Vita in America. Come aprire la tua company in America. 5/5 (1)

Vita in America. Come aprire la tua company in America

Se anche tu vuoi iniziare una vita in America sei capitato nel sito giusto. Nel post precedente abbiamo parlato della tematica dei visti per vivere  in America. Se dopo un viaggio preliminare avete scoperto che amate l’America e volete trasferirvi, un buon inizio potrebbe essere quello di trovare un’ azienda sponsor che vi offri lavoro e vi garantisca il permesso di lavoro.

Se invece volete creare la vostra propria azienda dovete armarvi di pazienza e contattare un esperto del settore. Cercando in rete sono presenti molte agenzie che forniscono servizi per aiutare l’ imprenditore a iniziare la sua avventura americana. Anche se affidarsi ad un agente può essere la scelta giusta, avere delle informazioni sul procedimento che ci aspetta, raccolte in maniera indipendente, ci può aiutare a capire se siamo ancora disposti a rischiare e sopratutto se l’ agenzia che abbiamo di fronte è un’ agenzia seria di cui possiamo fidarci.

Tutte le informazioni per aprire un’ azienda e iniziare una nuova vita in America

Per questi motivi ti consiglio di proseguire la lettura per avere un quadro generale della situazione per avviare la tua attività negli USA. I step burocratici da seguire sono grosso modo gli stessi, sia se vuoi aprire un piccolo bar alle Hawaii o un grosso centro commerciale a New York. Da sottolineare che ogni stato ha diverse leggi nazionali anche se in materia di visti e burocrazia per aziende le leggi sono federali.

Diverse agenzie intemediarie offrono servizi per ovviare al problema del visto. Bisogna precisare che è possibile iniziare un business in America senza possedere un visto e senza essere mai stato in America. Un ostacolo spesso insormontabile è l’importo che si deve avere per ottenere il visto E-5 per iniziare un’ attività. Richiedono solamente un $1.000.000.

Fortunatamente il visto E-5 non è la sola strada percorribile. Per tutti coloro che non possiedono un milione di dollari  (e fanno parte di una lista speciale di cui noi Italiani facciamo parte)  l’alternativa è il visto E-2. Con questo visto è possibile iniziare un’ attività da un investimento minimo di soli $15.000.

Una volta decisa l’idea, il luogo, il nome, e risolto il problema del visto, il primo step è la raccolta delle informazioni e la creazione di un solido Business Plan. All’interno si dovrà innanzitutto decidere l’entita giuridica che si vuole adottare. In Nord America le possibilità sono 6:

  1. Sole proprietorship;
  2. Limited liability Company;
  3. Cooperative;
  4. Corporation;
  5. Partnership;
  6. S-corporation;

Una volta scelta la forma giuridica e tutti gli altri aspetti necessari per un Business plan vincente, arriva il momento di agire per registrare il nome aziendale. Per riepilogare qui si può trovare un buon decalogo delle cose da fare e che riporto in Italiano qui di seguito:

  1. Scrivere un Business Plan;
  2. Cercare assistenza e consulenza;
  3. Scegliere il luogo;
  4. Finanziare la società, ricercare fondi;
  5. Scegliere la natura giuridica;
  6. Registrare il nome;
  7. Ottenere il Codice identificativo per le tasse;
  8. Registrarsi per le tasse locali;
  9. License e permessi;
  10. Conoscere le responsabilità come imprenditore in America.

Spero che le informazioni che ti ho dato ti siano utili. Se hai esperienza diretta per favore contattami e riportaci la tua esperienza. Saremo felici di darti lo spazio per raccontare la tua avventura Americana.

vita-in-america

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *