Vivere a Madrid: come trasferirsi nella capitale spagnola 5/5 (1)

Questo articolo è specifico per chi vuole andare a vivere a Madrid, ma all’interno del blog trovi anche la guida generale per chi vuole trasferirsi in Spagna più altre guide dedicate a zone specifiche come quella delle Isole Canarie e dell’Andalusia.

Esiste un vero e proprio esodo di italiani che, stanchi dell’Italia, si dirigono verso i paesi esteri.

Io stesso faccio parte di questo gruppo.

Purtroppo questo esodo è inevitabile in quanto l’Italia non ha le opportunità sufficienti per tutti, alcuni sono costretti ad emigrare per vedere riconosciuti i propri sforzi.

Tra i tanti paesi coinvolti in questo fenomeno, la Spagna è da sempre una delle mete predilette dagli italiani per tutta una serie di motivi che va dalla vicinanza culturale, alla facilità della lingua e da un clima molto simile al nostro.

La Spagna è un paese molto simile all’Italia, sicuramente non è un paradiso in terra, ma ha senz’altro alcuni vantaggi rispetto all’Italia.

In primi, l’assenza della mafia, per chi vive in certe aree italiane sa bene quanto la criminalità organizzata possa sfiduciare e addirittura bloccare molte iniziative personali.

In secondo luogo la minore pressione fiscale.

La Spagna non è un paradiso fiscale, aprire un business è sempre una sfida e bisogna imparare le regole del gioco, ma il fisco è meno opprimente specialmente per chi inizia.

La burocrazia è anch’essa molto simile a quella italiana, ma negli ultimi anni sono stati fatti dei passi in avanti enormi nella riduzione delle leggi.

Tra le varie zone dove emigrare, Madrid è sicuramente una delle prime scelte per coloro che sono in cerca di un’opportunità che solo le grandi città sono in grado di offrire.

Consiglio infatti di andare a vivere a Madrid a tutti quei giovani in cerca di carriera, oppure chi vuole investire in un’attività innovativa, mentre chi cerca tranquillità farebbe meglio a scegliere zone diverse dalla capitale spagnola.

Vivere a Madrid: cenni generali

vivere-lavorare-trasferirsi-madridMadrid è la capitale e la città più grande della Spagna se si considera l’area metropolitana con circa 6,5 milioni di abitanti, mentre l’area urbana di 3,1 milioni viene superata dalla popolazione di Barcellona con 3,2 milioni.

La capitale è sede del governo spagnolo e della residenza della corona spagnola. Madrid è una delle città più ricche dell’europa del sud, è un importante centro commerciale e finanziario, infatti tutte le più importanti società spagnole hanno sede qui.

Nonostante lo sviluppo industriale e commerciale, Madrid conserva ancora un centro storico pieno di monumenti in grado di attrarre ogni anno milioni di turisti provenienti da tutto il mondo facendo del turismo una parte importante dell’economia della città.

La posizione geografica di Madrid al centro della penisola iberica comporta delle estati piuttosto calde e afose, mentre gli inverni sono più rigidi rispetto ad esempio alla città costiera di Barcellona.

Madrid, una volta compresa nella Comunità della Castiglia la Mancha, è ora parte delle Comunità autonoma di Madrid, una delle 17 comunità che formano la Spagna, che include tutta l’area metropolitana della città più altri 179 comuni nell’area circostante.

Spostarsi per Madrid è piuttosto semplice, oltre alla metro, puoi utilizzare un ampio network di autobus che collegano le varie aree della città.

Come tutte le capitali europee, Madrid è ormai una città multiculturale e cosmopolita che racchiude al suo interno delle interessanti opportunità di lavoro, ma che dall’altra rappresenta anche tutte le inconvenienze delle grandi città come il maggior costo della vita, l’inquinamento urbano e la vita frenetica.

Pertanto, se vuoi vivere a Madrid, non sottovalutare gli svantaggi di vivere in una grande città come la capitale spagnola.

Dove vivere a Madrid, guida ai quartieri

quartieri-di-madridMadrid è suddivisa in 21 distretti, che a loro volta sono suddivisi in quartieri o barrios, come si dice in spagnolo.

I 21 distretti sono Arganzuela, Barajas, Carabanchel, Centro, Chamartín, Chamberí, Ciudad Lineal, Fuencarral-El Pardo, Hortaleza, Latina, Moncloa-Aravaca, Moratalaz, Puente de Vallecas, Retiro, Barrio de Salamanca, San Blas, Tetuán, Usera, Vicálvaro, Villa de Vallecas y Villaverde.

Il centro nevralgico della città è la Puerta del Sol, la piazza più importante di Madrid e della Spagna intera, rappresenta infatti il km zero della rete stradale di tutto il paese, qui si celebra i 12 famosi rintocchi dell’orologio che scandiscono l’arrivo del nuovo anno, qui si celebrano gli eventi nazionali come la vittoria dei mondiali o addirittura la manifestazione degli “indignados” contro la corruzione del governo spagnolo.

La Puerta del Sol è il cuore pulsante di una città e di un paese intero.

Da qui inizia il quartiere Sol che rappresenta il centro storico della città, visita obbligatoria per tutti i visitatori della città. Qui si concentrano le attrazioni turistiche e le attività finanziarie e commerciali della città, una zona dove ovviamente gli affitti sono molto alti e quindi non adatta a tutti.

Intorno al cuore centrale di Madrid partono gli altri quartieri che compongono l’articolo e bellissimo centro storico della città.

Barrios come Cheuca, La Latina, Malasaña, Lavapìes, Chamberì e Retiro completano il centro di Madrid.

Se cerchi un quartiere residenziale che non sia troppo distante dal centro ma che comunque abbia prezzi contenuti, ti consiglio il quartiere di Moncloa considerato uno dei migliori per le famiglie.

Madrid è una grande metropoli, all’inizio non sarà facile muoversi con autonomia tra le varie zone della città e la scelta dipenderà essenzialmente dalla tua persona.

Un giovane preferirà vivere al centro del caos cittadino, mentre una famiglia preferirà un tranquillo quartiere residenziale comunque non troppo lontano dal centro.

Scegli attentamente il quartiere dove andrai a vivere, considera sempre che prima di fare una scelta definitiva ti conviene aspettare di trovare stabilità, specialmente agli inizi, quando magari potresti ritrovarti a spendere ogni giorno diverse ore sui mezzi pubblici nel percorso casa-lavoro.

Leggi anche: vivere a Barcellona

Trovare casa a Madrid

Trovare casa a Madrid comporta tutta quella serie di difficoltà caratteristiche delle grandi città.

In questi ultimi anni infatti il mercato degli affitti sta subendo un drastico cambiamento per via della rivoluzione della sharing economy.

Il portale Airbnb infatti ha portato inevitabilmente ad una riduzione delle case in affitto perché i proprietari preferiscono affittare per brevi periodi ad altro prezzo così da evitare tutti i problemi relativi all’affitto a lungo termine.

Questo fatto ha creato un surplus di domanda rispetto all’offerta con l’inevitabile aumento dei prezzi e la riduzione della qualità degli alloggi.

Dopo questa doverosa premessa, ti voglio dire che il mio intento non è quello di scoraggiarti, dico solamente le mie impressioni al riguardo.

Detto ciò, la scelta dell’alloggio dipenderà dalla tua situazione personale. Se sei un giovane single, la scelta immagino ricadrà su una stanza in un appartamento condiviso.

Se invece hai l’esigenza di affittare una casa tutta tua, preparati a dover dimostrare la tua situazione economica ai proprietari perché sempre più spesso vengono chieste delle garanzie.

Rispetto ad altre capitali europee, Madrid offre degli alloggi relativamente economici.

Il miglior sito di annunci è sicuramente Milanuncios, portale molto utilizzato perché consente la pubblicazione gratuita dell’offerta, ma devi prestare attenzione perché all’interno si nascondono anche diverse truffe.

Il miglior modo per evitarle è quello di non versare mai anticipi su internet e di non pagare mai prima di aver visto la casa e aver verificato la veridicità dell’annuncio.

Ho scritto una guida chiamata Spagna facile dove spiego nei dettagli il mercato immobiliare spagnolo, la lettura ti aiuterà se vuoi affittare o addirittura comprare casa in Spagna.

Clicca qui per leggere la guida

Attualmente comprare casa a Madrid potrebbe essere un buon investimento in quanto a seguito della crisi il mercato immobiliare è ritornato a crescere ai livelli pre-crisi.

Cercare lavoro a Madrid

Se cerchi lavoro in Spagna, Madrid insieme a Barcellona è probabilmente il luogo migliore dove trasferirsi. Una grande città ha sempre delle opportunità da offrire, tuttavia dipende molto dal tuo Cv e da quello che sai fare.

Al giorno d’oggi la laurea non basta, il segreto del successo infatti è avere delle competenze specifiche da poter rivendere sul mercato del lavoro.

Madrid, come tutte le città europee, è una città cosmopolita che accoglie ogni anno milioni di turisti e lavoratori provenienti da tutto il mondo. In un contesto del genere,  conoscere le lingue diventa essenziale per emergere sul mercato del lavoro.

Ogni anno decine di migliaia di giovani spagnoli emigrano all’estero per studiare le lingue per poi riproporsi in seguito sul mercato del lavoro. Partire preparati è essenziale altrimenti troverai molte difficoltà di inserimento.

Oltre ovviamente a conoscere inglese e spagnolo, lingue essenziali se vuoi essere preso in considerazione per qualsiasi lavoro, ti consiglio di specializzarti in una terza lingua come il tedesco, il russo o l’arabo.

La Spagna intrattiene infatti molti rapporti commerciali sia con la Russia e i paesi arabi e riceve molti turisti da questi paesi più la Germania e i vari paesi del nord.

Il valore aggiunto di una terza lingua poco conosciuta sarà il vero valore aggiunto nel tuo bagaglio professionale.

Ti consiglio inoltre di acquisire delle competenze informatiche che ad oggi sono molto richieste sul mercato del lavoro.

Ricorda, ormai nessuno regala più niente a nessuno, dovrai saperti proporre al datore di lavoro nel migliore dei modi offrendo delle competenze specifiche.

Se vuoi approfondire il mercato del lavoro spagnolo, leggi Spagna facile.

Aprire un’attività a Madrid

Se il lavoro dipendente non fa per te, non ti resta che buttarti nel mondo dell’imprenditoria.

La Spagna offre delle condizioni vantaggiose rispetto all’Italia per chi vuole mettersi in proprio, ma attenzione, non sottovalutare le difficoltà che incontrerai perché aprire un’attività a Madrid comporta un certo livello di rischio e di investimento.

Se sei un freelance con clienti propri, puoi aprire una partita Iva piuttosto che una Srl.

Se lavori con clienti dall’Italia, forse Madrid non è il posto giusto per lavorare per via del costo della vita, in questo caso ti conviene andare in Andalusia o addirittura alle Isole Canarie.

Se invece sei alla ricerca di clienti spagnoli, allora Madrid è la scelta giusta per via della forte presenza di aziende in loco.

Se vuoi conoscere i dettagli per aprire una partita Iva spagnola, ti rimando alla lettura di Spagna Facile dove spiego nei dettagli come fare, le aliquote e molto altro ancora, se invece preferisci fare ricerca autonoma puoi iniziare da qui.

Se vuoi aprire una Srl, prima di fare il grande passo effettua un’approfondita ricerca di mercato in loco per capire se il proprio prodotto possa funzionare o meno.

Una cosa che ho capito è che per avere successo imprenditoriale all’estero bisogna innanzitutto dimenticarsi del sistema italiano e di lasciare a casa le proprie convinzioni di superiorità.

Molti infatti arrivano talmente tanto convinti della propria idea e della sua infallibilità che non ascoltano consigli, vanno dritti per la propria strada per poi capire, a volte troppo tardi, gli errori fatti per via della propria testardaggine.

Se vuoi vivere a Madrid o qualsiasi altra città al mondo, lascia le tue convinzioni a casa e parti con umiltà, con voglia di lavorare e di migliorare te stesso.

Esiste uno sportello unico per le attività imprenditoriali per avviare un’attività in Spagna, ti link questo video molto piacevole dove si spiegano i primi passi.

Nella guida Spagna facile, oltre ai dettagli per aprire un’impresa, trovi anche molte idee imprenditoriali che secondo la mia esperienza potrebbero funzionare a Madrid.

Trasferirsi a Madrid: considerazioni finali

Spero che questa guida su come vivere a Madrid sia stata di tuo gradimento.

Ogni settimana pubblico articoli come questo che spero possano aiutare le persone a fare il grande passo e di lottare per i propri sogni.

Aprire Azienda è il blog di chi non si arrende, il sottoscritto non lo farà, spero tu voglia seguire il mio esempio.

La vita al giorno d’oggi è sempre più difficile, la precarietà del mondo del lavoro lascia poco spazio alla fantasia, ma sono certo che se si lavora con passione e determinazione alla fine i risultati alla fine arrivano.

Questo vale sia per un trasferimento a Madrid sia per qualsiasi altro progetto tu abbia in mente.

Se ti piace il blog, continua a seguirlo e condividi l’articolo con i tuoi amici.

Alessandro

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *