Vivere e viaggiare all’ estero. 10 luoghi comuni della vita all’estero.

Vivere e viaggiare all’ estero. 10 luoghi comuni della vita all’estero.

Chi di noi non ha sognato di vivere e viaggiare all’ estero pensando che fuori dall’ Italia tutto sarebbe stato facile e divertente? Se per molte cose viaggiare è molto importante per la propria crescita personale, è vero che vivere e viaggiare all’ estero non è cosi facile come si pensa. Quanti di voi tornando nel paese di origine, si sono sentiti dire ” ehh beato te che viaggi sai quanto ti sei divertito”. La verità è che la vita fuori dall’ Italia può essere molto bella e interessante oppure può trasformarsi in un incubo. Molti Italiani sono ritornati dopo un breve periodo a casa spaventati e intimoriti dell’ avventura appena compiuta. Alla base di queste esperienze negative cè un minimo comune denominatore: l’estero visto come l’eldorado.

[dropcap]vivere-e-viaggiare-all'-estero[/dropcap]I fatti purtroppo sono molto differenti. Se andiamo in America ad esempio, non vivremo come Kobe Bryant o Tiger Woods, ma molto probabilmente ci troveremo ad  alzarci la mattina e andare a lavorare come facevamo in Italia. Se andiamo in Australia, difficilmente  staremo su una barca, ballando circondati da belle ragazze e pescando nella Barriera Corallina. Molto più probabile staremo in un ostello rumoroso, sovraffolato e alla mattina ci sveglieremo alle 5 di mattina per raccogliere pomodori. Tutte le storie di ragazzi che credevano di trovare il paradiso all’estero hanno un denominatore comune: l’idealizzazione della vita fuori e la condanna per la propria vita in Italia.

La realtà invece è ben diversa. Molte volte il paese straniero è anche peggiore del nostro. La differenza è la maggiore adattabilità che abbiamo quando siamo all’ estero. Io credo che vivere e viaggiare all’ estero sia una tappa fondamentale per lo sviluppo della personalità. Il sistema scolastico dovrebbe a mio avviso prevedere l’ultimo anno di scuola vissuto in un paese straniero, non solo per la lingua, ma soprattuto per attivare il meccanismo dell’apprezzare la propria nazione. Solo viaggiando puoi capire quanto l’Italia è bella. Io sono dovuto arrivare in Australia per capire quanto bella è la nostra vecchia e malandata Europa. Però per vivere e viaggiare all’ estero senza brutte sorprese, è giusto partire con il giusto atteggiamento e cioè con approccio più concreto e attaccato alla realtà. E’ giusto sognare, ma a volte è pericoloso per non rimanere troppo delusi. Io ero come voi non credete che sia nato imparato. Quello che vi dico l’ ho vissuto sulla mia pelle. Quindi, se siete alla vostra prima esperienza e volete trasferirvi, leggete questa lista:

I 10 luoghi comuni sul vivere e viaggiare all’estero

1.Sicuramente sarò felice;

Non date per scontato il vostro stato d’animo. La felicità è una senzazione che viene soprattutto da dentro di noi. Se siamo persone infelici e tristi in Italia, non è garantita la gioia solo cambiando i fattori esterni. Credere in se stessi ed avere un buon rapporto con il mondo è un cammino personale interiore non esteriore che ognuno di noi deve fare.

2.Non avrò problemi ad integrarmi;

Questo dipende molto dalla vostra personalità. In molti casi le barriere culturali e linguistiche sono molto pronunciate e troppo spesso ci si ricrea una little Italy anche all’ estero. L’ integrazione con una cultura differente può essere molto traumatico e snervante.

3.Tutto mi sarà dovuto;

Nessuno vi deve niente in questa vita. Il successo o l’insuccesso dipende solo da voi e nessun altro. Non ci sono tappetti rossi all’ aeroporto ad aspettarvi. Se vi date da fare e valete, all’ estero come in Italia, avrete le vostre ricompense. Ma ricorda, tutto il mondo è paese.

4.Impossibile stare peggio che in Italia;

Spero di no, ma la garanzia che vivere e viaggiare all’estero sia sicuramente migliore che vivere in Italia non è una garanzia. Potrebbe come non potrebbe. Partite con il pensiero che la vita è una scommessa e niente è sicuro. Vi dice niente la frase del doman non v’è certezza“?

5.Non ho bisogno di parlare la lingua locale;

Per integrarvi, aumentare le vostre possibilità di amicizie e opportunità di carriera, dovete parlare perlomeno un Inglese ottimo. I locali non avranno nessun interesse a conoscere una persona che non sa esprimere le proprie idee. Sarete noiosi. Ricorda che loro hanno già il loro giro di amicizie, se vuoi entrare nel gruppo devi dare oltre che avere. Where are you from non è sufficente. Studiare Inglese prima di partire è un dovere non un piacere.

6.Userò la mia laurea;

Come per i punti precedenti, purtroppo nella vita niente è certo. Se credi che la laurea sia sufficente per ottenere un lavoro ti dico che sei in errore. Purtroppo viaviamo in un brutto periodo economico e anche se è vero per certe figure professionali l’ estero offre più opportunità, queste te le devi sudare. Ultimamente i locali sono preferiti dai datori di lavoro per un senso di solidarietà nazionale, quindi se non dai valore all’azienda, difficilmente sceglieranno te. Se vuoi ottenere un colloquio di lavoro prova a leggere questo articolo.

7.Posso fare tutto quello che in Italia non potevo fare;

Vivere e viaggiare all’ estero ti offre opportunità che magari in talia non avevi questo è vero. Però tieni in mente che sarai sempre tu. Quello che non avevi il coraggio di fare in Italia forse non lo avrai neanche fuori. Ricorda l’estero è solo un luogo. Il tuo atteggiamento è la chiave di volta.

8.Avrò tanti amici;

Io te lo auguro di tutto cuore di crearti un giro di amicizie che ti dureranno per sempre. A me è capitato ma non sempre. A volte capita a volte no ma il discorso è sempre lo stesso. Dipende da te, dalla tua personalità no da fattori esterni misteriosi.

9.L’Italia non mi mancherà affatto anzi;

Sempre più Italiani, anche dopo 10 anni, decidono di ritornare in patria. Ricorda anche se odi la tua nazione tu rimani Italiano lo stesso. La famiglia il più delle volte rimarrà in Italia, i tuoi amici di sempre anche. La partita a carte con gli amici, il panino con la mortadella, la passeggiata in spiaggia vicino casa. Credi che non ti mancherà, forse i primi tempi, ma alla fine non puoi sfuggire dal tuo passato.

10.Rimarrò all’ estero per sempre.

Non dare per scontato che rimarrai a vivere all’ estero per sempre. Forse si forse no, dipende da cosa cerchi veramente. Vai parti e vedi con i tuoi occhi.

Come vedi vivere e viaggiare all’ estero non è facile come si pensa. Cambiare paesaggio è molto più facile che cambiare se stessi. Non ho scritto questo decalogo per sfiduciarti anzi. Ti incito a partire, non ascoltare nessuno, me per primo, parti prova e fatti la tua idea. Poi ritorna qui e lascia il tuo pensiero. Se ti è piaciuto l’articolo vivere e viaggiare all’estero e vuoi contribuire al mio blog Aprire Azienda, rimani in contatto tramite la pagina Facebook. Grazie

Vivere e viaggiare all’ estero

Se ti è piaciuto l'articolo, metti le 5 stelline

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *