Vivere alle Canarie pro e contro: attenzione alle truffe 4.7/5 (30)

Questo articolo si chiama “vivere alle Canarie pro e contro“.

La necessità di scrivere questo articolo è dovuta al fatto che migliaia di italiani vogliono vivere alle Canarie ma non hanno le giuste informazioni perché esiste una speculazione dietro ai sogni del trasferimento all’estero.

Io come blogger devo dire quello che penso sempre e comunque.

Da quando ho iniziato il blog, pochissimi argomenti hanno infatti attirato l’attenzione come quello sul trasferimento alle Canarie.

I miei articoli sulle Isole Canarie sono stati i più condivisi di sempre.

Le circostanze mi hanno obbligato a recarmi a vivere alle Canarie per analizzare i pro e i contro di questa avventura.

vivere alle canarie pro e controAnche se ho un’esperienza approfondita sulla Spagna continentale (la mia fidanzata di lungo corso è spagnola) e conosco bene quali business funzionano e quali no, non avevo ancora mai visitato le Isole Canarie e pertanto i miei articoli erano frutto di ricerca digitale e niente più.

Visto l’enorme interesse da parte degli italiani sulle Isole Canarie, il mio lavoro digitale rivolto alla scoperta della verità mi ha obbligato a ritagliarmi un periodo in loco.

Quello che ho scoperto non piacerà a molti, ne sono certo.

Se sei interessato a conoscere i veri pro e contro di una nuova vita alle Canarie, se sei stanco di farti prendere per il cxxo da chi promette sogni inesistenti, allora leggi tutto l’articolo fino in fondo.

Differenze tra blogger e agenzie di trasferimento

Devo iniziare questo articolo da un chiarimento netto sulle differenze tra un blog e un’agenzia di servizi.

Io ho un blog dove scrivo le mie impressioni in maniera totalmente libera perché non ho nessun interesse ad idealizzare situazioni e località.

Come blogger non ho vantaggi personali nelle decisioni altrui, il mio solo interesse è essere sincero con me stesso e con chi mi legge.

Un blog acquisisce valore solamente con la trasparenza e la coerenza, un blog ha l’obiettivo finale di diventare una fonte autorevole di informazioni, un punto di riferimento per la sua nicchia di lettori.

Se scrivo un articolo sulle Canarie, lo faccio dicendo quello che penso perché ho la libertà di dire quello che credo in assoluta libertà perché in fondo non ho nessun interesse ad influenzare le tue decisioni.

Un’agenzia di servizi, spesso nascosta sotto le sembianze di un blog, ha uno scopo totalmente differente.

Un’agenzia guadagna solamente se il lettore prende la sua valigia e decide di trasferirsi definitivamente utilizzando i servizi dell’agenzia stessa.

Questa realtà crea apparenze ambigue,  molti non raccontano la realtà cruda e pura perché altrimenti perderebbero potenziali clienti.

Domandati perché il web è pieno di guide, video e articoli su come sia bello e facile vivere all’estero?

La verità è che per vivere all’estero servono competenze e capacità, aspetti volutamente dimenticati da alcuni blog-agenzia.

Nello specifico, dal mio viaggio esplorativo ho capito che esistono zone in Spagna nettamente migliori delle Isole Canarie dove vivere e fare business.

Le Isole Canarie hanno paesaggi mozzafiato e un clima paradisiaco, un regime fiscale particolarmente vantaggioso per alcune categorie, ma sicuramente non sono adatte a tutti i tipi di business.

Per fare un esempio, secondo me non esiste posto in Spagna peggiore delle Canarie dove aprire un ristorante italiano.

Le Canarie hanno un tipo di turismo ALL inclusive che non permette lo sviluppo di certi business e l’offerta supera di gran lunga la domanda.

Questo non significa certo che sia impossibile aprire un ristorante italiano alle Canarie, anzi come descritto in questo articolo su Tenerife racconto proprio l’esatto contrario, ma una rondine non fa primavera.

In realtà sono molte di più le storie di insuccesso che quelle di successo.

Ci sono intere città spagnole che non aspettano altro che un ristorante italiano, ma non hanno certo il clima delle Canarie.

Domandati: è più importante il mio futuro e quello della mia famiglia o andare al mare d’inverno con un’azienda fallimentare alle spalle?

Ognuno avrà la propria risposta.

Truffe ai danni degli italiani alle Canarie

In un mese di Canarie, parlando con persone splendide e nuovi amici, ho conosciuto personalmente la realtà delle Canarie.

Le Canarie sono isole baciate da un clima e da un paesaggio spettacolare, meraviglie che hanno attirato italiani dai quattro angoli del paese.

Tra gli emigrati, è facile assistere a due tipi di italiani alle Canarie: il primo gruppo formato da persone oneste che hanno creato il proprio paradiso in terra con sudore, onestà e impegno, il secondo gruppo invece è formato da un esteso numero di personaggi che non hanno trovato meglio da fare che approfittarsi dell’ignoranza altrui.

Sfruttando la non conoscenza della lingua spagnola, presunti esperti si intromettono tra l’emigrante e il governo Canario facendo più danni che benefici.

Consulenti che ti trovano casa, lavoro e ti aprono l’azienda per la modica cifra di 2000 euro, pratiche per ottenere fondi inesistenti, intermediazione immobiliare, consulenze per il passaggio di attività imprenditoriali e chi più ne ha più ne metta.

Un esercito di consulenti speculatori che dipingono una realtà utopica inesistente.

Se vuoi vivere alle Isole Canarie, studia lo spagnolo e sporcati le mani, delega solamente in futuro quando avrai una vasta conoscenza diretta della vita canaria e della burocrazia.

Le agenzie ti aiutano, ma prima di farti aiutare conosci in cosa farti aiutare.

Voler aprire un’attività alle Canarie, o acquistare un immobile, senza conoscere lo spagnolo è una scelta sciocca e irresponsabile da parte tua, ti presenti su un piatto d’argento ai squali presenti in zona.

Una storia su tutte che ho avuto il dispiacere di ascoltare: un presunto agente ha venduto legalmente un bar ad una signora per poi realizzare che il contratto d’acquisto riguardava solo il mobilio.

Il risultato?

Una truffa da diverse decine di migliaia di euro dovuta al fatto di non aver letto e capito il contratto.

Follia, passatemi il termine!!!

In Italia diffidiamo di tutto e tutti e poi partiamo per l’estero con su scritto “pollo da spennare” in fronte.

Per investire all’estero devi necessariamente conoscere la lingua del posto e dirigerti verso gli uffici ufficiali tu stesso.

Diffida dalle persone troppo entusiaste, diffida da chi ti promette gioie senza fatica, diffida dalle promesse, credi solamente a chi ti indica la direzione ma che ti dice che il cammino dovrai farlo tu da solo.

Io scrivo e vendo guide proprio con questo obiettivo, il mio interesse è aumentare le tue possibilità ma il lavoro sporco lo dovrai fare tu perché il solo modo per avere successo nella vita è realizzarsi autonomamente senza scorciatoie.

Aggiornamento fine 2016

Dopo questo primo viaggio alle Canarie, ho deciso di stabilirmi per un lungo periodo a Tenerife. Da questa esperienza è nata la guida Spagna Facile, se vuoi vivere alle Canarie questo manuale ti aiuterà enormemente durante il tuo trasferimento.

Clicca sul banner per saperne di più:

 

trasferirsi in spagna

Vivere alle Canarie: pro e contro

Quello scritto finora non si limita alle Canarie, ma è adatto a tutti i paesi del mondo, nessuno escluso.

Le precauzioni che ti riporto sono frutto della mia esperienza all’estero, dopo 7 diversi cambiamenti in diversi paesi e i numerosi viaggi intorno al mondo, non ho ancora trovato il paradiso terrestre e ogni giorno che passa sono sempre più convinto che non esista affatto.

Vivere alle Canarie ha i suoi pro e i suoi contro come tutte le nazioni di questo mondo.

Dalla mia esperienza, ti riporto quali sono secondo il mio modesto punto di vista.

Pro di vivere alle Canarie

  1. Clima stupendo, ideale per chi ha problemi respiratori, non a caso indicato come uno dei migliori al mondo. Il clima canario è stabile tutto l’anno, il nord delle isole un po’ più freddo e ventilato ma al sul il caldo è assicurato 365 giorni l’anno.
  2. Qualità dell’aria molto buona. Conosco molto bene il problem dell’inquinamento, le Canarie offrono paesini belli senza smog.
  3. Ideale per amanti dello sport. Se sei uno sportivo, alle Canarie trovi tutte le discipline al mondo.
  4. Mare trasparente, se ami il mare come me le Canarie offrono una bellezza paragonabile alla Sardegna ma con la differenza che puoi beneficiarne durante tutto l’anno.
  5. Costo della vita minore rispetto al continente. La benzina a 0,8 centesimi è solo un esempio.
  6. Paesaggi mozzafiato e grande varietà ambientale in pochi chilometri.
  7. Regime di tassazione speciale dovuto alla lontananza delle isole dal resto della nazione.
  8. Bassa delinquenza e relativa tranquillità delle città anche nelle ore notturne.
  9. Ritmi di vita rilassati e gente del luogo simpatiche e disponibili.
  10. Facilità di imparare lo spagnolo, non hai scuse.

Contro di vivere alle Canarie

  1. Burocrazia e leggi non sempre chiare, modello Italia.
  2. Mancanza di parcheggi nelle grandi città e viabilità non sempre agevole.
  3. Scempi edilizi che rovinano alcune parti delle isole.
  4. Turismo di massa all inclusive che rovina l’autenticità della vita canaria.
  5. Forte presenza italiana e non sempre della migliore. Senza fare stupide generalizzazioni, le storie ascoltate in loco devono metterti all’erta dai presunti benefattori.
  6. Città principali caotiche non sempre bellissime e paesi forse un po’ troppo piccoli, in sintesi mancanza di una città intermedia.
  7. Impossibilità di affittare casa ai turisti nelle zone non turistiche decise dal governo.
  8. Poche attività imprenditoriali sono redditizie, solo alcune idee di business avranno successo.
  9. Disoccupazione elevata.
  10. Stipendi medi piuttosto bassi non sempre linea con il costo della vita.

A mio avviso, i vantaggi superano i svantaggi per alcuni e viceversa.

Vivere alle Canarie è un’ottima scelta per alcuni e sbagliata per altri, non si possono stilare delle linee guida adatte a tutti, il punto principale è definire che il paradiso non esiste e ognuno avrà un’esperienza unica e diversa dalle altre.

Vivere alle Canarie: la procedura per avere successo

trasferirsi alle canarie pro e controAbbiamo visto le truffe ai danni degli sprovveduti, abbiamo visto i pro e contro del trasferimento, è ora di parlare di come programmare un trasferimento alle Canarie.

Il modo migliore per cambiare vita all’estero è partire con le idee chiare su cosa vogliamo e gli obiettivi prefissati.

Il primo passo è esplorare le isole e scegliere la più adatta. Non conosco metodi migliori che quella del viaggio esplorativo e dell’esperienza diretta.

Non ci sono né video youtube né blog che possano sostituire un biglietto aereo e una valigia.

Ho descritto le diverse isole nell’articolo trasferirsi alle Canarie, ogni isola è diversa dalle altre, alcune sono selvagge altre meno, viaggia e scoprile tu stesso.

Il secondo passo è imparare lo spagnolo, non sognare il trasferimento senza conoscere la lingua.

Nei tuoi viaggi esplorativi hai mille occasioni per metterti alla prova e direzionarti verso la totale indipendenza linguistica.

Lo spagnolo è simile all’italiano, è sufficiente impegnarsi per pochi mesi senza sforzi particolari, capisco le difficoltà per cinese, tedesco, islandese e russo, ma lo spagnolo no, devi impararlo perché è facile.

Dopo i viaggi e la lingua, vedrai come per magia aumentare la consapevolezza cosa sia giusto o sbagliato per te senza intermediari e venditori di favole.

Leggi anche: cambiare vita a 30 anni

Vivere alle Canarie pro e contro: considerazioni finali

Ho scritto questo articolo appena ritornato da un mese alle Isole Canarie, aspettati altri articoli perché ho ancora molto da dire e da raccontare.

A seguito di ciò mi sono trasferito a Tenerife e da lì è nata Spagna Facile. Tuttora vivo alle Canarie e sono felice della scelta, qui ho trovato un ambiente ancora sereno e piacevole, una società non ancora consumata dallo stress e dalla fretta.

Non è un paradiso, non esiste il paradiso, c’è una somma di pro e di contro nel trasferimento alle Canarie.

Ho amato alcune isole e ne ho odiate altre, ognuna di essa offre bellezze e bruttezze, alcune offrono possibilità reali mentre altre sono vittima di idealizzazioni e false promesse, io cercherò di aiutarti a capire a cosa credere e a cosa no, ma la scelta di partire e investire è e rimane la tua, non farti influenzare da nessuno se non dai fatti reali e dall’esperienza diretta.

Il clima e il mare sono importanti ma il mondo è grande e a volte pensare controcorrente è più profittevole, specialmente per le attività imprenditoriali.

Se ti piace Aprire Azienda, iscriviti alla newsletter, vota l’articolo e vieni a trovarci nel gruppo Facebook MAI ARRENDERSI, posto pieno di menti creative 🙂

Alessandro.

trasferirsi in spagna

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

9 Comments

  1. Carla Ramina Feb 7, 2016
    • Alessandro Feb 8, 2016
    • Roberto baldi Nov 20, 2016
  2. ivan Mar 5, 2016
    • Alessandro Mar 5, 2016
  3. Moira Mar 11, 2016
  4. Barbara Ott 31, 2016

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *