziende Italiane, tartassate dal fisco Italiano, devono competere internazionalmente con le aziende straniere. In Italia non è ancora ben chiaro il concetto che il mercato del lavoro è cambiato, noi giovani purtroppo dobbiamo prepararci ad una situazione dove il posto fisso a vita è una pura utopia.

Però, cè sempre un però, se da una parte questo può essere considerato un aspetto negativo, dall’ altra deve far riflettere ed essere considerato come uno stimolo in più. Infatti all’ estero, questa concezione del mercato del lavoro e della mobilità, non è considerato un fattore penalizzante ma anzi un fattore positivo che rende il lavoratore e l’azienda in continua evoluzione.

Quindi in un mercato del lavoro che cambia, il lavoratore, soprattutto i più giovani, devono far proprio il concetto che come le aziende, dobbiamo essere pronti a competere e rimanere continuamente aggiornati. Navigando in rete, ho trovato un ottimo articolo che parla appunto di come cambia l’ambiente di lavoro, e di come il lavoratore deve comportarsi, per rimanere competivivo sul mercato del lavoro. Ve lo traduco (in parte) e ve lo implemento per voi (e per me).

8 strategie da conoscere in un mercato del lavoro in continua evoluzione

1.Professionalità e lavoro di squadra;

La sola cordialità non basta più. Uno studio redatto dalla compagnia Svedese Universum, indica le tre caratteristiche fondamentali di un lavoratore nel mercato del lavoro odierno. Fiducia, professionalità e energia. Il datore di lavoro vuole un dipendente che grazie al lavoro di squadra ottiene risultati concreti in maniera efficente.

2.Attenzione ai social network;

Dimenticati la privacy, non esiste più. Qualsiasi cosa pubblichi sul web, anche nella pagina Facebook personale, è ormai di dominio pubblico. Stai molto attento a cosa pubblichi, un giorno ti si potrebbe rivoltare contro. Piuttosto leggi il mio articolo su come usare Linkedin, per usare i social network a tuo vantaggio.

3.Continua formazione;

Con la scomparsa del lavoro fisso o quasi, devi essere pronto a scendere nuovamente sul mercato del lavoro. La maniera migliore per farlo è rimanere continuamente aggiornati e magari ampliare le proprie conoscenze professionali. Riduci le ore perse davanti alla tv e aumenta invece la tua partecipazione ad eventi formativi e corsi professionali.

4.Seguire la tecnologia;

Conoscere le ultime teconologie ti aiuterà ad aprirti porte nuove. Molti lavori sono ormai dedicati al mondo digitale, non precluderti possiblità solamente perchè non sei informato delle nuove possibilità. Leggi l’articolo delle probabili professioni del futuro e vedi se ti riconosci in qualcuna di esse.

5.Flessibilità;

Soprattutto all’estero, si sta verificando un ripensamento del lavoro ad orario fisso prestabilito, e si sta optando per un mercato del lavoro flessibile, dove il lavoro viene valutato come raggiungimento del risultato. In questo modo si incentiva l’impegno e la èpartecipazione del dipendente al processo lavorativo. In questo contesto è ovvio che essere flessibili è di fondamentale importanza.

6.Collaborazione;

I grandi risultati nella storia, sono stati ottenuti tramite la cooperazione. Nessun cambiamento o miglioramento è stato raggiunto senza l’impegno di numerose persone. Anche se la storia a volte ci regala eroi, la maggiorparte di loro hanno conseguito i loro traguardi solo grazie al lavoro di squadra. In questo contesto, il lavoratore deve essere una persona socievole, che non disdegna l’aiuto altrui e anzi concede il suo contributo agli altri.

7.Responsabilità sociale;

Una tendenza sempre più ricorrente e il maggior impegno sociale delle aziende più grandi. Se per alcuni questo può esser visto come un comportamento ipocrita, per altri può essere un’ occasione per essere attivi nel sociale. Il lavoratore, dalla parte sua deve comportarsi di conseguenza, donando il suo tempo a cause sociali. Questo oltre all’appagamento personale, può aiutare a crearsi un network di conoscenze, molto utile nel mercato del lavoro odierno.

8.Ricompensa e riconoscenza.

Tendenza proveniente dall’ estero, sempre più aziende credono che la ricompensa al lavoratore migliore, non solo in denaro, sia uno stimolo per aumentare l’efficenza e il risultato. Pratica ancora da sviluppare in Italia. Il lavoratore, incentivato dal premio deve a sua volta impegnarsi per migliorare la sua professionalità.

Non so se siete daccordo su questa visione del mercato del lavoro. Io, personalmente, l’ho trovata molto interessante e motivo di discussione. Credo che se il nostro sistema vuole rimanere competitivo con l’estero, deve adeguarsi alle tendenze moderne e cavalcare il cambiamento senza rimanere indietro.

Essendo il mercato del lavoro in evoluzione, anche il candidato deve a sua volta realizzare che, purtroppo o per fortuna, il lavoro fisso è ormai sempre più raro. Continua formazione, flessibilità e lavoro di squadra sono le caratteristiche per un candidato di successo.

Se ti paice il tema del blog Aprire Azienda, e vuoi rimanere in contatto, aggiungiti alla pagina Facebook e condividi l’articolo con i tuoi amici. Grazie.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *