Come aprire un’azienda in Estonia

Si può proprio dire che l’Estonia sia “un altro pianeta” rispetto all’Italia: un vero e proprio paradiso digitale, meta sempre più apprezzata dai giovani creativi e digital che aspirano ad aprire un’azienda, specie se si tratta di un’impresa high tech.

Ex Stato dell’Unione Sovietica, l’Estonia oggi ha fatto passi da gigante e attrae ogni anno ricercatori, studiosi e digital entrepreneur provenienti da ogni parte del mondo.

Si pensi solo al fatto che per avviare un’impresa in Estonia bastano solo 18 minuti e un paio di ore per renderla attiva. Tempistiche che sono ben lontane da quelle necessarie per aprire azienda in Italia.

In questa guida vediamo quali sono i principali centri economici estoni, i principali tipi di società da valutare e come aprire la Partita Iva.

Principali centri economici estoni

aprire azienda estonia L’Estonia è un “paese- alternativa” che sta vivendo un momento di totale crescita economica ed è considerato un vero e proprio leader mondiale nel settore dell’innovazione tecnologica.

Situata nell’area più settentrionale degli stati baltici, la “piccola” Estonia, a partire dal 1995, ha conosciuto un incremento esponenziale del Prodotto Interno Lordo (PIL) che è passato dal 35% al 64% della media europea.

Economicamente fortissima, la Repubblica d’Estonia sviluppa la sua impennata grazie alla crescita del settore terziario, alla presenza della compagnia di navigazione Tallink e di altre numerosissime aziende high-tech.

La tecnologia ha contribuito a rendere la piccola nazione nordica un’oasi di tranquillità economica: è qui, infatti, che nasce Skype e che operano le più grandi aziende mondiali delle telecomunicazioni.

Ma quali sono i principali centri economici del paese? Facciamo una panoramica, per capire più da vicino quali mete risultano particolarmente interessanti ai fini lavorativi.

TALLINN

Capitale geografica ed – al tempo stesso – economica ed informatica, Tallinn è soprannominata la “Silicon Valley” del Mar Baltico dal New York Times e attrae, oggi, tantissimi turisti grazie ai prezzi notevolmente più economici rispetto alle capitali vicine. La città rappresenta anche il principale porto dell’Estonia ed è considerata tra le maggiori alternative di destinazione per coloro che emigrano alla ricerca di lavoro.

TARTU

Si tratta della seconda città del paese per numero di abitanti, in cui ha sede la storica università del paese che le permette di essere considerata un altro dei centri economici estoni in via di continuo sviluppo.

NARVA

Terza in ordine di popolazione, alle spalle della capitale Tallinn e della storica Tartu, Narva, nonostante i suoi 66.000 abitanti è un vero e proprio polo industriale, oltre ad essere sede della chiesa ortodossa, trae la sua forza economica dalla presenza di aziende tessili e che lavorano nel settore dell’energia.

Ma, mentre il resto dei paesi europei “arranca” e si ricopre di debiti, l’Estonia, leader nel mondo dell’E- Commerce, è divenuta la nuova meta per tutti coloro che vogliono avviare un’azienda.

Lo Stato estone rappresenta un modello virtuoso da seguire per il futuro e dal quale prendere esempio per crescere economicamente.

Tipi di società in Estonia

Nel piccolo stato baltico, l’imprenditoria è in piena fase di espansione: l’Estonia garantisce stabilità per tutti coloro che stanno valutando la possibilità di avviare una Start-up o un’azienda operante nel settore high tech.

Quali tipi di società estoni è possibile valutare? Tra le società di capitali è bene prendere in considerazione le seguenti:

  • Società a responsabilità limitata – osaühing (OÜ)
  • Società per azioni – aktsiaselts (AS)

Per costituire una società a responsabilità limitata estone è necessario versare un capitale sociale minimo di EEK 40.000 (€ 2,500).

Se il capitale sociale supera EEK 400.000 (€ 25.000) è necessaria la certificazione dei conti. Inoltre, almeno la metà dei membri del consiglio di amministrazione deve essere residente in Estonia.

I soci rispondono alle obbligazioni societarie non con il proprio patrimonio personale, ma limitatamente alla quota societaria conferita nel patrimonio aziendale.

Società per azioni

Il capitale sociale minimo per una Società per azioni estone è di EEK 400.000 (€ 25.500). Inoltre, almeno la metà dei membri del consiglio di amministrazione deve essere residente in Estonia.

I soci/azionisti adempiono i debiti aziendali non con il proprio patrimonio personale, ma in base alla quota societaria conferita.

Dal punto di vista amministrativo, è necessario che il bilancio d’esercizio venga controllato e certificato da una società di revisione contabile.

Tra le tipologie di società di persone, in Estonia è possibile optare per le seguenti tipologie:

Società in accomandita semplice o Limited partnership (UU) che distingue tra soci accomandatari e accomandanti;
General partnership (TU), assimilabile alla Limited partnership, non prevede alcuna distinzione tra classi di soci e non è previsto alcun capitale minimo per costituire una TU.

Come aprire una Partita IVA estone

Per poter aprire Partita IVA estone o Käibemaksukohustuslase number il soggetto richiedente, attraverso il sito Web dell’amministrazione fiscale Maksu-ja Tolliamet, deve inoltrare telematicamente un modulo contenente tutti i dati anagrafici, insieme ai documenti da presentare con la lettera di accompagnamento e la richiesta di apertura del conto; un certificato attestante che la persona istante ha aperto un conto in uno Stato membro dell’UE.

Nel caso di persona fisica residente in Estonia è necessario inviare una copia dei dati personali e delle fotocopie del documento di identità sottoscritte da un notaio. In alternativa, è possibile inviare passaporto o carta d’identità.

Nel caso di persona fisica, non cittadino della Repubblica estone, è necessario inoltrare una copia di un documento di identificazione personale, autenticata da un notaio e fotocopia di un documento di identità con apostilla.

I documenti presentati dai residenti in Lituania, Lettonia, Russia, Ucraina e Polonia non necessitano di alcuna apostilla. Gli abitanti dei paesi aderenti alla Convenzione dell’Aja (eccetto Lituania, Lettonia, Russia, Ucraina e Polonia) devono presentare le copie di documenti apostillati.

Nel caso di persona fisica, per fornire la prova dell’indirizzo del domicilio, deve essere presentato un documento rilasciato dall’agenzia statale, nel quale è indicato l’indirizzo della residenza fiscale della persona o un certificato del governo locale che conferma la residenza permanente della persona.

Nel caso di persona giuridica estone, è necessaria una copia autenticata del Registro delle imprese estone.

Nel caso di una persona giuridica registrata al di fuori dell’Estonia sono necessarie le copie sottoscritte degli atti costitutivi della società, i quali devono essere apostillati.

Nel caso di richiesta da parte di una persona giuridica, è necessaria la registrazione dell’IVA dello Stato membro dello Spazio economico europeo e, se disponibile, il numero di codice di registrazione IVA.

Nel caso di persona giuridica, occorre una copia della relazione annuale o dei più recenti rendiconti finanziari, o se il bilancio sottoposto a revisione non è disponibile, una copia dei rendiconti finanziari forniti dall’ufficio delle imposte o il timbro del direttore finanziario.

È necessario l’estratto del casellario giudiziario di una persona fisica o, nel caso di una persona giuridica, estratto dal casellario giudiziario dei suoi dirigenti.

La data di autenticazione di copie di documenti apostillati non deve essere anteriore ai tre mesi che precedono la data di richiesta dell’apertura Partita IVA.

Come aprire una società in Estonia

Per aprire una società in Estonia bastano pochissimi minuti ed è possibile farlo direttamente online! L’importante è possedere un’eID, ovvero una carta d’identità elettronica.

Bastano solo 18 minuti per completare la procedura di apertura di una società: è possibile perfezionare l’iter online oppure affidarsi ad un notaio.

Possono accedere alla procedura online anche i cittadini finlandesi, portoghesi e belgi.

Ecco l’iter da seguire:

  • scegliere la ragione sociale della start up
  • verificate che la ragione sociale non esista già sul Registro Commerciale delle Imprese
  • optare tra la procedura elettronica oppure la verifica dei documenti da parte di un notaio
  • richiedere Partita IVA mediante registrazione come pagatore dell’IVA estone presso l’Agenzia delle Imposte
  • perfezionare l’iscrizione online al Registro delle Attività Economiche.

Tasse e finanziamenti per imprenditori in Estonia

Dal punto di vista fiscale, ogni aspirante imprenditore che decida di investire in Estonia deve aprire un conto corrente business e deve essere in possesso della Partita IVA.

L’aliquota d’imposta sul reddito delle persone fisiche ammonta al 20%. Per quanto riguarda le persone giuridiche le imposte sono applicate sulla distribuzione dei profitti.

Tale imposizione fiscale pari al 20% è applicabile alle società di diritto locale ed a quelle estere stabilmente residenti sul territorio estone.

A decorrere dal 2018, le sole società che distribuiranno utili con regolarità annuale potranno usufruire di un regime a tassazione agevolata con aliquota al 14%.

A partire dal 2019, con l’entrata in vigore della nuova disposizione fiscale, la suddetta aliquota sarà applicata unicamente su un terzo dei dividendi distribuiti nel 2018 sui quali è stata pagata l’imposta.

Per quanto concerne i finanziamenti e l’accesso al mercato creditizio, l’Estonia essendo un paese membro EU dà diritto a beneficiare dei fondi europei, compresi quelli locali. Gli istituti di credito estoni sono ben capitalizzati, dispongono di liquidità ed hanno bassi livelli di sofferenze

Le aziende locali sono generalmente in grado di finanziare gli investimenti attraverso gli utili conseguiti e vengono tassati solo se redistribuiti.

Le principali banche operanti in Estonia sono principalmente svedesi (78%) e danesi (7%), solo il 6% sono istituti locali.

Conclusioni

Per gli aspiranti imprenditori avviare un’impresa in Estonia è veramente la soluzione più “smart”, facile e conveniente.

Il quadro normativo estone offre uno dei regimi più liberali del commercio europeo, praticamente senza ostacoli tariffari o non tariffari.

Grazie alla identità digitale si può operare ovunque tu sia, anche da remoto, pur avendo la sede legale societaria in Estonia.

Si può aumentare il capitale, trasferire quote, firmare contratti coi fornitori, versare i contributi, pagare le tasse, etc.

La moneta locale, la Corona estone (EEK) è convertibile in conto corrente e sulle operazioni in conto capitale. Il capitale e gli utili possono essere liberamente rimpatriati.

È necessario rispettare il quadro normativo e la regolamentazione fiscale estone, pena l’irrogazione di sanzioni severe per la violazione.

È quindi necessario affidarsi ad un Commercialista che ci segua passo dopo passo nella costituzione di una società estone.

Che aspetti? Apri anche tu la tua start up in Estonia in soli 18 minuti e beneficia di un regime fiscale altamente agevolato e conveniente.

Come aprire un’azienda in Estonia
3.5 (70%) 6 votes