Viaggiare lavorando: la storia di Gianluca, un nomade digitale

Viaggiare lavorando, sogno sempre più diffuso tra i giovani e i meno giovani, ma quanti hanno il coraggio di passare dalle parole ai fatti?

Su Aprire Azienda mi piace raccontare storie di persone che, con coraggio e determinazione, hanno avuto il coraggio di reinventarsi una vita secondo le proprie passioni e bisogni.

In una società creata per farci vivere divisi e rinchiusi dentro delle scatolette di mattoni, vivendo una vita fatta di routine e noia, qualcuno è riuscito a rompere le catene e volare libero.

Coloro che ci riescono non sono persone fortunate, la fortuna negli affari non esiste, ma persone competenti che non trovano scuse ma metodi per cambiare vita con caparbietà e passione.

E con estremo piacere, oggi vi presento uno di loro, un giovane che ha lasciato la sicurezza di un posto fisso per viaggiare lavorando grazie alle sue attività online.

Leggi anche: come guadagnare online

Viaggiare lavorando: la storia di Gianluca

1.Ciao Gianluca, probabilmente i lettori di Aprire Azienda già ti conoscono, ma se così non fosse, raccontaci chi sei, dove vieni, studi fatti..

Ciao Alessandro e un saluto a tutti i lettori di Aprire Azienda!

viaggiare lavorandoMi chiamo Gianluca e sono originario di Como, ma da ormai 6 anni (dal lontano 2009) ho vissuto e viaggiato in tante città in giro per il mondo, prima come dipendente e successivamente dedicandomi a progetti personali e facendo il freelance.

La mia più importante esperienza lavorativa è sicuramente stata quella di Londra, dove ho deciso di trasferirmi nel 2011 per trovare lavoro nel settore del web marketing.

Dopo pochi mesi ero riuscito a trovare un internship per un casino online, che ben presto si è trasformato in contratto a tempo indeterminato fino al 2013, quando ho preso la decisione di licenziarmi da un posto fisso e cominciare un nuovo percorso da self employed.

Una pazzia per molti ma l’unica decisione coerente con i miei sogni ed obiettivi per me.

Negli ultimi due anni ho intrapreso un viaggio che mi ha portato in diversi paesi stupendi come la Thailandia, il Messico e la Colombia… senza però mai rinunciare al mio lavoro.

2.Parlaci dei tuoi progetti online

Nel corso di questi ultimi anni mi sono appassionato sempre di più a tutto ciò che concerne il marketing online, anche grazie all’esperienza lavorativa londinese, e ho iniziato diversi progetti che mi permettono di proseguire il mio personale viaggio alla ricerca del mio posto nel mondo 🙂

Infatti oltre ai servizi di traduzioni e consulenze amo molto scrivere e raccontare tutto quello che mi succede mentre sono in viaggio.

E tutto questo lo posso fare ovunque ci sia una connessione wifi 🙂

Il primo progetto iniziato quasi per gioco e per raccontare ad amici e parenti la mia esperienza a Londra, è stato proprio un blog www.trasferirsialondra.eu dove ho iniziato a condividere consigli e racconti che hanno aiutato tante persone a compiere il grande passo di andare a vivere in una città ricca di opportunità come Londra; da questo blog è nato in seguito il mio libro omonimo, disponibile anche in versione ebook:

Successivamente ho aperto il blog di viaggi Viaggiare Gratis  dove ho raccolto tutte le mie avventure in giro per il mondo, nel sito infatti è possibile trovare consigli per viaggiare in tutti i paesi che ho visitato in questi anni, dal Messico alla Thailandia etc etc e ho creato un database di destinazioni in tutto il mondo su Cambiare Vita dedicato a tutte le persone che vogliono fare nuove esperienze all’estero.

Al momento sono presenti circa 100 città (numero in costante aumento) e per ognuna è possibile consultare costo della vita, affitti, siti web utili per trovare casa e lavoro e molto altro.

Questo sito web è stata una bella soddisfazione personale perché mi ha permesso di aiutare tante persone a realizzare i propri obiettivi e superare le proprie paure; sono convinto infatti che una esperienza lavorativa all’estero sia una di quelle cose da fare almeno una volta nella vita, ma spesso non si ha il coraggio di mollare tutto e partire.

Con i consigli, le risorse e le informazioni pratiche che si trovano sul portale invece sono convinto di poter dare una mano concreta a tutti i ragazzi e le ragazze che cercano informazioni più specifiche.

L’ultimo progetto in ordine di tempo è invece il travel shop Bagaglio a Mano , un negozio online dove è possibile trovare oltre ad alcuni zaini, trolley e accessori per viaggiare leggeri con le compagnie low cost, anche pratici consigli per non avere più problemi ed evitare di pagare tariffe aggiuntive con aerolinee come Ryanair ed Easyjet.

Quando ho deciso di lasciare il lavoro a Londra ho venduto tutto quello che avevo ed ora giro per il mondo solamente con un piccolo bagaglio a mano da 10kg, ed ecco spiegato il motivo di questo negozio online 🙂 Mostrare a tutti che si può viaggiare con poco anche per lunghi periodi!

Tutti questi progetti sono prima di tutto delle passioni ed è importante per me questo aspetto perchè posso scrivere di argomenti che conosco bene e creare dei contenuti di qualità per tutti i miei lettori.

Leggi anche: come guadagnare con un blog

3.Quale processo interiore ti ha portato alla scelta di diventare un nomade digitale?

Credo che la scelta di diventare nomade digitale sia stata la naturale continuazione del mio percorso; prima di partire per la Spagna nel lontano 2009 avevo il sogno di vivere e lavorare all’estero, e negli anni sono riuscito a realizzare questo obiettivo, per cui ad un certo punto ero arrivato ad un bivio: continuare a rimanere nello stesso posto, magari fare carriera e “mettere la testa a posto”, oppure provare a creare qualcosa di personale a livello lavorativo e farlo nella maniera più strana viaggiando in giro per il mondo?

lavorare online e viaggiareCome avrai capito ho scelto la seconda strada ed eccomi qui, mentre sto scrivendo queste righe da un cafè di Barcellona con un biglietto di sola andata per la Colombia in tasca; sono riuscito a trovare il mio equilibrio tra viaggio e lavoro e uno stile di vita che si adatta alla mia personalità e le mie ambizioni.

Non sono interessato ad una carriera in giacca e cravatta ma piuttosto voglio svegliarmi ogni mattina con la voglia di dedicarmi a progetti che ho fatto nascere e che stanno crescendo con il tempo, avendo la libertà di spostarmi quando ne sento il bisogno.

Essere nomadi digitali non è semplice ma, come ben saprai anche te, è affascinante e ci da la possibilità di essere gli unici responsabili delle nostre scelte.

Ma non tornerei più indietro e baratto volentieri la sicurezza di uno stipendio e un lavoro fisso con tutte le esperienze che ho vissuto in questi due anni in giro per il globo.

Grazie a questa esperienza ho scritto il libro “Vita da Nomadi Digitali” dove racconto la mia esperienza e do alcuni consigli pratici per intraprendere questo strano percorso.

4.Hai avuto delle delusioni lavorative dalla vita? come le hai affrontate?

Le ultime delusioni a livello lavorativo le ho avute in corrispondenza di alcune esperienze come dipendente e credo che abbiano contribuito a farmi cambiare idea sul mondo del lavoro, aiutandomi a prendere le decisioni che mi hanno portato fino a qui oggi.

Bisogna cercare di affrontare ogni esperienza, anche quelle meno positive, come un piccolo incidente lungo il percorso ed un insegnamento che ci servirà in futuro per non rifare gli stessi errori.

5.Come reputi il mercato del lavoro per i giovani d’oggi?

Ad essere sincero non conosco la situazione lavorativa in Italia, ma da quello che leggo e mi raccontano amici e parenti non dev’essere molto positiva.

L’idea che mi sono fatto è che servono nuove idee e un nuovo approccio anche da parte dei datori di lavoro.

Spesso è fondamentale fare un’esperienza di lavoro all’estero più che altro per vedere tutto questo da un’altra prospettiva, imparare una nuova lingua e magari tornare un giorno in Italia con nuovi elementi per crescere professionalmente e personalmente.

6.Consigli per chi volesse investire online su se stesso?

Il consiglio principale che do a tutte le persone che vogliono iniziare una qualsiasi attività online è quello di cominciare il prima possibile, aprire un piccolo blog o sito, metterci la faccia, fare tanti esperimenti, provare, sbagliare e ricominciare da capo.

Lasciate perdere corsi miracolosi che promettono guadagni facili, magari cominciate proprio con un’esperienza lavorativa all’estero se non avete basi nel settore in cui volete lavorare, io ho fatto proprio così a Londra e in due anni ho imparato molto anche sperimentando sulla mia pelle.

Sul web esistono migliaia di risorse gratuite e non è necessario comprare costosi corsi, se volete imparare il modo migliore è quello di agire! Prendete qualche rischio oggi per non avere nessun rimpianto domani.

Se volete contattarmi o vi serve qualche suggerimento scrivetemi pure!

Grazie e un saluto a tutti.

Gianluca Orlandi

www.gianlucaorlandi.io

www.faceboook.com/gianlucaorlandi

Viaggiare lavorando: considerazioni finali

Ringrazio Gianluca per la sua testimonianza di volere è potere, la dimostrazione reale che non esistono sogni impossibili da raggiungere ma impegno, lavoro e determinazione per raggiungere i propri obiettivi.

Per me Aprire Azienda è una fonte importante di soddisfazione perché ogni giorno entro in contatto con persone straordinarie come Gianluca che mi dimostrano che i sogni non sono fatti per restare nei cassetti.

Se ti piace Aprire Azienda, vieni a trovarci nel gruppo Facebook MAI ARRENDERSI dove troverai persone simili a te.

Grazie, Alessandro

Leggi anche: come creare un sito

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *