Aprire un’azienda in Svezia: come fare per cambiare vita in terra svedese

Qual è il paese che nell’immaginario comune rappresenta uno degli standard di vita più alti del pianeta?

Norvegia?

Finlandia?

E allora perché no Svezia visto che è il paese di cui ti voglio parlare oggi.

La Svezia non a caso occupa le prime posizioni di tutte le classifiche mondiali per qualità della vita, reddito medio e facilità di impresa, non a caso la rivista Forbes la mise proprio al primo posto nella Best Countries for Business, nella classifica del 2017 per poi passare ad un onorevole 4° posto nel 2018 solo dopo Regno Unito, Nuova Zelanda e Paesi Bassi.

E’ chiaro quindi che se vuoi aprire un’azienda in Svezia stai facendo una scelta giusta.

Attenzione però, il successo di un business non dipende solo dalla qualità del paese, ma anche e soprattutto da chi lo crea il business e cioè tu.

La crisi e la crescita della Svezia

aprire un'azienda in sveziaEntrata nell’Unione Europea nel 1995, la Svezia è uno dei paesi più sviluppati e con alto indice di sviluppo umano nel mondo.

La Svezia è una monarchia parlamentare il cui sovrano è, dal 1973, Carlo XVI Gustavo, il primo ministro è Stefan Löfven. Lo svedese è lingua ufficiale dal 1º luglio 2009.

La lingua ufficiale è lo svedese e la moneta in corso è la Corona Svedese. Il popolo svedese è un mix interculturale di oltre 10 milioni di persone.

Con i suoi 877.ooo abitanti, la capitale della Svezia è Stoccolma, città ricca e multiculturale.

La Svezia oggi ha uno dei più bassi debiti pubblici tra i paesi dell’UE, un’inflazione bassa e stabile e un sistema bancario sano.

Ma non è sempre stato così.

Fino a pochi anni fa, l’economia svedese soffriva di bassa crescita e alta inflazione e la corona svedese era stata ripetutamente svalutata per sostenere la competitività del paese.

La Svezia è stata anche colpita da una profonda crisi finanziaria nei primi anni ’90.

Le banche erano instabili e due di loro furono addirittura nazionalizzate, la disoccupazione aumentava velocemente così come la spesa pubblica e il debito pubblico.

La strada verso la stabilità e il successo non fu facile per la Svezia, ma grazie a riforme innovative e coraggiose il paese scandinavo ha trasformato la sua economia diventando il modello di sviluppo che è oggi.

Innanzitutto, nel 1996 fu introdotto un tetto per le spese governative (utgiftstak),  accompagnato dall’aggiunta dell’obiettivo “surplus” (överskottsmålet) per il bilancio del governo.

Queste riforme furono appoggiate da tutte le forze politiche del tempo con una mentalità proiettata nel futuro, un surplus monetario che nel tempo sistemò le finanze svedesi.

Inoltre, nel 2007 è stato istituito il Consiglio di politica fiscale svedese (Finanspolitiska rådet).

Questo comitato di esperti verifica le decisioni politiche del governo in materia di finanze pubbliche e mira a garantire che rimangano coerenti con gli obiettivi di crescita, occupazione e sostenibilità finanziaria a lungo termine.

La gestione professionale delle finanze pubbliche da parte del governo svedese ha fatto sì che la Svezia occupi ora le prime posizioni dei paesi fiscalmente responsabili in Europa.

Mentre i governi in difficoltà reagiscono aumentando le tasse e tagliando la spesa pubblica, la Svezia ha evitato queste scelte impopolari e poco lungimiranti; al contrario di tanti altri paesi compresa l’Italia, le tasse in Svezia sono state  abbassate dall’inizio della crisi.

La Svezia ha anche continuato a investire in settori come l’assistenza sanitaria, l’istruzione e la ricerca, invece di dover ridurre in queste aree come in alcuni paesi.

La Svezia oggi ha un’economia diversificata, altamente competitiva e di successo.

Il World Economic Forum classifica la Svezia il settimo Paese più competitivo del mondo.

La Svezia è anche il decimo paese più facile al mondo con cui commerciare, secondo la Banca Mondiale.

La Svezia è tradizionalmente un paese orientato all’esportazione, ma negli ultimi anni il paese ha iniziato a importare più merci di quante ne esporti dimostrando di avere una forte domanda interna sintomo di un’economia in salute.

L’attuale prosperità economica e sociale della Svezia è stata costruita sulle lezioni apprese dalla crisi finanziaria nei primi anni ’90. I governi perseguirono riforme e la sostenibilità fiscale divenne istituzionalizzata. Politiche economiche stabili si combinano con la competitività, l’innovazione e un approccio aperto al commercio per fare della Svezia un modello per il successo economico.

Dove vivere in Svezia

Dopo questa doverosa introduzione sull’economia della Svezia, penso che non sia difficile immaginare perché tu voglia andare in Svezia e aprire un’attività imprenditoriale.

In Svezia possiamo puntare sul fatto che il Made in Italy è molto apprezzato in Svezia e che grazie a questo possiamo creare un’attività vincente.

Tuttavia, prima di trovare un lavoro o aprire un’azienda dobbiamo innanzitutto capire dove trasferirsi.

Il primo naturale punto d’arrivo è certamente Stoccolma, una città con un’intensa vita culturale che ospita inoltre la maggior parte delle istituzioni culturali nazionali come teatri, opera e musei.

La capitale rappresenta certamente un primo punto di approccio alla nuova realtà se deciderai di spostare i tuoi interessi in Svezia.

Ovviamente la Svezia non è solo Stoccolma.

Altre città importanti sono Goteborg, Malmo e Uppsala.

La Svezia è un paese avanzato, ma difficile allo stesso tempo per via del clima rigido.

Se siete pronti a rinunciare alla gita in spiaggia, la Svezia offre diverse opportunità per gli italiani all’ estero.

Sebbene Stoccolma sia il fulcro dell’attività economica svedese, è ben lungi dall’essere l’unica regione di successo.

In effetti, la ricchezza in Svezia è distribuita in modo più uniforme tra le regioni rispetto a qualsiasi altra parte dell’UE.

Sorprendentemente, la Svezia è l’unico paese dell’UE in cui ogni regione ha un PIL pro capite più elevato rispetto alla media dell’UE.

Economia e mercato del lavoro in Svezia.

Dici Svezia e pensi a Ikea. Il colosso svedese famoso in tutto il mondo è infatti svedese. Però l’economia non è certamente basata solo sui mobili.

La Svezia presenta un misto di capitalismo e stato sociale in grado di garantire uno dei livelli di vita dei propri cittadini fra i più alti al mondo.

Il paese ha immense riserve di materie prime, un apparato industriale ben sviluppato e una qualificata manodopera.

La Svezia è un paese ricco, dove nulla corruzione e ridistribuzione delle risorse crea un ambiente sano di sviluppo. Il reddito medio procapite elevato (55000$) è comunque compensato dall’alto costo della vita.

Probabilmente uno dei problemi maggiori da affrontare per gli italiani intenzionati a vivere in Svezia è quello di mantenere le proprie finanze durante i primi periodi.

Il fatto di guadagnare molto e pagare molto è di fatto un limite per molti. Senza sottovalutare il fatto della difficoltà di apprendere la lingua locale.

In molti settori, la conoscenza della lingua inglese è sufficiente.

La maggior parte degli svedesi infatti parla fluentemente inglese. Tuttavia la conoscenza dello svedese aiuta all’integrazione e alla vera conoscenza del paese.

Vivere in Svezia

Nonostante io tratti quasi esclusivamente temi legati all’imprenditoria in Italia e all’estero, in paesi come la Svezia consiglio sempre di sistemarsi economicamente prima di aprire una propria attività. Nonostante sia facile e veloce, la burocrazia svedese non è il solo problema per gli imprenditori in Svezia, ma piuttosto il costo della vita e l’integrazione con il nuovo paese.

Prenditi tempo, trova casa e lavoro, fatti un giro di conoscenze e solo dopo decidi se sia il caso si aprire un’azienda oppure no.

Trovare alloggio in Svezia

Visto l’alto costo della vita e la difficoltà della lingua locale, gli italiani che si trasferiscono in Svezia probabilmente partono già con un lavoro in mano.

Avere un contratto di lavoro aiuta nel trovare un alloggio. Se così non è, probabilmente sarete direzionati verso la capitale Stoccolma, dove potete trovare un occupazione in stile studentesco.

Come detto in precedenza, la Svezia ha un sistema sociale molto sviluppato.

Questo sistema a volte complica le cose a chi vuole emigrare. Uno dei compiti di Aprire Azienda (il mio blog, questo dove ti trovi) è quello di mettere ordine nella giungla del web, riportando una guida semplificata per te lettore che ti accingi a trasferirti all’ estero.

Per fare questo, navigo ore per ricercare fonti attendibili per aiutarti nello scopo. Durante questa ricerca ho trovato questo articolo che fa un’analisi della situazione degli alloggi in Svezia. Informazioni che ti riporto:

Trovare lavoro in Svezia

Se volete vivere in Svezia dovrete probabilmente avere un lavoro, oppure, beati voi, essere ricchi di famiglia. Ovviamente sono ironico.

Trovare lavoro in Svezia non è impossibile.

La Svezia, oltre a essere il paese natale di colossi come Ikea, Ericsson, Electrolux e Volvo, è un paese dinamico pieno di possibilità. Ovviamente per chi sa coglierle.

Avere un profilo Linkedin professionale, crearsi un network di contatti online, perfetta conoscenza di diverse lingue straniere e un CV competitivo, vi aprirà porte prima sconosciute.

La Svezia è una delle nazioni più competitive al mondo.

Non lo dico io, lo dice l’Economist, la Banca Mondiale e in generale tutti gli indici economici e sociali.

Vista la vastità dell’ argomento del lavoro in Svezia, ho deciso di dedicare un articolo dedicato al tema che puoi trovare al seguente link (trovare lavoro in Svezia). Buona lettura.

Investire in Svezia

Uno degli scopi principali del blog Aprire Azienda è motivare gli imprenditori del futuro.

La Svezia occupa le prime posizioni per facilità d’impresa ma presenta un’ elevata tassazione.

Tuttavia i cittadini svedesi non hanno nessun fastidio a pagare le tasse perché vedono i loro soldi ritornare attraverso i servizi.

Diciamo che la classe politica non sperpera il denaro pubblico in feste e privilegi per loro stessi (vi ricorda qualcuno…???).

Uno di questi servizi di cui vi parlavo prende le forme del portale web Sweden.

Scritto in lingua inglese, il portale descrive ogni singolo aspetto della vita in Svezia. Natura, economia, tradizioni, cibo, mercato del lavoro, politica, stato sociale.

Tutto.

Ogni singolo aspetto viene trattato in maniera semplice e veloce. Il punto di partenza per chi vuole veramente conoscere la Svezia in maniera approfondita.

Per coloro che voglio investire in Svezia, devono innanzitutto familiarizzare con il mercato svedese.

Le opportunità imprenditoriali per italiani sono diverse e tutte molto interessanti. Il ministero del lavoro svedese tramite il portale web Business Sweden descrive le linee guida per aprire un’ azienda in Svezia.

Prima di iniziare a operare, tutte le aziende, ad eccezione dei sole trader (partita iva), devono essere registrate presso l’Ufficio svedese di registrazione delle società.

Come professionista unico, puoi scegliere di registrarti presso l’Agenzia delle imposte svedese.

La Srl svedese, Aktiebolag, è la forma giuridica più frequente scelta dagli investitori stranieri.

Le tasse in Svezia sono elevate, ma non per le aziende. Gli aspetti da tenere in considerazione sono molti e difficilmente riassumibili nel contesto di un articolo come questo, ma per quanto riguarda le tasse sui profitti aziendali, la tassa è ferma ad un ottimo 22%.

La bellezza di paesi come la Svezia rimane la trasparenza, la facilità di dialogo con le istituzioni e la mancanza di assurdità legislative tipiche dei paesi latini (Italia in testa).

Non dimenticate comunque di preparare un dettagliato business plan prima di cimentarvi in qualsiasi impresa imprenditoriale.

Forme societarie svedesi

  • Sole trader 

In qualità di imprenditore individuale (lavoratore autonomo) è necessario registrare la propria attività presso l’Agenzia delle imposte svedese. È anche possibile, ma normalmente non è necessario registrarsi presso l’ufficio svedese di registrazione delle società.

  • Società a responsabilità limitata

Una società a responsabilità limitata può essere avviata da una o più persone fisiche o giuridiche. Quando si avvia una società a responsabilità limitata, è necessario disporre di almeno 50.000 SEK in quota capitale. È necessario registrare la propria attività presso l’Ufficio svedese di registrazione delle società e l’Agenzia delle imposte svedese.

  • Partnership commerciale

Una partnership commerciale è un’alternativa se almeno due persone fisiche o entità giuridiche desiderano avviare un’impresa insieme. È necessario registrare una partnership commerciale con l’ufficio svedese di registrazione delle società e l’agenzia fiscale svedese.

Vivere in Svezia: vantaggi

L’eldorado non esiste. Il paese perfetto per tutti è pura utopia.

Quello che invece possiamo trovare è un bilancio positivo tra aspetti positivi e negativi. Un bilancio personale della nostra vita che ci permetta di vivere sereni e felici.

La Svezia non è perfetta ma presenta vantaggi che non si possono certo trascurare. E ognuno poi tirerà le sue personalissime conclusioni.

La lista dei vantaggi è puramente soggettiva e prendila con i guanti. Se hai dei punti da aggiungere riportali nei commenti.

1.Paese ricco;

2.Possibilità di investimento;

3.Mercato del lavoro vivace;

4.Ambiente multiculturale;

5.Efficenza della classe politica;

6.Corruzione nulla;

7.Rispetto dell’ ambiente;

8.Stato sociale;

9. Sanità di alto livello;

10.Rispetto dei diritti civili.

Vivere in Svezia: svantaggi

I vantaggi ci sono. Ma non è oro tutto ciò che luccica. Per vivere in Svezia devi comunque accettare dei compromessi. Ricorda che siamo italiani, nonostante tutto.

La nostra terra è una delle più belle al mondo ma purtroppo, a volte, siamo costretti a lasciarla per sperare in una vita migliore. Trasferirsi in paesi esteri come la Svezia che hanno comunque degli aspetti negativi da tenere in considerazione.

1.Clima rigido;

2.Difficoltà della lingua locale;

3.Difficoltà a trovare un buon lavoro rapidamente;

4.Svedesi propensi all’ abuso di alcol;

5.Alto costo degli immobili;

6.Difficoltà ad integrarsi con gli svedesi;

7.Elevato costo della vita.

8.Distanza dall’ Italia;

9.Orario chiusura dei negozi;

10.Tasse elevate.

Aprire un’azienda in Svezia: considerazioni finali

Nei due paragrafi precedenti ho scritto vantaggi e svantaggi del vivere in Svezia. Consideratele per quello che sono: ognuno conosce dentro di sé i motivi per cui si è decisi di lasciare il proprio paese per andare a vivere all’ estero.

Io personalmente, dopo aver vissuto anni in paesi freddi, ho capito che il clima alla lunga influisce in maniera troppo importante sul mio stato d’animo.

E’ bello vivere in un paese avanzato come la Svezia, ma per la mia personalissima opinione, dopo un periodo più o meno breve, realizzo che i paesi nordici non sono quello che cerco.

Questo certamente non esclude la bellezza di trascorrere parte della propria vita in questi ambienti così diversi dal nostro. E voi che ne pensate di andare a vivere in Svezia?

Anche se questo articolo non ti ha cambiato la vita, spero apprezzerai il mio impegno di reperire quotidianamente informazioni gratuitamente.

Buona fortuna in Svezia.

Aprire un’azienda in Svezia: come fare per cambiare vita in terra svedese
1 (20%) 1 vote

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.