Nuove idee imprenditoriali per fare successo e guadagnare soldi 4.65/5 (17)

Uno degli argomenti di punta del blog è lo sviluppo di nuove idee imprenditoriali.

La creazione di un business è un tema molto caro e voglio dare un aiuto concreto a chi legge.

Molti credono che basti avere una bella idea per cambiare vita e avere successo.

Forse nel boom economico del dopo guerra era così, ora non più.

Ogni nicchia di mercato ha i suoi attori consolidati e agguerriti a non lasciare nessuno spazio ai nuovi arrivati. Funziona così ovunque, in Italia e all’estero.

Tuttavia esistono ancora, grazie soprattutto alla rete, nuove nicchie relativamente giovani e abbordabili.

Se usiamo un approccio scientifico e duraturo, è ancora possibile realizzare un’attività in proprio e fare soldi.

Nuove idee imprenditoriali per creare un business

nuove idee imprenditorialiSe cerchi sul mio archivio trovi decine di articoli sull’argomento.

Nel post di oggi invece voglio elencarti una serie di idee imprenditoriali da applicare subito senza grossi investimenti di denaro.

Tieni bene in mente che l’investimento più grosso è il tempo che dovrai dedicare al tuo nuovo business.

Non esistono soldi facili, esistono solo aziende in grado di vincere la concorrenza fornendo servizi e prodotti meglio degli altri.

Tutte le nuove idee imprenditoriali elencate qui di seguito hanno in comune la presenza di un blog aziendale dove pubblicizzi le tue attività.

Se hai bisogno di aiuto per mettere in pratica la tua idea, non esitare a contattarmi.

Se hai un’idea imprenditoriale e non sai da dove iniziare, leggi anche il mio ebook ITS dove troverai decine di idee e metodi per guadagnare.

 

Nuove idee imprenditoriali per metterti in proprio

Come anticipato nella breve introduzione, oggi voglio elencarti una lista di idee imprenditoriali da mettere in pratica senza grossi investimenti di denaro.

Voglio chiarire sin da subito che non si tratta di sistemi piramidali di multi level marketing utili solo per aggirare le persone più indifese.

Queste idee sono attività commerciali vere e proprie basate sulla tua competenza e capacità di fornire un servizio o prodotto di indubbio valore reale.

1.Cercatore di lavoro;

Se stai cercando lavoro sai bene quanto è difficile non perdere l’entusiasmo e continuare senza mollare mai. Quanti cv hai dovuto inviare prima di ricevere una singola risposta, magari negativa?

Quanti sbalzi d’umore hai attraversato giorno dopo giorno?

Molti, come tutti noi. E come se non bastasse, molte aziende ora usano solamente lunghe application online personalizzate. Questo significa che per ogni annuncio devi perdere ore e ore, probabilmente senza risultato, per rispondere ad un singolo annuncio.

In questo contesto entri tu, il cercatore di lavoro. Apri un blog con poche pagine descrittive dei tuoi servizi di invio cv e compilazione di application. Io ti assumerei oggi stesso.

Non avendo un legame affettivo con l’annuncio di lavoro, tu saresti senza dubbio molto più efficiente del candidato stesso. Ci sono milioni di disoccupati delusi che ti pagherebbero pur di non dover inviare il loro cv alle aziende.

2.Venditore per Droppshipper;

Se non hai soldi per farti un magazzino, questo modello di vendita è un buon modo per iniziare la tua attività senza investire grosse somme di denaro.

Il drop ship consiste nella vendita di prodotti ad un cliente senza possederlo in prima persona. L’importante è avere una serie di fornitori seri, veloci ed affidabili su cui contare. Per vendere i tuoi prodotti puoi usare un profilo ebay oppure creare un e-commerce con relativo blog aziendale.

Grazie al drop ship puoi fornire ai tuoi clienti un ampio catalogo senza la preoccupazione dei costi di magazzino e spedizione, tutti a carico del tuo fornitore. Tu devi solo preoccuparti della promozione dei prodotti.

3.Negozio online di nicchia;

Il negozio online di nicchia è più gestibile dal punto di vista finanziario per via dei pochi prodotti presenti in catalogo. Devi promuovere la tua attività con una serie di articoli tematizzati.

Qualità e quantità sono d’obbligo e la tua attività difficilmente sarà redditizia in pochi mesi. Devi far capire a Google che il sito non è un sito temporaneo e per farlo devi produrre contenuti di valore per un tempo minimo di 6 mesi.

Devi interagire con i tuoi lettori, devi fidelizzare il cliente e soprattutto devi specializzarti in una nicchia in maniera stabile ed efficiente.

Devi studiare la concorrenza e carpire i loro limiti e cosa hai di meglio da offrire. Un piccolo negozio deve puntare sul rapporto di fiducia e qualità piuttosto che prezzo e quantità.

4.Disegnatore di t-shirt;

Se sei bravo a disegnare e la tua mente crea ogni giorni nuovi temi, creare un tuo brand e presentarlo ai vari attori del mercato è un buon modo per farsi conoscere.

Puoi vendere le tue t-shirt direttamente oppure affidare le tue creazioni a qualche linea di abbigliamento già presente sul mercato.

Se la tua idea è originale non avrai problemi a trovare clienti entusiasti. Le t-shirt devono essere rivolte ad un target ben specifico da decidere prima di iniziare.

5.Accompagnatore turistico per italiani all’estero;

Se vivi all’estero, un buon modo di guadagnare è proporsi come guida turistica per i numerosi italiani in vacanza. Crea un blog sulla città in cui vivi, prepara una serie di articoli dove racconti i vari aneddoti sulla città e i posti da visitare.

Crea una pagina Facebook e elenca i vantaggi per un turista a pagare proprio te per vedere la città. Creare un blog con qualche centinaio di visitatori molto targhetizzati non è poi cosi difficile, se vuoi posso anche aiutarti a capire come fare.

Se vivi in città come Londra, Barcellona, Berlino, Vienna, Amsterdam, Edimburgo ecc ogni giorno centinaia di turisti avidi di informazioni ed esperienze arrivano cercando una persona come te. Inizia oggi stesso, prima che sia troppo tardi.

6.Copywriter;

Le aziende hanno bisogno di contenuti per consolidare la loro presenza online.

Sia sulle serp di google, sia sulle pagine Facebook, tutti i vari marchi hanno bisogno di visibilità e il solo modo per averla è pagare qualcuno per scrivere su di loro.

Se hai delle discrete capacità, crea il tuo blog e inizia a proporti alle aziende, soprattutto start up.

Queste ultime sono più aperte al dialogo e al contenimento dei costi impiegando un freelance come te.

7.Traduttore di cv;

Basta guardare le statistiche per capire quanta necessità c’è dietro questo fenomeno di massa. Centinaia di migliaia di giovani italiani partono all’avventura alla ricerca di un posto di lavoro all’estero.

Se tutti, o quasi, possono scrivere un curriculum in inglese, ben diverso il discorso per lingue difficili come tedesco, lingue nordiche, cinese, arabo ecc. Se tu hai queste competenze, non usarle è controproducente. Inizia sin da subito a promuovere i tuoi servizi.

8.Negozio di biciclette elettriche;

Se vivi in una grande città turistica, avrai forse notato la colpevole assenza di un buon servizio di affitto biciclette elettriche.

Forse non sei l’unico, ma la massiccia presenza di turisti in certe zone garantisce un fatturato interessante. Iniziare con poche risorse non sempre è un limite, poche biciclette ma servizio economico ed efficiente.

9.Assistente virtuale;

Contatta i blogger più famosi e proponiti come assistente virtuale per gestire impegni, scadenze ed appuntamenti. Proponiti anche alle aziende, sempre più interessate all’esternalizzazione dei costi.

Come assistente virtuale, ti troverai a gestire prenotazioni, vendite, acquisti, appuntamenti ecc.

10.Istruttore di Yoga;

Questa pratica orientale è sempre di più in voga nei giovani e meno giovani. Diventare istruttore di Yoga richiede tempo, ma se sei un’ appassionato della disciplina non avrai problemi.

Se non vuoi essere tu l’istruttore, puoi prendere in affitto un locale e metterlo a disposizione dei vari maestri presenti in zona. Cosi facendo puoi estendere il tuo campo d’azione anche ad altre discipline.

11.Gestore di Bed and Breakfast;

Ok, magari non è un’idea innovativa ma il settore tira.

Gestire un BB non è difficile se hai il locale giusto e la burocrazia semplificata.

Non hai bisogno di aprire una partita iva, basta solamente emettere la ricevuta e pagare sui guadagni. Pubblicizza la tua struttura sui portali più famosi e offri servizi aggiuntivi come giro con cavalli, trekking e visite guidate della zona.

12.Travel blogger;

I travel blog sono numerosi ma solo pochi hanno successo.

Sai perché?

Perché la maggior parte dei travel blogger scrivono per loro e non per i lettori. Se come travel blogger parli solo di quanto sia figo viaggiare, probabilmente non avrai molto successo.

Specializzati in una zona che conosci bene (la tua regione italiana va benissimo) e fornisci contenuti di valore per i viaggiatori.

Crea guide pratiche, facili da leggere e soprattutto utili a chi legge. Concentrati sul tema del low cost. Le persone non hanno bisogno di sapere quanto sia figo viaggiare, lo sanno già da sole.

13.Food blogger;

Il food blogger è forse il lavoro più bello del mondo. Visitare ristoranti e paesi provando le delizie culinarie del posto. Come per il travel blogger, c’è ancora spazio per chi fornisce contenuti di valore per chi legge.

I grandi portali inseriscono ricette classiche, tu specializzati in un settore particolare e scrivi articoli, recensioni, video ricette con passione e determinazione. E magari con un lato comico.

14.Negozio outlet temporaneo;

Affitta un negozio per poche settimane, acquista uno stock di abbigliamento e vendilo a prezzi stracciati. Investi denaro che puoi spendere e vedi come va. Magari può essere l’inizio di un progetto più stabile. Le persone hanno sempre più bisogno di prodotti a basso costo.

15.Organizzatore di eventi;

La gente ha bisogno di divertirsi e generalmente gli eventi sono, se ben organizzati,  molto frequentati. Festival della birra, competizione culinaria, raccolta di beneficenza ecc

16.Chef a domicilio;

Soprattutto all’estero, e per le fasce più benestanti, avere uno chef personale a casa è motivo di vanto e prestigio. Io stesso creai questa attività in Uk e dopo poco tempo abbiamo ottenuto un buon riscontro.

17.Coltivatore biologico;

Se ami la terra questo è il tuo lavoro. Il settore del biologico è in continua espansione e non si fermerà in poco tempo. I consumatori sono sempre più attenti a cosa mangiano.

Se non hai la terra a disposizione, crea un negozio di vendita a km zero con produttori locali e organizza un mercatino.

18.Consulente vegano;

Se hai le competenze diventa un consulente vegano.

Sempre più ricerche scientifiche hanno evidenziato l’importanza di mangiare vegano, soprattutto per la cura di certe malattie.

Nuove idee imprenditoriali: l’esempio di Gild

Tra varie idee imprenditoriali, ti voglio raccontare la storia di un cervello Italiano in fuga.

Vi sto parlando del progetto Gild, nato dalla mente del giovane Italiano, residente guarda caso in California, Luca Bonmassar.

gildIn cosa consiste Gild?

Dopo un avvio di carriera di tutto rispetto in Nokia, Luca stravolge il modo di pensare dell’ epoca, fondando una propria start up di reclutamento personale per le grandi imprese come Google e Facebook.

Il concetto base dietro Gild è il reclutamento di giovani talenti a prescindere dal loro titolo di studio, Cv e esperienza lavorativa.

Gild, riesce a trovare in rete i talenti di cui una grande azienda ha bisogno, tramite la mole di informazioni presenti online.

Ad esempio, commenti su Linkedin, partecipazioni a discussioni e creazione di programmi open source, crea il biglietto da visita del giovane informatico promettente senza bisogno di passare nel lungo e noioso processo di selezione dei candidati.

Grazie a Gild, giovani meno abbienti possono ambire a grandi sogni.

La democrazia aumentata dal progetto Gild

Secondo il mio modesto parere, la vera rivoluzione che la start up Gild ha avviato, è l’ aumento di giustizia sociale che questo tipo di selezione dei candidati porta con se.

Oltre al ovvio guadagno dell’ azienda nel trovare i migliori cervelli del futuro a minori spese, by-passando il processo tradizionale della ricezione e revisione dei Cv, interviste e selezione, Gild crea accesso al mondo del lavoro a tutti quei ragazzi che per via della loro condizione economica non possono accedere al mondo accademico.

Come è ben noto, migliori Università, migliori titoli di studio e migliori stage non retribuiti sono esclusivo campo dei più abbienti.

Molti ragazzi, dotati di talento, sono esclusi dal raggiungere posizioni di rilievo non per motivi meritocratici ma per motivi, ahimè, ben diversi. La potenza della rete internet fa si che anche chi non ha i mezzi per frequentare Harvard, può comunque ambire a migliorare la sua situazione per via dei meriti.

Per il momento, questo tipo di selezione attuato da Gild è riferito solo ai programmatori, nel futuro è molto probabile che questa metodologia si possa rivolgere anche per altri modelli di business.

Con questo voglio soffermarmi sul punto cruciale che il mio blog non smetterà mai di ricordare.

Anche se il periodo in cui viviamo non è dei più facili e rosei, Luca con il suo progetto Gild dimostra che con il duro impegno, le giuste capacità ed un pizzico di fortuna non è impossibile aprire un’ Azienda profittevole e vincente.

Nuove idee imprenditoriali: conclusioni

Se sei una persona motivata nel crearti una rendita parallela, ti consiglio la guida completa ITS: Idea, Traffico, Soldi, il metodo per guadagnare con il web.

ITS ti racconta in esclusiva il percorso che ha trasformato Aprire Azienda da semplice hobby a lavoro vero e proprio.

ITS è il resoconto dei miei anni da imprenditore online, il risultato è una guida favolosa che ti aiuterà a realizzare i tuoi sogni.

Per leggerla, devi cliccare il link

Ogni grande progetto inizia con un piccolo passo. Il segreto per vivere una vita felice è seguire le proprie passioni e metterle in pratica. Circondati di persone positive  e allontana da te i pessimisti cronici, o almeno non ascoltarli.

La vita è troppo breve per  sprecarla vivendo la vita di qualcun altro. Se non sai da dove iniziare, contattami, posso darti una mano a realizzare i tuoi sogni.

Tutti i  fattori per creare un business di successo saranno trattati sul blog uno per uno. Nel frattempo ti chiedo di condividere con quante più persone possibili il blog, di iscriverti alla newsletter e rimanere in contatto con la pagina Facebook.

Un’ ultima cosa prima di lasciarci al prossimo articolo, ho bisogno di riscontro, devo sapere se quello che leggi è utile.

Per dimostrarmelo basta che clicchi sul pulsante +1 che trovi qui sotto. E’ un voto e io ho bisogno di quel voto per sapere cosa ne pensi.

Grazie e a presto.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

10 Comments

  1. RAFFAELLA BERTOLAMI Ott 28, 2015
    • Alessandro Ott 29, 2015
  2. Angela Gen 17, 2016
    • Edoardo Paleari Nov 18, 2016
  3. stefano Gen 28, 2016
    • Alessandro Gen 28, 2016
  4. Michele Mar 12, 2016
  5. Michele Mar 12, 2016
    • Alessandro Mar 14, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *