Pensionati alle Canarie: dove e come vivere alle Canarie

Questa è una guida dedicata ai pensionati italiani in cerca di una destinazione ottimale dove passare serenamente gli anni delle pensione. Da pensionato italiano, trasformati in pensionato alle Canarie. Buona lettura!!!

Dopo una vita spesa e trascorsa a lavorare, a sudare e a costruire una casa, a mantenere la famiglia e a fare sacrifici per realizzare i propri sogni, finalmente si è giunti all’età pensionabile.

La tanto auspicata prestazione e trattamento previdenziale che ti sei sudato con il versamento dei contributi previdenziali è arrivata, era ora!

Che fare adesso?

Dopo tante fatiche, è giunto il momento di godersi la vita, di divertirsi e riposarsi.

Si sa la vita in Italia è diventata davvero difficile e densa di cavilli burocratici, oltre che di continue pressioni fiscali che l’amministrazione fiscale ci riserba ogni giorno.

Non è più possibile vivere nel nostro Paese, sebbene bello che sia, la situazione economica ed occupazionale è davvero allarmante.

A rimetterci non sono solo i giovanissimi che non riescono a trovare un posto di lavoro stabile ma, pure, le fasce dei lavoratori più maturi e i pensionati.

Per i neo pensionati, la nuova vita che si prospetta per il futuro divenire non è assolutamente semplice e rilassante come si vorrebbe.

Inizia il bello: le pensioni “da fame”, i continui rincari, la spesa, le tasse, la casa, il mantenimento dei figli e dei nipoti, le cure per la salute e chi più ne ha più ne metta, sono tutti problemi e pressioni che minano la neo vita da pensionati.

Le soluzioni e le strade che puoi percorrere, una volta che sei definitivamente in pensione, sono due:

  1. Rimanere in Italia e continuare a “sopravvivere” pagando tasse ed imposte e vedere tutta la pensione andare “in fumo” per fare fronte a spese continue, bollette etc.
  2. Scappare, fuggire lontani in qualche isoletta carina e paradisiaca come le Canarie!

A quanto pare la risposta e la soluzione più avvia è la seconda: ecco, allora, la tua guida perfetta ed ideale che ti aiuta passo dopo passo ad organizzare la tua “fuga” da pensionato alla volta dello splendido e meraviglioso Arcipelago delle Canarie.

Clima splendido, relax, mare, spiaggia e tanto divertimento ti stanno attendendo, sei ancora lì? Che aspetti, pianifica il tuo trasferimento, non pensarci neppure un secondo di più!

Conviene trasferirsi alle canarie come pensionati?

dove vivere come pensionati alle canarieDomanda lecita ed interessante: la risposta è assolutamente positiva se è questo che vuoi sapere.

Ecco le giustificazioni a supporto della risposta: “isole dell’eterna primavera” è questo il soprannome conferito all’Arcipelago delle Canarie.

Solo questo ti dovrebbe stimolare, caro pensionato, a riflettere sulle potenzialità della tua nuova vita.

Una nuova vita da pensionato sulle bellissime ed affollatissime spiagge delle Canarie, in maglietta e bermuda, sole, mare, relax e tanta movida!

Stai già sognando ad occhi aperti?

Fai proprio bene, la vita sulle Canarie è all’insegna della spensieratezza, via il grigiore quotidiano, basta pensieri di arrivare alla fine del mese, basta spese, tasse e preoccupazioni!

Solo 4 ore di aereo, voli economici e diretti per raggiungere un paradiso terrestre dal clima perennemente mite.

Per non parlare poi dei numerosi vantaggi fiscali e risparmi che ti stanno attendendo!

Quanto ti aspetta sulle Canarie, pensa un po’: da pensionato, la tua pensione non sarà intaccata da continui “prelievi forzosi” a titolo di imposte e tasse.

E no, in quanto se ufficializzi la tua residenza in questo paradiso, potrai finalmente godere di risparmi e vantaggi fiscali che l’Italia non sogna minimamente.

Il costo della vita è assolutamente basso rispetto al “quantum” percepito a titolo di prestazione previdenziale. Ciò ti assicura di vivere al meglio senza problemi di “arrivare a fine del mese” e ti aiuta a concerti qualche piccolo lusso o sfizio che non ti sei mai tolto nella vita.

Inoltre, devi tenere conto del fatto che tutti i redditi prodotti o percepiti dal sistema previdenziale italiano dovranno essere dichiarati fiscalmente in Spagna.

La fiscalità spagnola ha regole diverse da quella italiana e sicuramente le tasse e le aliquote sono molto più vantaggiose.

Io stesso mi sono trasferito alle Canarie, Tenerife nello specifico, e ti garantisco che non te ne pentirai.

Per informazioni sulle Canarie e la Spagna, leggi la guida Spagna Facile

Tassazione pensionati italiani alle Canarie

Per quanto concerne la tassazione applicata ai trattamenti pensionistici di coloro che risiedono alle Canarie, sicuramente troverai enormi vantaggi che in Italia non ti sogni neppure.

Operando con la defiscalizzazione, l’INPS inoltra la tua pensione lorda alle Canarie e qui vengono computate le tasse locali, le cui aliquote sono molto più esigue di quelle applicate in Italia.

In media, a seconda delle diverse fasce di tassazione, la vostra pensione netta nelle Canarie beneficerà di un maggiore incremento netto del 15% derivante da un beneficio e risparmio fiscale, rispetto al computo che sarebbe calcolato sul trattamento pensionistico con le aliquote vigenti in Italia.

Se percepisci una pensione di € 21.500 lordi, alle Canarie non dovrai pagare nulla a titolo d tasse, se percepisci una pensione di 29.000 euro, ti vedrai accredito un importo netto di circa 24.000 euro.

L’IVA alle Canarie non esiste, nel nostro Paese “impazza” il timore di ulteriori incrementi dell’Imposta sul Valore Aggiunto, la quale entro il 2018 toccherà l’aliquota ordinaria al 25%

Nelle Canarie, occorre considerare un’altra imposta denominata IGIC, la quale pesa in media il 7% sull’imponibile.

Questo fattore concorre a rendere il costo della vita alle Canarie il più basso in Europa e offre un’ottima motivazione per te pensionato che faticheresti a vivere con una pensione bassa in Italia.

Inoltre, ricevendo la pensione alle Canarie, il reddito imponibile lordo viene tassato con un’aliquota Irpef più “soft”.

Di seguito, riportiamo le aliquote d’imposta:
pensionati alle canarie

Inoltre, le Canarie sono una Zona ZEC (zona a ridotta fiscalità o Zona Especial Canaria), creata dalla Commissione europea che promuove lo sviluppo economico e sociale dell’arcipelago spagnolo.

Altri risparmi sulla tua pensione dovuti alla tassazione più agevole?

La spesa per vivere quotidianamente vi costerà circa un 22% in meno che in Italia.

Altri risparmi derivano dalle minori aliquote fissate per le utenze domestiche (acqua, luce e gas); ricordiamo che le Canarie devono la propria energia elettrica anche allo sfruttamento dell’energia eolica.

Affittare casa alle Canarie?

Si può, anche se percepisci una pensione di mille euro, ti puoi concedere il lusso di non acquistare alcun immobile ad uso residenziale, ma di locare un appartamento o una casa indipendente sulla spiaggia.

Le locazioni immobiliari nelle Canarie hanno costi interessanti.

Si passa dai 600-700 euro per le zone più turistiche, fino ad arrivare a soli 300 euro per le zone dove vivono i canari.

Se opti per acquistare casa alle Canarie, puoi trovare soluzioni congeniali ed ottimali a partire da 50.000 euro.

Gli immobili non locati vengono tassati con l’aliquota del 3% del valore catastale. Su tutti gli immobili si paga l’IBI (alias IMU), la quale incide per circa il 6 per mille del valore catastale.

Altro risparmio interessante sulla tua pensione deriva dal fatto che i costi che devi sostenere per il tuo diritto alla salute sono nettamente inferiori: il clima più mite, il minore livello di inquinamento e la conduzione di una vita più serena sono ottimi fattori per apportare benefici alla tua salute e, soprattutto, alle tue tasche.

Considera che la bolletta del riscaldamento invernale sarà solo un brutto ricordo.

Se volete acquistarvi un’auto per spostarvi nel ridotto traffico insulare, potete beneficiare dei bassissimi costi del greggio, non esiste il pedaggio in autostrada; mentre, in Italia i pedaggi autostradali sono soggetti a “rialzi” annuali.

Il bollo dell’auto è d’importo più basso rispetto a quello pagato in Italia: per un motor utilitario, si aggira sui 40 euro; inoltre, non ci sono altre tasse sui veicoli e i premi pagati per le assicurazioni sono più economiche.

Volete viaggiare?

Da pensionati puoi beneficiare del 50% di agevolazione sui viaggi. In Italia, un’agevolazione del genere non esiste minimamente.

La movida in Spagna?

Serate all’insegna del divertimento e del gusto.

Ottimi i cibi preparati dalla cucina spagnola e locale.

I prezzi?

Puoi pranzare o cenare in qualche localino tipico e tranquillo ubicato sulle spiagge prospicienti l’Oceano Atlantico a soli 6 euro e, se volete concedervi qualche piatto extra lusso, puoi arrivare a 10 euro.

Televisione?

Non esiste la tassa RAI, una tassa assolutamente inutile pagata dagli italiani per finanziare “una mera appendice e carrozzone statale”, anche se oggi privatizzata.

Sistema pensionistico canario

Insomma, ti abbiamo convinto che le Canarie sono il Paradiso fiscale per il contribuente-pensionato?

La Spagna (Canarie incluse) è sicuramente una meta che devi considerare: i vantaggi che questo Arcipalago offre ai pensionati italiani si traducono in un aumento del potere d’acquisto, in un nuovo stile di vita e, soprattutto, in un sistema pensionistico meno oneroso.

Basta collegarsi al sito istituzionale e scoprirai tutte le informazioni più rilevanti in materia di previdenza pubblica.

Per ricevere le informazioni puoi rivolgerti ai Patronati locali.

Ottenuto dal Comune canaro l’empadronamiento ed effettuata l’iscrizione all’AIRE presso il Comune italiano da cui emigri, devi attendere un periodo di sei mesi; inoltre, devi presentare telematicamente, la domanda di esenzione dall’imposizione Italiana sulle pensioni presso l’Inps.

Ti ricordiamo che la defiscalizzazione sulla tua pensione percepita alle Canarie non è immediata: l’iter per perfezionare formalmente il tuo trasferimento ed essere assoggettato al trattamento fiscale e previdenziale canario richiede un intervallo temporale di 24 mesi.

In questo lasso di tempo, purtroppo, dovrai fare i conti con un regime di doppia tassazione, in Italia ed in Spagna.

Successivamente, esibendo all’INPS le comprovate attestazioni circa l’avvenuto pagamento delle tasse canarie, godrai della possibilità di recuperare dallo Stato italiano le trattenute effettuate in questo lasso di tempo.

La convenzione, in vigore con la Spagna e, quindi, anche con le Canarie è la Legge n. 663 del 09/29/80, la quale disciplina il trattamento fiscale applicabile alle pensioni.

In pratica, per te pensionato che desideri fruire dei benefici del sistema previdenziale e fiscale canario devi chiedere espressamente l’applicazione dell’art. 18 della legge 663/80 e procedere a perfezionare la dichiarazione di residenza fiscale su una delle sette bellissime isole che costituiscono l’Arcipelago delle Canarie.

E’ necessario utilizzare il modello EP-I4, un modello bilingue unilateralmente preparato e accettato dalla maggior parte dei paesi europei, compresa la Spagna e le Canarie.

Per ottenere ulteriori informazioni puoi contattare il numero verde per la Spagna: 900 993 926.

Per informazioni sulle Canarie e la Spagna, leggi la guida Spagna Facile

Quale isola delle Canarie scegliere

L’Arcipelago delle Canarie è costituito da sette bellissimi isolotti tutti quanti da visitare:
Tenerife
Fuerteventura
Gran Canaria
Lanzarote
La Palma
La Gomera
El Hierro

Sicuramente la più completa è Tenerife che, con una superficie di 2.034,38 km² e una popolazione di 908 555 abitanti, è l’isola maggiore dell’arcipelago delle Canarie e la più popolata della Spagna.

Maggiore urbanizzazione e cosmopolita, Tenerife ti aiuterà a vivere al meglio, all’insegna del divertimento, dello shopping e del relax. Santa Cruz de Tenerife è la capitale dell’isola e della provincia omonima, città più grande e più popolata, con 221.956 abitanti.

Interessante è visitare il parco acquatico Siam Park, uno dei più spettacolari d’Europa; il parco è ubicato ad Adeje, nel sud di Tenerife.

Ambientazioni esotica, il parco si estende su oltre 185.000 m2 di paesaggi, una vera riserva naturale che offre servizi esclusivi, oltre ad attrarre ogni anno flussi di turisti che vengono da ogni parte del mondo.

E non finisce qui, Tenerife vanta un patrimonio culturale e monumentale davvero unico: monumenti architettonici di rilevante prestigio sono l’Auditorium di Tenerife, la Iglesia de La Concepción a San Cristóbal de La Laguna, la Cattedrale de La Laguna e la Basilica di Nostra Signora della Candelaria e tante altre.

La cucina di Tenerife?

Ottima e gustosa: almogrote, calamari in salsa, capretto in salsa, carne con patate, cazuela di pesce, marinata di sardine, minestrone di crescione, tonno marinato, pesce fresco alla griglia e tante altre gustose specialità da provare.

Tuttavia, nemmeno le altre isole sono da scartare.

Ho scritto una guida completa sul trasferimento alle Canarie che ti consiglio di leggere.

Pensionati alle Canarie: considerazioni finali

Arriviamo alle conclusioni di questa utile ed interessante guida che abbiamo dedicato alla vita da pensionati alle Canarie.

Da quanto avrai appreso, anche con gli esempi concreti, emigrare nelle Canarie costituisce un enorme potenzialità per il tuo futuro.

Vivere da pensionato nelle Canarie ti consente di gettarti alle spalle l’incubo di non arrivare a fine mese, di rischiare di essere “truffato” dal Fisco italiano e da tutte le istituzioni politiche del nostro paese, di vivere in mezzo a smog, di spendere molti soldi in medicine, di vivere tristemente e di non riuscire a concederti lussi e svaghi.

Insomma, conviene assolutamente emigrare nelle Canarie sia per lo stile di vita all’insegna del relax, del divertimento e del sapore dei piatti gustosi della cucina canaria.

Non solo, il sistema previdenziale e fiscale delle Canarie beneficia di risparmi unici e, sicuramente, non comparabili con le aliquote vigenti in Italia.

Concludiamo la nostra guida con esempio lampante a dimostrazione del fatto che nelle Canarie vivrai sicuramente meglio: se la tua pensione netta è di €.30.000 + 27% (trattenute italiane) = €.38.100 (pensione lorda).

L’INPS italiano verserà al governo canario €.38.100 da cui dovranno essere computate le trattenute canare (13,75%).

La pensione percepita nelle Canarie sarà di 32.861 euro. Trattandosi di un importo inferiore a €.52.000 non dovranno essere pagate altre tasse.

Buona fortuna per la tua nuova vita da pensionato!

Per informazioni sulle Canarie e la Spagna, leggi la guida Spagna Facile

Pensionati alle Canarie: dove e come vivere alle Canarie
5 (100%) 1 vote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *