Come utilizzare una pagina Facebook per il tuo ristorante

Hai un ristorante ma non una pagina Facebook aziendale?

Allora dovresti leggere l’articolo di Giuliana!!!

Buona lettura.

Ciao a tutti i lettori di Aprire Azienda, io mi chiamo Giuliana e oggi voglio spiegarti come utilizzare Facebook a vantaggio del tuo ristorante.

Facebook sta al tuo ristorante come la pappa sta al pomodoro: non ne puoi fare a meno, soprattutto se il tuo obiettivo è quello di essere conosciuto e di ottenere fidelizzazione da parte dei tuoi clienti.

Per capire come e perché il celebre social sia tra i più indicati ad essere lo strumento per la promozione del tuo ristorante devo farti una premessa: i post su Facebook, sia essi proveniente da pagine o da profili, hanno una caratteristica importante e cioè quella di fare leva sulle emozioni.

E cosa c’è di più emozionante, creativo e coinvolgente del cibo?

Ecco che dicendoti questo si dovrebbe aprire una finestra nella tua mente che ti dovrebbe portare a considerare il celebre social come strumento privilegiato per la visibilità della tuo ristorante.

Ora, però, arriva il momento clou, quello che si definisce “La pratica” e nel gergo più dotto della materia del marketing social media marketing.

Come puoi utilizzare la tua Fan Page per raggiungere l’obiettivo di fidelizzare i tuoi clienti?

Ti consiglio di leggere l’intero articolo per uscire vittorioso in materia.

Suddividerò il tutto in due parti: la prima riguarda chi una fan page la deve ancora creare; la seconda invece riguarda chi una pagina già ce l’ha.

Se devi creare la fan page del tuo ristorante: come fare per non commettere errori.

Se devi ancora inaugurare la tua fan page allora dobbiamo cominciare dall’inizio.

Dal tuo profilo vai sulla sezione “Crea una pagina” e da lì ti si aprirà un’interfaccia che ti chiede se vuoi creare una pagina per una serie di categorie: quella che fa per te è quella che Facebook definisce Impresa locale o luogo; selezionando questa categoria potrai, nella creazione della tua pagina, inserire una mappa per raggiungere il tuo ristorante, i dati per contattarti e offre la possibilità ai tuoi clienti di scrivere una recensione.

Il passo successivo è la compilazione di una serie di informazioni: nome del ristornate, via, località, cap, telefono.

A seguire ti verrà chiesto di inserire una piccola descrizione della tua attività: nel farlo cerca di essere il più preciso possibile perché questi dati sono gli unici visibili dai motori di ricerca e quindi aiutano i tuoi clienti nel caso cercassero un ristornate in una determinata località, e questo sai cosa vuol dire?

Che ti troveranno, sia su internet che nella realtà.

Adesso che hai creato la tua pagina, pronto per riempirla con dei contenuti veramente social?

Se hai già creato la tua pagina…..

La prima cosa che ti consiglio di fare è verificare che le tue immagini di profilo e di copertina siano appropriate a rappresentare il tuo ristorante e con appropriate intendo:

a. Della giusta dimensione: Facebook stabilisce le giuste dimensioni per immagini di profilo (almeno di 180×180 pixel) e per le immagini di copertina ( 828×315 pixel)… se non hai la possibilità di calcolare i pixel di un’immagine almeno accertati che gli elementi che ti interessa mettere in evidenza per l’immagine di copertina non risultino tagliati.

b. Di buona qualità: no alle immagini sgranate, sfocate, buie, ed in generale ed in una sola parola brutte. Ricorda che tutte le immagini della tua pagina devono essere invitanti perché devono appunto far venire l’acquolina in bocca!

c. Pertinenti circa il tuo business: se sei un ristorante di carne che propone cucina tipica non mettere foto che non rappresentano il tuo business.

Ed ora di cosa parliamo? Di come fare un post e di cosa postare naturalmente!

Creare un post: i consigli che dovresti seguire

La tua fan page deve rappresentare al meglio chi sei e cosa fai, ma soprattutto deve comunicare emozioni positive ed informative.

Chi guarda la tua pagina è come se si dovesse sentire non solo parte del tuo progetto ma anche coinvolto dal punto di vista sensoriale: la vista, il gusto e l’olfatto, ma anche l’udito ed il tatto possono essere ottimi temi su cui poter lavorare nella stesura dei post.

L’immagine globale che devi fare arrivare è quella che punta sulla qualità sia del prodotto che del luogo in cui questo viene consumato. Al via dunque una serie di suggerimenti con alcuni esempi pratici.

Suggerimento numero 1: chi sono i tuoi clienti.

Un esempio che mi sembra calzante e che di solito amo fare è quello di un ristorante chessò, italiano a Londra, che propone pizza per tutta la famiglia e posta foto solo con testi scritti in italiano senza comunicare la qualità made in italy.

Chi commette questo errore?

Chi non si chiede quali siano i suoi clienti!

  • Se vogliamo ragionare in senso ampio dobbiamo definire che:
  • ogni cliente ha un’età ben precisa
  • ogni cliente parla un’idioma differente rispetto ad altri
  • ogni cliente cerca qualcosa di diverso in un ristorante

Questi 3 sono i punti cardine su cui lavorare: l’attenzione al tuo cliente non si deve avere solo nel momento in cui questo varca la soglia del tuo ristorante; devi coccolarlo anche sui social network.

Ecco che: dovrai scrivere post in lingue differenti, sopratutto se ti trovi in località turistiche, per essere compreso da quante più persone possibili. dà la possibilità, attivando l’opzione nelle impostazioni, di compilare post in più lingue.

L’ultimo punto invece parla non solo del cliente ma anche di te: quali sono le tue caratteristiche, i tuoi plus, quelle cose che un cliente può trovare nel tuo ristorante?

Ragionaci su e vedrai che avrai del materiale da Postare (a volte anche il Wi-Fi gratuito lo è).

Facciamo degli esempi.

pagina facebook aziendale

In questo post il ristorante informa che ha un plus e cioè il pane viene fatto in casa e le foto raccontano la storia di qualcosa che sembra coccolato fin dalla sua nascita.

Il testo invece dà nozioni di carattere sensoriale.

facebook-post-multi-lingua

Questo post invece, di un ristorante gestito da italiani, su di un isola capoverdiana, parla tre lingue per non escludere nessuno dal discorso.

L’argomento sono i dolci, una rarità mangiarli buoni su quell’isola ed ecco il plus del ristorante: dolci d’eccellenza.

Suggerimento numero 2: staff e piatti per atmosfere friendly ma di qualità

Raccontare i piatti del giorno o quelli in menù sono un ottimo strumento per fare sentire a proprio agio i tuoi clienti; ma non solo: il vantaggio di questi contenuti è che, se scritti nel modo appropriato e se corredati con foto ben fatte, possono generare molti commenti o condivisioni.

Facciamo anche qui degli esempi pratici

POST-FACEBOOK-RISTORANTE-STAFF

Questo è un post in cui il ristorante parla del proprio staff in modo minuzioso.

cibo-post-facebook-ristorante

Qui invece viene presentato un piatto davvero invitante elencandone gli ingredienti di cui il piatto è composto facendo una domanda aperta per cercare il coinvolgimento dei propri fan.

Suggerimento numero 3: incita e rispondi alle recensioni

Un modo molto utile per trovare un ristornate in cui cenare per i tuoi clienti è quello di guardare le recensioni: incitale e non averne paura ma anzi fa che queste siano uno degli elementi integranti per la promozione del tuo ristorante.

Una volta che un utente scrive una recensione rispondigli e ringrazia.

Suggerimento numero 4. I pulsanti di azione

Utilizza i pulsanti all’azione che Facebook mette a disposizione e che sono molto utili.

Puoi azionare il pulsante Prenota, contattaci, registrati per ottimizzare l’esperienza del tuo fan sulla tua pagina Facebook.

Pagina Facebook aziendale: considerazioni finali

Abbiamo visto insieme come poter ottimizzare la tua pagina Facebook per il tuo ristorante; segui questi accorgimenti in modo da avere una fan page efficace, e ricorda di non lasciare niente al caso ma di gestire la tua pagina come se fosse il tuo ristorante.

Che fai, provi?

Giuliana Cravana è Graphic Designer e Social Media Manager di Stampaprint S.r.l., azienda leader in Italia nel settore della stampa online. Dopo una carriera nella grafica, Giuliana ha studiato le dinamiche del search engine marketing per approfondire le molteplici opportunità di un loro utilizzo congiunto.

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *