Trovare lavoro a Londra. Guida definitiva per italiani.

A Prova di #Brexit Aggiornamento

Il popolo Britannico ha scelto, il Regno Unito ha deciso di lasciare l’Unione Europea.

E ora cosa sarà di noi italiani?

Ti tranquillizzo sin da subito che il referendum per il momento non cambia nessuna regola. Tutto quello che trovi scritto nella guida è valido.

Il referendum infatti non ha valore legale, ora la palla passa al governo che deve tradurre il volere popolare in un lungo processo che non si verificherà prima di due anni.

Che significa questo per te?

Significa che se vuoi vivere a Londra, questo è il momento migliore per farlo. Le regole attuali sono in vigore e quando il Regno Unito FORSE lascierà l’Unione Europa tu avrai già la stabilità necessaria per rimanere.

Ora ti lascio con l’articolo originale 🙂 Buona lettura!!!

Come trovare lavoro a Londra: la guida completa

E’arrivato il momento di scrivere per voi lettori di Aprire Azienda (il blog dove ti trovi ndr) la guida totale e definitiva per trovare lavoro a Londra.

Tratterò tutte le posizioni lavorative, vi elencherò le maggiori aziende e compagnie che assumono, vedremo brevemente la semplice burocrazia e documentazione necessaria per lavorare a Londra e consigli su come ottenere un colloquio di lavoro.

Quando avrete finito di leggere questo straordinario articolo, vedrete salire le vostre possibilità di trasferirvi a Londra in maniera esponenziale.

Questo articolo comunque rimane solo un assaggio di quello che troverai all’interno dell’ ebook “Aprire un’attività in Uk è facile se sai come farlo

Sull’ebook trovi  il procedimento completo per avviare  il tuo business e non solo: riporta un elenco delle aziende che assumono, un template per compilare il Cv, consigli per finanziare il business e vivere i Uk in maniera del tutto indipendente.

La lettura del manuale è fondamentale se vuoi metterti in proprio.

Lavorare è bello, farlo per se stessi è magnifico.

Se acquisti l’ebook, hai inoltre diritto ad un’ora di consulenza via Skype dove ti aiuto a realizzare il tuo progetto.

Il Regno Unito è forse il miglior paese al mondo per investire. Non perdere l’occasione!!!

Siete pronti?

Bene, si parte con la guida definitiva e gratuita su come trovare lavoro a Londra.

Lavoro a Londra: sicuro che sia la scelta giusta?

trovare lavoro a londraQuando vivevo in Inghilterra, i miei amici domandavano: com’è Londra?

E io dovevo rispondere che non vivevo a Londra ma Plymouth.

Io non ho ancora capito il perchè,  ma la maggiorparte degli italiani associano una nazione intera con la sua capitale.

Londra è Londra, la puoi amare e odiare, ma rimane comunque la capitale di una nazione ben più vasta.

Londra ha i suoi vantaggi e svantaggi, non sempre è la scelta migliore per chi non ha esperienza sul mercato del lavoro inglese.

Il Regno Unito è un paese multiculturale pieno di opportunità lavorative, la meritrocrazia e la possibilità di carriera sono ancora possibili, ma non sempre queste sono a Londra.

Ho già parlato ampiamente sull’articolo vivere a Londra quali persone dovrebbero venire a Londra e chi no.

In linea generale, devi sapere che Londra è indicata solamente ad un lavoratore qualificato in cerca di un’avanzamento di carriera e con una discreta padronanza della lingua inglese.

Se sei un padre di famiglia disoccupato con un inglese basico (se nullo meglio studiare prima di partire, sull’articolo studiare inglese ti spiego come fare seguendo le proprie passioni), oppure un giovane senza esperienze lavorative con l’intento di perfezionare l’inglese, meglio scegliere una città diversa da Londra.

Ti stai domandando il perchè?

Londra è una città cara e molto competitiva.

Molti emigranti hanno scelto di fare lo stesso: tentare la fortuna a Londra.

Appunto, fortuna.

Molto meglio andare in una cittadina della provincia inglese, migliorare l’inglese, ottenere delle utilissime referenze da datori di lavoro inglesi per poi provare a trovare lavoro a Londra.

Leggi anche: aprire uno street food a Londra

Lavoro a Londra: mettersi in regola con i documenti.

Per lavorare a Londra devi avere il NIN.

Probabilmente ne avrai già sentito parlare abbondantemente su tutti i siti di settore. E’ un documento gratuito e facile da ottenere.

Quello che devi fare è prendere un appuntamento con il Job Centre più vicino a te e fare un’intervista dove ti chiederanno la tua nazionalità, la tua residenza nel Regno Unito e aspirazioni.

Ti devi ovviamente presentare con un documento di riconoscimento.

Inutile presentarsi al Job Centre senza previo appuntamento.

Per approfondire il discorso ti rimando al mio articolo vivere in Inghilterra.

Un altro articolo che ti consiglio è quello su come aprire un conto in banca a Londra.

Il Regno Unito è un paese con una burocrazia snella ed efficiente. La maggiorparte dei lavori sono in regola, non accettare quelli che non prevedono un contratto regolare.

Per trovare lavoro a Londra la presenza online conta

Il Regno Unito è uno dei paesi più digitalizzati al mondo.

Quasi tutta la popolazione è connessa ad internet, e quest’anno il commercio online ha superato per la prima volta nella storia il commercio tradizionale.

Ogni azienda, come la maggiorparte delle persone, ha un sito internet ed è presente sui social network. Non ti stupire se i tuoi datori di lavoro indagheranno su di te in internet.

Cosa fare allora?

Il primo passo è differenziare la tua vita personale online da quella professionale. Il profilo facebook è meglio non averlo a proprio nome se lo usi con gli amici. Metti un muro tra te e il tuo lavoro. Questo non significa assolutamente non avere una presenza online, tutt’altro.

Il primo passo da fare per dare un’ immagine professionale al tuo datore di lavoro è creare il tuo profilo Linkedin.

Inserisci le tue esperienze lavorative, il livello di studio raggiunto e le tue ambizioni.

Questa è la base, è assolutamente necessario avere il profilo in lingua inglese ma sopratutto curato.

Se non spendi tempo nella cura della tua presenza online, non stimolerai la curiosità del selezionatore.

I tempi sono cambiati, a volte aggiornarsi è necessario.

Il profilo linkedin è solo il primo e fondamentale passo per creare la presenza online.

Questo inoltre ti risulterà particolarmente utile per metterti in contatto diretto con il datore di lavoro.

Molte aziende affidano la propria ricerca del personale ad agenzie. Questo è solo un ulteriore muro da superare. Grazie a Linkedin puoi contattare direttamente l’azienda.

Se vuoi metterti in evidenza positivamente ti consiglio di aprirti un blog personale.

Tu ora starai pensando: “ma chi se ne frega io sono un cuoco e sono bravo a cucinare, mica a fare le foto e scrivere articoli”.

Ok, sono daccordo, ma pensa ai vantaggi ad avere un piccolo sito da poche pagine dove presenti i tuoi lavori, una piccola pagina dove presenti la tua storia personale e i contatti.

Dimostri creatività e voglia di fare.

Inoltre, avere un sito ti permette di avere un dominio personale della tua email.

In qualsiasi paese al mondo non puoi sperare di ottenere un lavoro se nel tuo cv metti stellina92@yahoo.it.

I tempi dove le aziende erano a corto di lavoratori sono lontani.

Le scrivanie dei selezionatori sono sommerse da curriculum, secondo te quali selezioneranno?

Quelli scritti con stellina92, oppure nome@nome derivante da un dominio personalizzato?

Io ad esempio uso la mia email alessandro@aprireazienda.com

Meglio di cavallopazzo83 non credi?

Leggi anche: aprire una pizzeria a Londra

Lavoro a Londra: il curriculum, la cover letter e le reference

Bene, ti sei fatto il tuo caro cv modello europass, lo hai inviato a migliaia di aziende e non hai ricevuto risposta.

Lentamente stai iniziando a predere la speranza e non sai come fare.

Il problema non sei tu, ma il tuo bliglietto da visita più importante: il tuo curriculum vitae.

Per trovare lavoro a Londra devi avere un curriculum straordinario che attiri l’attenzione del selezionatore.

Come ottenere il pass per raggiungere il fatidico colloquio di lavoro?

Inanzittutto scrivere un cv sintetico di una sola pagina con le informazioni relative all’ annuncio. Preparati diversi modelli a seconda del tipo di annuncio. Ho già scritto du diversi articoli sull’argomento che ti consiglio di leggere:

Il Cv deve avere lo scopo di incuriosire il selezionatore a leggere la tua cover letter.

L’equivalente della nostra lettera di presentazione, questa breve descrizione di te stesso è l’occasione giusta per presentare la tua personalità al datore di lavoro.

Concentrati sui tuoi punti di forza, non sprecare troppo tempo con il passato ma direziona l’attenzione del lettore sul futuro e sui vantaggi che l’azienda avrà ad assumerti.

Nel Regno Unito, le famose reference sono a volte più importanti del curriculum stesso.

Le reference non sono altro che il contatto di un tuo precedente datore di lavoro o professore. Le reference italiane sono considerate molto meno importanti di quelle inglesi.

E se non le hai cosa fare?

L’unica cosa è crearsele.

Per farlo è necessario rinunciare ai soldi per un momento e rimboccarsi le maniche con il volontariato.

Le associazioni senza scopo di lucro sono numerose e ben radicate nel territorio.

Non avrai bisogno di un lungo periodo di volontariato, non nascondere al responsabile lo scopo del tuo servizio: l’onestà a volte paga.

Ovviamente in quesa situazione è molto più facile vivere in un’altra città piuttosto che Londra.

Affitti minori, costi di trasporto inferiori e meno concorrenza diminuiscono la durata di questi momenti complicati.

Trovare lavoro a Londra: sbaragliare la concorrenza.

lavoro londraIl segreto per avere successo nella vita è fare quello che gli altri non fanno.

Questo vale anche nel trovare lavoro a Londra.

Cosa fanno tutti? Semplice, scrivono un cv, inviano un email e poi….e poi niente, aspettano.

Oppure stampano centinaia di cv e li consegnano a mano a tutti i negozi che incontrano, salutano, si presentano brevemente, lasciano il cv e poi…e poi niente aspettano.

Vediamo insieme questi due scenari e sbaragliare la concorrenza.

Il primo: invio di cv online.

Dopo aver inviato il curriculum, quasi nessuno ricontatta il selzionatore o datore di lavoro.

Tu non devi fare questo errore!!!

La situazione lavorativa attuale è tremenda, migliaia di cv inviati per una sola posizione. Possibilità di successo inferiori all’ 1%. Hai praticamente le stesse possibilità di vincere alla lotteria.

Il semplice invio di cv e basta purtroppo non basta più.

Dopo aver atteso un paio di giorni, se non ti hanno ricontattato, fallo tu.

Magari passerai per una persona pesante e non ti chiameranno, tu fallo ugualmente non hai niente da perdere.

Telefona e chiedi a che punto della selezione si trovano, perchè non ti hanno richiamato e le ragioni di un eventuale rifiuto.

Dillo che lo fai per migliorare te stesso e aumentare le tue possibilità in futuro. Forse non troverai lavoro ma almeno avrai attirato la loro attenzione.

Il secondo: consegna cv a mano.

 

Cosa fanno tutti lo abbiamo già detto: entrano, chiedono se cercano personale, lasciano il cv e salutano gentilemente.

Tu (e io) devi comportarti in maniera di attirare l’attenzione. Innanzittutto chiedi di parlare con il responsabile e se non è presente chiedi gentilmente come contattarlo.

Secondo, invece di chiedere lavoro chiedi informazioni dell’attività, poi presentati e cerca di creare un contatto personale con il responsabile.

E non dimenticare di sorridere.

Funziona?

Non sempre, ma almeno si ricorderanno di te.

Lavoro a Londra: mestieri più richiesti.

Quali sono i mestieri più richiesti dalla capitale londinese?

Il primo indiscusso è senz’altro il mondo di internet.

Londra è seconda solo alla Silicon Valley.

Moltissime delle tendenze e mode che invadono il mondo nascono da qui.

Sia che tu sia un web designer, un programmatore, uno sviluppatore, uno startupper, un webwriter, un praticamente qualsiasi cosa sia legato al mondo del web, bene Londra ti accoglierà a braccia aperte.

Se hai competenze tecniche di linguaggi informatici non so veramente cosa stai aspettando ad iniziare a cercare un lavoro a Londra.

Ho trovato una meravigliosa guida per il mondo della tecnologia informatica.

L’autore ti racconta in modo eccellente la sua esperienza e di come ha utilizzato la rete per bypassare i selezionatori e contattare direttamente  l’azienda.

Infatti, come ti avevo detto prima, molte aziende a Londra delegano la ricerca di personale alle famose agenzie di lavoro.

Queste agenzie sono un ostacolo perchè a volte sono interessate di più al tuo curriculum che a darti un lavoro.

Usare i social network e internet per cercare le aziende e contattarle direttamente è una strategia vincente. Nel capitolo successivo ti indicherò qualche azienda interessante che puoi contattare.

Ora tu, povero negato (come me) con il computer starai pensando: e io che faccio che ho trovato a malapena il tuo blog grazie a Google?

Non disperare, Londra è grande e un posto lo troviamo anche a te.

Ovviamente, un settore trainante dell’economia londinese è la ristorazione.

I londinesi non sono famosi per le loro doti da brava massaia: generalmente se cucinano lo fanno la domenica se non stanno al pub a bere birra.

Manager, dirigenti, informatici, banchieri ecc ecc….tu c’è li vedi dietro ai fornelli cucinando alici marinate?

Io no, e neanche tu dovresti, perchè praticamente tutta Londra mangia fuori.

Un panino, una pizza, un kebab, qualsiasi cosa purchè veloce.

Questo crea una marea di posti di lavoro in un mercato altamente volatile e pieno di opportunità.

Non focalizzarti solo sui ristoranti italiani a Londra, ma amplia gli orizzonti.

Il mercato londinese è inoltre ampiamente ricettivo ai futuri imprenditori legati al mondo del cibo, ma attenzione a non sbagliare target.

Questo ambito è probabilmente il settore di mia maggiore competenza: dopo quasi 5 anni vissuti nel Regno Unito, so cosa vogliono gli inglesi da un locale della ristorazione.

Come dice Seth Godin, devi essere una mucca viola in mezzo alle altre.

Devi attirare l’attenzione e fare di un pranzo o cena un’esperienza unica.

E’ facile creare una pizzeria e venir confusi con un kebab-pizza. Per approfondire leggi l’articolo aprire un ristorante a Londra.

Altro settore molto sviluppato è quello del commercio al dettaglio.

Negozi di abbigliamento, di telefonia, di tecnologia. Gli addetti a questo settore sono numerosi e nel capitolo successivo vedremo nel dettaglio alcune delle aziende più importanti a Londra.

Trovare lavoro a Londra: le aziende divise per settore.

Eccoci finalmente arrivati al capitolo più importante della guida per trovare lavoro a Londra.

Grazie alla mia esperienza passata unita alla curiosità di sapere, ecco a te la guida più completa sulle aziende inglesi che cercano personale divise per settore.

Non sono agenzie ma aziende. Contattarle direttamente è più facile.

Non essere egoista, se trovi la mia guida utile condividela con i tuoi amici e iscriviti alla newsletter.

Te ne sarò grato.

Ora bando alle ciance, iniziamo con la carrelata di aziende e relativi link. Buona ricerca.

1.Abbigliamento;

2.Ristorazione;

3.Tecnologia e produzione;

4.Telefonia;

5.Banche;

6.Supermercati;

7.Trasporti;

8.Mondo del no profit;

9.Informazione e web;

10.Commercio;

11.Farmaceutico, scientifico

12.Professioni;

Queste sono solo alcune delle aziende presenti a Londra che assumono.

Il Regno Unito ha un’economia forte e matura.

Gli inglesi sono dei forti consumatori, situazione che favorisce il commercio e lo sviluppo economico.

Le opportunità esistono ma purtroppo trovare lavoro a Londra non è facile come pochi anni fa.

Se ti serve aiuto non esitare a contattarmi.

Trovare lavoro a Londra: conclusioni.

La speranza di avertii aiutato a trovare lavoro è alta.

Il mercato inglese sta risentendo della forte immigrazione degli ultimi anni ma ancora offre opportunità.

Per questo devi sforzarti il doppio di prima per raggiungere il tuo obiettivo.

Comuque il punto di partenza deve essere il Job Centre.

Questa istituzione è abbastanza efficiente nel Regno Unito.

Qui puoi trovare tutta l’assistenza di cui hai bisogno.

Se nella malauguarata ipotesi non riesci a trovare lavoro in tre mesi, hai la possibilità di richiedere il Job Seeker Allowance.

Una tantum mensile di 300£ circa.

Inoltre esiste un ulteriore aiuto chiamato Housing Benefit. Ti aiuta a pagare l’affitto. Trovi tutte le informazioni all’interno del mio ebook.

Aprire un’attività in Uk è facile se sai come farlo

Sei pronto all’avventura?

Spero di si.

Trovare lavoro è un lavoro a sé.

Devi superare molte difficoltà e problemi, ma la soddisfazione  di fare qualcosa da soli nella vita e riuscirci è magnifico. Il tema trattato è molto lungo, vasto e complesso, veramente difficile sintetizzare tutto in un articolo.

Spero che il mio articolo su come trovare lavoro a Londra ti sia piaciuto, e soprattutto ti sia stato di aiuto.  Nei prossimi giorni continuerò a scrivere sull’ argomento, parlerò di come trovare lavoro all’estero e parlerò in maniera approfondita del mercato del lavoro.

Nel frattempo spero vorrai rimanere in contatto con il blog tramite la pagina Facebook, oppure il canale google plus e iscriverti alla newsletter.

Ciao e in bocca al lupo per il tuo futuro.
Altri articoli utili:

Per approfondire, puoi acquistare il mio ebook pieno di informazioni impossibili da trovare altrove. Oltre alla lista totale delle aziende e dei siti per cercare lavoro, trovi un template precostituito per redigere il cv stile anglosassone e molto altro.

Per acquistarlo, clicca qui sotto.

add to cart

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

7 Comments

  1. Roberto Giu 6, 2015
  2. carmen Ago 21, 2015
  3. Giacomo Giu 19, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *