Quali sono i vantaggi di aprire un negozio di canapa in franchising

Vuoi investire nella cannabis light e non sai come fare? In questo articolo vedremo i vantaggi di aprire un negozio di canapa in franchising.

L’Italia è spesso un paese poco innovativo che arriva sempre secondo in molti settori economici. Questo accade non perché manchi creativa e intraprendenza, ma perché spesso ci sono cavilli burocratici che impediscono lo sviluppo economico del nostro paese.

Tuttavia, ogni tanto capitano delle sorprese inaspettate come quello della cannabis light.

In Italia quello della cannabis legale si è dimostrato uno dei mercati più vivaci degli ultimi anni.

C’è chi è da decenni che lotta a favore della legalizzazione di una pianta miracolosa utile in moltissimi ambiti (prego astenersi bigotti e persone in malafede, ho esperienze dirette sui benefici della pianta) e chi invece ha deciso di investire nel mondo della canapa a seguito del recente boom di negozi specializzati aperti in tempi recenti.

Oggi, dopo decenni di disinformazione, ci sono finalmente sempre più persone interessate alla cannabis non solo light proprio grazie ai tangibili benefici che questa pianta offre.

Su questo non c’è dubbio, il sottoscritto è certo che il futuro della canapa è roseo e non più rimandabile.

Il mercato della canapa non è solo una moda del momento, ma un business destinato a crescere in diversi ambiti: dal ricreativo, alla medicina, al mondo degli alimentari alla cosmetica, i campi di applicazione sono numerosi.

Come investire nella cannabis

A seguito della Legge Europea 242/2016, la coltivazione e quindi il commercio dei derivati della canapa a basso contenuto di THC è stata regolamentata.

Questo ha portato alla nascita di un nuovo settore economico composto da diverse parti della filiera.

Si inizia dalle aziende agricole che hanno visto incrementare le loro possibilità di guadagno, per poi passare ai grossisti e intermediari per arrivare ai commercianti al dettaglio.

Se alla fine del 2017 si contavano poche decine di negozi in tutta Italia, oggi nel 2019 siamo arrivati quasi a quota 1000 sparsi in tutta le penisola.

Un numero destinato a crescere perché saranno sempre di più le persone che vinceranno gli stereotipi e si avvicineranno alla pianta della cannabis.

Chi vuole investire ha quindi diverse strategie: si può aprire un’azienda agricola dedita alla coltivazione della canapa, diventare un intermediario, oppure aprire un negozio di cannabis light.

Il negozio di cannabis può essere aperto sia in franchising, sia in maniera autonoma. Rispetto ad altri settori dove gli svantaggi del franchising superano i vantaggi, nel caso della cannabis è vero il contrario.

Vantaggi di aprire un negozio di cannabis light in franchising

vantaggi franchising negozio cannabisIl mercato della cannabis light è un mercato innovativo nato da poco che gioca con delle regole particolari. Cronaca recente di sequestri in tutta Italia, per poi dissolversi in un nulla di fatto.

Fatto sta, che chi sceglie di entrare in questo mercato deve informarsi adeguatamente circa le normative, e nel caso in questione conviene sicuramente affidarsi ad un’azienda madre con alle spalle l’esperienza pregressa.

Aprire un negozio di canapa con aziende affermate garantisce a chi si affilia la garanzia di prodotti di alta qualità apprezzati dai clienti, riducendo il rischio d’impresa.

Nel mercato della canapa infatti girano molti prodotti di cattiva qualità e il rischio di buttare denari è elevato. Rivendere prodotti che hanno conquistato la fiducia dei clienti è una garanzia per il commerciante.

Un ulteriore problema per chi decide di aprire un negozio senza copertura del franchising sono gli eventuali costi di analisi dei campioni.

Ogni lotto di canapa va infatti inviato a laboratori specializzati che certificano il livello di Thc a norma di legge inferiore a 0,6%: le analisi costano circa 100 euro a lotto e chiaramente è ammortizzabile solo sulle grosse quantità, cosa che un  negoziante non può permettersi.

Aprire un negozio che vende cannabis light attira ovviamente l’attenzione delle forze dell’ordine che effettueranno i dovuti controlli, se alle spalle c’è un’azienda seria come ad esempio la Cannabis Light District, il commerciante avrà la piena assistenza legale in caso di controlli.

Nonostante la legge accerti la liceità dei prodotti alla canapa industriale, i controlli avvengono e avere la casa madre a protezione è una garanzia.

Avere alle spalle l’assistenza di un’azienda affermata che commercializza prodotti analizzati è una sicurezza importante.