Quanto terreno serve per aprire un’azienda agricola

Una delle domande più frequenti che ricevo dai lettori di Aprire Azienda è “Quanto terreno serve per aprire un’azienda agricola?

Proviamo a rispondere in maniera chiara e veloce.

L’azienda agricola è una piccola, media o grande impresa che ha come principale attività la coltivazione del fondo, la selvicoltura, l’allevamento di animali e altre attività collegate.

È connessa direttamente alla cura e allo sviluppo dei cicli biologici, di carattere vegetale o animale, che utilizza il suolo, il bosco e le acque dolci o di mare.

Le aziende agricole sono a loro volta guidate dall’imprenditore agricolo, una figura professionale simile al normale imprenditore, ma che gestisce appunto un’azienda agricola.

La legislazione italiana prevede delle agevolazioni specifiche per gli imprenditori agricoli e le aziende agricole.

Per accedere a tali benefici si dovranno rispettare delle condizioni.

L’imprenditore agricolo professionale (IAP) deve:

  • avere conoscenze e competenze professionali adeguate;
  • svolgere un’attività agricola legata allo sfruttamento del fondo agricolo;
  • ricavare da tale lavoro la prevalenza del reddito annuo.

Per prevalenza del reddito si intende almeno il 50% del proprio reddito complessivo, percentuale che scende al 25%. nelle zone svantaggiate.

Colui che possiede tali requisiti, (per approfondire leggi Azienda Agricola 2.0), può avviare un’azienda agricola professionale.

Per ottenere la qualifica di IAP, e quindi le dovute agevolazioni, è necessario rientrare in una di queste situazioni:

  • possesso di laurea in scienze agrarie, veterinaria, oppure di diploma di istituto professionale agrario o di altre scuole a indirizzo agrario;
  • 3 anni di attività agricola con possesso di regolare partita iva agricola e/o iscrizione all’Inps agricola;
  • ottenere il riconoscimento da parte della “Commissione provinciale capacità professionale”(composta da funzionari pubblici).

Ogni regione ha i propri regolamenti per definire la pratica burocratica con il fine di richiedere lo status di IAP.

Quanto terreno serve per aprire un’azienda agricola

quanto terreno serve per aprire un'azienda agricolaUna volta verificati i requisiti, si passa al calcolo delle ore lavoro necessarie per garantire la prevalenza del reddito.

In Italia, per determinare l’ampiezza di un’azienda agricola e il tempo dedicato all’attività, si usa il termine di giornate lavoro necessarie per una determinata attività agricola e non in valore assoluto dell’estensione.

Questo calcolo è effettuato tenendo conto l’alta variabilità del tempo necessario alle varie lavorazioni.

Per farti un esempio concreto, un ettaro di terreno lavorato a mais non necessita delle stesse cure in termini di tempo di un ettaro coltivato a frutti di bosco perché quest’ultima coltura, a parità di ettari coltivati, necessita di molte più ore lavoro.

In questo modo, si cerca di standardizzare le dimensioni di un business agricolo mettendo in relazione le giornate lavoro necessarie per una determinata coltura.

Lo stato italiano ha redatto delle tabelle standard dove vengono stimate le giornate lavoro necessarie per lavorare un ettaro di terreno adibito ad una determinata attività agricola.

Per approfondire, leggi Azienda Agricola 2.0 dove trovi le tabelle e i calcoli delle ore lavoro che ti aiuteranno a stabilire la grandezza del terreno.

Per concludere, se hai a disposizione poco terreno, dovrai specializzarti in attività agricole svolte in piccole aree, ma che garantiscono un elevato monte ore lavoro.

Per citarne alcune, ricordiamo l’apicoltura, la lombricoltura, la coltivazione di erbe medicinali, i frutti di bosco e l’allevamento di lumache.

LEGGI Azienda Agricola 2.0

La sola guida In Italia che ti insegna come aprire e gestire un’azienda agricola di successo
Azienda Agricola 2.0: ideare e creare un business agricolo di successo